Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2014

scuola

Intonaci che crollano, rubinetti che perdono, vetri rotti. Fino a seri problemi strutturali. In Italia ci sono 2.000 scuole “che espongono i loro 342.000 alunni e studenti al rischio amianto”. Lo afferma il Censis, in una fotografia impietosa dell’edilizia scolastica italiana: degli oltre 41.000 edifici scolastici statali 3.600 le sedi che necessitano di interventi sulle strutture portanti: “Tra queste mura 580.000 ragazzi trascorrono ogni giorno parecchie ore”.

L’indagine condotta fra 2.600 presidi. Su oltre 41mila strutture, 24mila hanno impianti mal funzionanti o fuori norma, in 9mila gli “intonaci sono a pezzi”, in oltre 7mila “tetti e coperture sono da rifare”. E in duemila gli studenti sono a contatto con le fibre cancerogene. 600 progetti già partiti con il decreto “del Fare” di Letta, ancora lontana la realizzazione del piano da 3,5 miliardi annunciato da Renzi. La stima surreale del ministero delle Infrastrutture: “110 per mettere in sicurezza tutto”. (altro…)

Read Full Post »

MarcegagliaCONFLITTO D’INTERESSI.

Il conflitto di interessi non è stato ancora rottamato e, a giudicare dalle mosse di Matteo Renzi, mai lo sarà. La scena dell’altroieri al ministero dello Sviluppo economico, dove Emma Marcegaglia, noncurante della nomina alla presidenza dell’Eni, si è seduta, per conto della famiglia, al tavolo sulla siderurgia, è riassuntiva di un’Italia che non cambia verso per niente. La ex presidente di Confindustria era stata già avvertita del possibile conflitto tra gli affari della Marcegaglia Spa e quelli nell’energia da parte dell’Eni. E aveva assicurato, dimettendosi dalle cariche di famiglia, che sarebbe stata inappuntabile. Eppure, eccola lì, senza remore, a discutere di come formare una cordata di imprenditori per rilevare l’Ilva di Taranto.   (altro…)

Read Full Post »

L'elettoreDa eccesatira.blogspot.it

Read Full Post »

Giunta sardaSCANDALO RIMBORSI.

Cagliari – Eravamo arrivati al punto che imbiancavano tutti gli uffici tranne il mio”. Così Ornella Piredda – l’ex funzionaria della Regione Sardegna che con le sue denunce ha portato all’arresto di diversi politici e continua a far tremare il potere locale – ha sintetizzato il mobbing subito per aver insistito nel chiedere le ricevute relative alle spese dei consiglieri. La magistratura di Cagliari ha accertato che la funzionaria regionale è stata emarginata per aver insistito sulla necessità di giustificare l’ utilizzo dei fondi ai gruppi consiliari, denaro pubblico destinato alle attività politico-istituzionali ma usato anche per pagare banchetti nuziali , lavanderia, camere d’albergo, abbigliamento, ciotole d’argento, maialetti da arrostire, libri miniati e stilografiche Montblanc da regalare. 

(altro…)

Read Full Post »

ScontriniIl Tesoro aggiorna i dati sui redditi italiani. E spunta l’aumento dei bolli sui passaporti.

ROMA – L’imprenditore può arrivare a guadagnare e a dichiarare sette volte più del suo dipendente. L’operaio guadagna più del contadino. I professionisti quattro volte più dei commercianti.
Il ministero dell’Economia aggiorna i dati dei redditi Irpef dichiarati nel 2012 e scopre un’Italia fatta a scale. Ma emerge anche un Paese dove il carico fiscale pesa sul lavoro dipendente e la crisi colpisce duramente le imprese. I lavoratori dipendenti rappresentano infatti l’82,7 per cento dei 41,4 milioni di concittadini che pagano le tasse. Mentre le imprese vedono flettere i propri redditi: nonostante l’aumento del numero degli studi di settore (riguardano 3,7 milioni di soggetti), il reddito dichiarato è sceso del 5,8 per cento rispetto al 2011. (altro…)

Read Full Post »

Malcom XGrillo incontra Farage e questo per i media è più grave del patto del nazareno Berlusconi-Renzi? Ma vi sembra una cosa normale?

Grillo alza i toni (come ha sempre fatto) e questo fa più scalpore delle preferenze (esattamente 1 milione e 242 mila voti) date a condannati o indagati (Fitto, Mastella, Scopelliti, Soru, Cesa etc etc)?

Per qualcuno è intollerabile essere saliti sul tetto della Camera e non le ripetute violazioni alla Costituzione che vengono commesse ogni giorno in Parlamento?

Ma vogliamo ragionare in modo lucido? Il che non significa non fare sana autocritica ma significa, allo stesso tempo, avere prospettiva. Io l’ho scritto, ci sono rimasto malissimo del risultato alle europee, ma sono passati dei giorni e tutti, non più a caldo, dobbiamo usare il cervello. Siamo entrati soltanto 16 mesi fa in Parlamento e abbiamo messo così paura al “sistema” da spingerlo a schierarsi, in blocco, contro di noi. Pensate che deputati di Scelta Civica, un partito che non esiste più, vanno in TV e commentano felici il risultato del M5S, un movimento che ha preso (nonostante una forte astensione che oggettivamente ci penalizza) quasi 6 milioni di voti! (altro…)

Read Full Post »

SenatoIl premier valuta l’ipotesi di rinviare il varo della legge elettorale ma in cambio chiede certezze a FI sull’abolizione del Senato.

ROMA – Rinviare l’Italicum a dopo l’estate. E in cambio garantirsi un passaggio rapido della riforma del Senato. È questo lo «scambio» che Berlusconi ha proposto a Renzi dopo il tragico risultato delle Europee.
Rinviare all’autunno la riforma elettorale, nel timore che il premier — forte di un consenso senza precedenti — abbia la tentazione di fare piazza pulita e andare al voto quanto prima. In ottobre o nella primavera del 2015. Al contrario all’ex Cavaliere serve più tempo, ne ha bisogno per ricostruire non solo un’alleanza ma un partito uscito con le ossa rotta dal voto di domenica.

Da questo ragionamento prende le mosse l’offerta partita da Arcore verso palazzo Chigi. «Renzi ha problemi con la sinistra del suo partito, che non gli voterà mai un Senato non elettivo. Senza di noi — ha osservato Berlusconi a margine dell’ultima riunione dell’ufficio di presidenza — non va da nessuna parte. Ma ci devono dare la garanzia che non si tornerà subito al voto». (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »