Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2014

Gerini-Green-DropIl Festival del cinema di Venezia è l’occasione per far conoscere al grande pubblico quelle produzioni in concorso che si occupano anche di ambiente e ecologia e proprio un premio, il Green Drop Award ne riconosce il merito.

Il Premio Green Drop Award, voluto dall’associazione Green Cross Italia, che riconosce quelle produzioni in concorso che prestano particolare attenzione alla sostenibilità e all’ambiente, torna puntuale quest’anno al Festival del Cinema di Venezia 2014 con una giuria particolarmente importante: Silvia Scola, vice presidente dell’Associazione Nazionale Autori Cinematografici, Blasco Giurato, direttore della fotografia di Nuovo Cinema Paradiso e Chiara Tonelli che ha capitanato la squadra vincitrice del Solar Decathlon 2014.

La proclamazione della pellicola vincitrice sarà annunciata il prossimo 5 settembre al Lido e il trofeo ambito è la goccia in vetro soffiato del maestro Simone Cenedese che contiene al suoi interno un campione di terra proveniente dall’Antartide. (altro…)

Read Full Post »

Le battute si sono sprecate, in rete e fuori: d’altronde se ad una provocazione (come quella de l’Economist che fa gli interessi suoi) si risponde con un’altra provocazione, questo è quello che si ottiene.
Proprio non serve a nulla, la scenetta col carretto dei gelati, in un momento come questo, dove il paese è in deflazione e non ci sono al momenti spiragli per essere ottimisti.
A parte essere Renzi. Il 40% e passa non dovrebbe far dormire lui, non gli italiani, che a furia di promesse, si potrebbero anche accorgere che il gelato sarà anche buono, ma si scioglie in fretta. (altro…)

Read Full Post »

ProfughiDA CHE PARTE STIAMO
L’unica “civiltà” possibile deve ancora nascere.

È come se fosse caduto il mappamondo e si fosse frantumato in tanti pezzi che non si mettono insieme. Hanno tentato di metterlo insieme parlando di scontro di civiltà, una teoria del politologo americano Samuel Huntington, che ha percorso ciò che restava dei pezzi del mondo dopo la guerra fredda, con la stessa fortuna di un’altra tesi quasi contemporanea, quella della “fine della Storia”, riproposta dal filosofo americano Francis Fukuyama. I due errori si spiegano con una congestione di eventi accaduti tutti insieme, di cui la cultura del mondo ha capito ben poco, salvo notare un solo dato importante: la discontinuità.

(altro…)

Read Full Post »

Giannelli

Read Full Post »

Forza antirussa

Al summit dei leader a Bruxelles sì alla proposta di inasprire le misure L’allarme del premier finlandese “Violato il nostro spazio aereo”.

BERLINO – «Il momento è serio e drammatico, stiamo raggiungendo il punto di non ritorno», ha detto il presidente uscente della Commissione europea, Barroso. «La Russia è in guerra con l’intera Europa», ha incalzato la presidente lituana, Grybauskaite. «Dobbiamo aumentare le sanzioni», ha chiesto il presidente francese François Hollande. Pesano gli scenari e i timori peggiori, sul summit europeo straordinario: i leader dell’Unione europea, incontrando anche il presidente ucraino, Petro Poroshenko, hanno cominciato al loro vertice a prepararsi al peggio. E la scelta operativa più forte è quella della Nato, annunciata dal Financial Times : l’Alleanza costituirà subito una forza mobile di pronto intervento con almeno diecimila uomini, jet da combattimento, aerei da trasporto, carri armati e navi, per garantire la difesa di Baltici e Polonia. (altro…)

Read Full Post »

Giustizia“Ho appena finito di leggere il reale contenuto delle tanto sbandierate decisioni epocali prese ieri dal Consiglio dei Ministri in materia di riforma della giustizia e mi son chiesto: “ma fino a che punto è lecito truffare la buona fede degli italiani?”. Poi, però, ho letto i titoli e gli articoli dei soliti giornali di regime e soprattutto le dichiarazioni di alcuni “illuminati” Ministri e mi sono detto: “ma come possono gli italiani valutare l’effettiva bontà delle suddette riforme, se ad essi vengono propinate notizie così false e fuorvianti da rasentare il reato di truffa?”.
Volete alcuni esempi? Eccoli:
1 – “La Repubblica” così titola quel che sarebbe stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri: “La rivoluzione Giustizia, prescrizione congelata, nuovo falso in bilancio e vacanze dimezzate”;
2 – “Il Corriere della Sera” così sintetizza l’umore del Governo: “il Premier Renzi parla di rivoluzione, il Ministro della Giustizia Orlando è molto soddisfatto perché è riuscito a far varare dal Consiglio dei Ministri l’intero pacchetto Giustizia”; (altro…)

Read Full Post »

Informazione

POSIZIONAMENTI.

Non è piaciuto il gelato, ma non ha entusiasmato nemmeno il “big bang”. I giornali del dopo consiglio dei ministri di venerdì non ci vanno leggeri né con la pantomima del gelataio dentro al chiostro di Palazzo Chigi, né con le norme “sblocca-Italia” emerse dal confronto tra i ministri. Nel Paese arrivato al punto più basso degli ultimi anni nella propria parabola economica, mentre gli italiani imparano sulla propria pelle il significato della parola “deflazione”, le slide sugli investimenti in cantieri vecchi e nuovi e le proposte sulla giustizia, hanno trovato davanti un muro di gufi scettici. Da Repubblica al Corriere della Sera, alla Stampa, le bocciature sulla capacità dei provvedimenti di produrre un qualche sviluppo sono state nette. Resistono, in alcune ridotte, gli estimatori del presidente del Consiglio. Se Mario Ajello sul Messaggero, annota, in un discorso tutto politico, che Matteo ha imparato a cambiare ritmo, la Gualmini, sulla Stampa, si lancia in una perorazione al di là di ogni qualsivoglia analisi economica auspicando che, probabilmente, l’ottimismo ostentato dal premier “non sia proprio l’unica cosa da fare”. Dopo, effettivamente, non resta che pregare. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »