Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2015

TsiprasA PRESADIRETTA un’inchiesta appassionante sulle ricette dell’austerity, che dall’inizio  della crisi economica a oggi, governano le nostre vite. Sono in molti ormai a dire che la scelta dell’economia del rigore non ha funzionato.
In questa puntata di PRESADIRETTA Riccardo Iacona ha intervistato il ministro dell’Economia e delle Finanze  Pier Carlo Padoan.

L’inchiesta di PRESADIRETTA ha esplorato le riforme del governo Renzi per capire se è possibile coniugare i severi parametri europei con la ripresa del paese. Per capire cosa c’è davvero dietro ai numeri degli economisti. (altro…)

Read Full Post »

RifiutiTra neanche 24 ore avranno già 10 giorni di vita le nuove “linee-guida” nazionali per la classificazione dei rifiuti, e hanno già fatto più danni della grandine: «Poche frasi e non una trattazione sistematica di un tema così complesso», è stato l’immediato giudizio dell’Associazione italiana esperti ambientali, ma comunque (o forse proprio per questo) in grado di gettare nel caos il settore:

Per effetto di tali linee guida, come ormai noto, trascorsi i 180 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del D.L. 91/2014 (ossia proprio dal 18 febbraio scorso), due terzi dei rifiuti speciali italiani insieme a una frazione degli urbani – fanno circa 100 milioni di tonnellate – hanno una destinazione assai incerta.  «Se non si può dimostrare con analisi accurate che sono innocui – spiega Jacopo Giliberto sul Sole 24 Ore – tutti i rifiuti delle attività economiche (“speciali”) diventano automaticamente “pericolosi”. (altro…)

Read Full Post »

Camera dei deputatiSTORIA DIFFICILE.

Per la sinistra e per l’Europa, la questione palestinese è un irrisolto ricorrente dilemma. Non solo per loro, intendiamoci: il conflitto tra israeliani e palestinesi attraversa tutto il dopoguerra e resta un capitolo aperto nonostante guerre e accordi, Nobel e attentati, intifade e ritorsioni. Anche l’America, che s’è sempre schierata con Israele, nei momenti della verità, quale che fosse il presidente o l’Amministrazione, discute e spesso si contraddice: regolarmente, il Congresso vota il trasferimento dell’Ambasciata degli Usa da Tel Aviv a Gerusalemme e regolarmente da anni, quale ne sia il colore, l’Amministrazione ignora l’invito. (altro…)

Read Full Post »

ZagrebelskyPotremmo cominciare questa conversazione con Gustavo Zagrebelsky così: a che punto stiamo? Non è un particolare che la chiacchierata avvenga su un Frecciarossa, treno ad alta velocità, simbolo della politica futurista dei rottamatori. Non è un particolare che si sia diretti a Firenze, la neocapitale del potere. E, aggiunge il professore, “nemmeno che il vagone più lussuoso si chiami executive. Subito dopo c’è la carrozza business. Esecutivo e affari sono una bella simbiosi”. Su Repubblica qualche giorno fa è apparso uno stralcio dell’intervento di Zagrebelsky che oggi (ieri per chi legge) inaugura la due giorni di Libertà e Giustizia. Il tema è l’esecutivo pigliatutto. “Alcuni colleghi, dopo aver letto l’articolo, mi hanno scritto che mi avrebbero bocciato all’esame di diritto costituzionale. Secondo la visione di Rousseau, il corpo legislativo esprime la sovranità nazionale e l’esecutivo la esegue. L’altra scuola dice che l’esecutivo è il governo, che detta l’indirizzo politico. Quando io dico che siamo in un’epoca esecutiva, intendo che il governo non decide più sui fini. Realizza compiti che gli sono assegnati e a cui non si può sottrarre”. (altro…)

Read Full Post »

CuperloROMA – Secondo i renziani erano in duecento.
Cento al massimo, ribattono le minoranze. Come al solito la verità sta nel mezzo e stavolta Matteo Renzi non può rallegrarsene, visto che la riunione convocata di venerdì pomeriggio raccoglie un terzo dei parlamentari dem. «Abbiamo offerto un’occasione di confronto in più — ragiona il premier durante la segreteria che precede il summit — polemiche e lamentele sono incomprensibili. Ogni scusa è buona per attaccarmi». Poi, durante l’incontro, sostiene: «Forse ho sbagliato a mettere troppi temi, comunque a me piace ascoltare». E ancora: «È un pomeriggio utile e sto imparando tante cose». I suoi centurioni, nel frattempo, ribattono agli attacchi. «Non credo ci sia motivo per lamentarsi — sostiene Maria Elena Boschi — ma se uno preferisce non partecipare rispettiamo le sue scelte». E il vicesegretario Lorenzo Guerini: «Mi pare ci sia stato un eccesso di polemica, che a mio parere non è utile».

(altro…)

Read Full Post »

Landini

IL 28 MARZO LA PRIMA MOSSA DELLA “COALIZIONE SOCIALE” CHE RACCOGLIE L’OPPOSIZIONE AL GOVERNO: “IL PREMIER RISPONDE AGLI ORDINI DELLA BCE”.

“Renzi, non abbiamo nulla da perdere”. Maurizio Landini sintetizza così, al termine di due ore di intervento, l’iniziativa della Fiom a Cervia (Ravenna). Senza nascondere la sconfitta subita dal sindacato sul Jobs Act, il segretario della Fiom propone all’assemblea dei delegati della sua organizzazione un piano di battaglia che culminerà il 28 marzo in una grande manifestazione a Roma. Una “primavera dei diritti” che avrà un obiettivo preciso: Renzi e il suo governo. Una iniziativa politica tipica di un sindacato che, come ha ricordato lo stesso Landini, “fa politica da 114 anni”. Una giornata che rappresenterà le prime mosse di quella “coalizione sociale” proposta nei giorni scorsi e ieri rilanciata con molta nettezza. (altro…)

Read Full Post »

Vauro

Read Full Post »

Older Posts »