Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2011

Read Full Post »

Da Milano e Napoli, con percentuali che soltanto un mese fa sembravano impossibili, l´Italia dei Comuni manda un chiaro segnale a Silvio Berlusconi: è finito il grande incantamento, il Paese vuole cambiare pagina. La svolta nasce nelle città che scelgono i sindaci di centrosinistra e bocciano la destra, ma il segnale è nazionale ed è un segnale politico che parla ormai chiaro. Dopo il primo turno i ballottaggi confermano che Berlusconi è sconfitto al Nord come al Sud, è sconfitto in prima persona e attraverso i candidati che ha scelto e sostenuto, è sconfitto nel bilancio negativo che gli italiani hanno fatto non soltanto del suo governo, ma ormai della sua intera avventura politica. (altro…)

Read Full Post »

I due reattori hanno 34 anni e sorgono su una faglia. Per le autorità francesi è a prova di sisma. Le pressioni di Germania e Svizzera aiutano la popolazione che ne chiede la chiusura.

FESSENHEIM (STRASBURGO) – Camminando lungo il canale d´Alsazia, i due reattori sembrano giganteschi pentoloni appoggiati sull´acqua. Sui prati appena tagliati pascolano le mucche, un paesaggio quieto e impassibile. Eppure intorno a Fessenheim c´è grande agitazione. Da mesi la più vecchia centrale nucleare di Francia è nel mirino. Non dei terroristi, come narrava già un episodio dell´ispettore Callaghan interpretato da Clint Eastwood nel lontano 1976, ma degli ambientalisti che per la prima volta sentono di essere a un passo dal traguardo. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Oltre alle ustioni, nel paese si riscontra una frequenza superiore alla media di malformazioni al labro, che ha un’origine genetica. Ma bisogna considerare che i geni subiscono alterazioni in ambienti nei quali siano state disseminate enormi quantità di armamenti, quale è quello iracheno. La patologia porta difficoltà di nutrizione e linguaggio, ma anche disagi nell’inserimento sociale. Spesso anche vittime di infanticidio.

ROMA – Settecentoventi bambini iracheni con malformazioni del volto hanno ritrovato il sorriso grazie a Smile Train Italia 1, una onlus che opera in Iraq dal 2008 portando avanti progetti in favore di bambini che soffrono di queste patologie. “Oltre evidentemente alle ustioni, abbiamo riscontrato in Iraq una frequenza nettamente superiore alla media di una malformazione come il labbro leporino, che ha un’origine genetica: bisogna considerare che i geni subiscono alterazioni in ambienti nei quali siano state disseminate enormi quantità di armamenti, quale è quello iracheno”, ha osservato il dott. Fabio Massimo Abenavoli, Presidente di Smile Train Italia e chirurgo volontario per la missione in Iraq, che sottolinea la pressoché totale assenza di chirurghi plastici locali in grado di intervenire su queste patologie. (altro…)

Read Full Post »

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Read Full Post »

Un voto di liberazione. Una svolta. I magnifici risultati di Milano e Napoli rompono l’incantesimo di un ventennio, travolgono i vecchi equilibri, infrangono lo stile di un ceto politico. Esplosi subito dopo la chiusura dei seggi, con percentuali da capogiro, emozionanti nelle proporzioni (specialmente quelle di Napoli), i risultati non giungono inaspettati. Ancor prima che dal voto comunale, erano annunciati dalle straordinarie mobilitazioni sociali che hanno segnato gli ultimi due anni della vicenda nazionale. Nel momento peggiore del peggior berlusconismo, seppellito dagli scandali sessuali e dalla dolorosa crisi economica, dalla parossistica guerra contro la magistratura e dal vergognoso spettacolo parlamentare, si è preso la scena un paese umiliato ma non rassegnato.

Le proteste dei giovani, delle donne, degli operai, del mondo della cultura e dell’informazione hanno riempito piazze libere (dai partiti) e arato in autonomia il seme del cambiamento. Chi ne sminuiva la potenza con il ritornello dell’antipolitica, di un antiberlusconismo da ceto medio radical-chic, oggi riceve l’ennesima, sonora smentita. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »