Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2015

ilva_taranto

La recente riforma ha cancellato dal Codice penale la frode fiscale realizzata attraverso l’ elusione con “abuso del diritto”.

L’intento con cui vengono fatte le leggi spesso si vede dai loro effetti: l’“abuso del diritto” non è più reato, e per questo il processo ai danni dell’ex patron dell’Ilva, Emilio Riva (morto nell’aprile 2014), due ex manager del gruppo e un dirigente della Deutsche Bank per una presunta frode da 52 milioni di euro si è concluso ieri con l’assoluzione degli imputati.   È l’effetto del combinato disposto di due decreti attuativi della delega fiscale approvati dal governo Renzi ed entrati in vigore il primo ottobre.Il motivo? Hanno depenalizzato l’abuso del diritto, il comportamento che racchiude tutte le operazioni che, pur nel rispetto formale delle norme, realizzano vantaggi fiscali indebiti per le imprese, ma con effetti anche sulla frode fiscale realizzata proprio mediante esso.  (altro…)

Read Full Post »

Il dossier Un rapporto del ministero del 2011, usato in questi anni come guida per le politiche fiscali, consiglia limitare il cash per arginare l’evasione.

Non esiste,a mia conoscenza, una correlazione tra limite all’utilizzo del contante ed estensione dell’economia s o m m e r s a ” . I l m i n i s t r o dell’Economia Pier Carlo Padoan è cauto ma netto nel Question time alla Camera sulle misure nella legge di Stabilità. Eppure uno studio che lega utilizzo del contante ed evasione esiste e per Padoan non dovrebbe essere difficile trovarlo:è sul sito del ministero dell’Economia e delle Finanze. Si chiama Economia non osservata e flussi finanziari, un rapporto del 2011 commissionato dall’allora ministro Giulio Tremonti e affidato a Enrico Giovannini, all’epocapresidentedell’Istat e poi ministro del Lavoro. Era il primo tentativo di mettere insieme le informazioni di tutti soggetti che lottano contro elusione ed evasione, dall’Agenzia delle Entrate all’Inps, all’Inail, per capire le dimensioni del sommerso e come farlo emergere.   (altro…)

Read Full Post »

SI discute molto della definitiva e autorevole marchiatura delle carni conservate: cancerogene. Vanno ad aggiungersi al tabacco, all’alcol, ai formaggi, ai cibi grassi, alla vita sedentaria, agli stupefacenti, agli stimolanti, agli stravizi sessuali, alle infinite cause di malattia e deperimento che ci accompagnano, spesso seducenti tanto quanto nocive. I gaudenti bollano queste premure sanitarie con una celebre battuta, “per morire sani vogliono farci vivere da malati”. Vale aggiungere che è la vita in sé a consumare il vivente e a tendere al suo inevitabile esito, che è la morte; e che di queste campagne dobbiamo apprezzare le intenzioni giudiziose e le informazioni scientifiche, tenendo però a bada la tentazione moralista/perfezionista che le veicola, nonché l’isterismo “purista” di chi sogna un mondo di soli sani.

(altro…)

Read Full Post »

MarinoMesi fa l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, capo di Stato maggiore della Marina militare, visita una caserma pugliese, la trova piena di erbacce ad altezza uomo e fa una battuta sarcastica: “Se non bastano i soldi per falciare i prati, potete comprare delle caprette”. Anziché farsi una risata e darsi da fare, i sottoposti lo prendono sul serio e almeno due caserme acquistano interi battaglioni di capre e montoni: nella base di Grottaglie (Taranto) optano per quelle di razza tibetana, mentre a Venezia scelgono quelle alpine. E i marinai, addestrati a navigare, si improvvisano pastori d’alta montagna. Senza contare che, oltre a brucare l’erba in eccesso (ma non solo: pretendono pure il mangime), le simpatiche bestiole sporcano (chi lo spala il letame?), vagano in ogni dove e, soprattutto, incornano. Specie se costrette e vivere all’addiaccio, senza un riparo per la pioggia. (altro…)

Read Full Post »

TakeLa nota vicenda della “carne che fa venire il cancro” ha suscitato dibattiti più o meno scientifici e gustose ironie, compresa la storia della donna più vecchia del mondo che da un secolo fa colazione con uova e pancetta, finoall’incazzatura di Coldiretti per i possibili effetti sull’occupazione di notizie negative sul consumo di carne.

Ovvio che ognuno può mangiare quel che gli pare e quasi niente fa davvero male se non se ne abusa.

Tuttavia, da vegetariano quasi trentennale, aggiungo che il dibattito in merito viaggia (soprattutto in Italia) su binari forse un po’ sbilenchi. (altro…)

Read Full Post »

“In un paese serio”: ha usato più o meno queste parole l’ex candidato del partito del FARE Oscar Giannino, in un tweet in cui si univa al coro che chiedeva la testa del capo dell’Agenzia delle Entrate, Orlandi.
Dimissioni chieste dal sottosegretario Zanetti a seguito della sua uscita: se va avanti così, l’agenzia muore.
Vietato criticare il capo o il governo, nell’Italia dell’ottimismo: zitta e pedala, ammoniva il sottosegretario.
E Giannino ha rincarato la dose spiegando come, in un paese serio chi dissente dal capo se ne debba andare. (altro…)

Read Full Post »

Niente panico (Biani)

Biani

Read Full Post »

Consultati gli assessori prima di ritirare le dimissioni Idea di un blitz in aeroporto per parlare con il premier.

ROMA – È davvero stretto e impervio, il sentiero sul quale il sindaco Ignazio Marino ha scelto di incamminarsi. Lui lo sa. Ma, nonostante le difficoltà, ha ormai deciso: «Andrò fino in fondo». Senza lasciare nulla di intentato. Il che significa sondare assessori e consiglieri per capire su quali numeri può ancora contare, saggiare l’umore delle truppe, verificare le basi di una resistenza a oltranza che vorrebbe dire mettersi per sempre fuori dal Pd.

(altro…)

Read Full Post »

Casaleggio

Stile Podemos Il fondatore del Movimento scende a Roma e annuncia il cambio: “Dobbiamo vincere, cerchiamo i voti”.

Roma val bene una svolta. Un cambio di pelle e di prospettiva: da Movimento solo per attivisti doc, a un M5s spalancato a donne e uomini di associazioni e movimenti civici. Da inglobare in lista, come benzina preziosa per prendersi il Campidoglio. Convinto che quella per Roma sia la partita delle partite, e che “perderla sarebbe imperdonabile”, il co-fondatore dei Cinque Stelle Gianroberto Casaleggio si presenta tra la sorpresa generale alla Camera, con il cappellino d’ordinanza. E con il Direttorio e le parlamentari romane Roberta Lombardi e Paola Taverna mette nero su bianco la sterzata: nella lista per il Campidoglio si lascerà largo spazio a esponenti di movimenti civici, associazioni ambientaliste,comitati di quartiere.   (altro…)

Read Full Post »

DUELLO ALL’ULTIMA CURVA Ha ragione Rossi o ha ragione Marquez? Una risposta che non interessa gli ultras dei social, anche se punire soltanto uno è stato un errore.

Travolti da un più che solito cicaleccio nei social di fine ottobre, appare sempre più difficoltoso rispondere a quella che rimane la domanda vera: Valentino Rossi ha torto o ragione? La risposta non interesserà agli ultrà, che ieri insultavano Iannone (reo di aver superato Rossi in Australia) e ora gli chiedono di “sdraiare” Lorenzo a Valencia. In Rete pullulano filmati atti a dimostrare che Marquez “ha colpito Rossi sulla gamba col casco”. Una ricostruzione tipo “gomito che fa contatto col piede” di Elio.   QUEGLI STESSI filmati dimostrano però che Marquez è colpevolequantoRossi,opoco meno. Non è sbagliato punire Rossi: è sbagliato non aver punito anche Marquez. Piano con la morale facile: non esiste epica senza scontri “spietati”. (altro…)

Read Full Post »

renzi-squinziBLUFF La mazzata vera già a bilancio dal 2017 al 2019   Gli sgravi fiscali vanno tutti a loro, briciole agli statali, tagli a servizi e pensionati.

Giorgio Squinzi, bontà sua, teme per la manovra scritta dal g o v e r n o : “ N e l l e prossime due settimane si scatenerà l’assalto alla diligenza. Mi auguro che il governo riesca a tenere”. Le preghiere del presidente degli industriali si devono a un fatto molto semplice: sa che la diligenza non è proprio di quelle ricche, in compenso il poco che porta è in gran parte suo, degli interessi che rappresenta, del ceto sociale a cui appartiene.   Una legge di Stabilità   piccola piccola   Partiamo dal quadro generale, per dire che poca cosa sia questa legge di Stabilità. Il valore in termini di indebitamento netto nel 2016 è pari a 28,7 miliardi di euro, con coperture a deficit di 14,5 miliardi. Sembrerebbe una grande operazione fiscale, ma non è così: è più un grande spettacolo di illusionismo. Il meccanismo è il seguente: una gran parte di quella grossa cifra serve a spostare di un anno l’aumento automatico di Iva e accise per 16,8 miliardi, dunque la manovra netta vale meno di 12 miliardi. (altro…)

Read Full Post »

carne rossaCritiche da tutto il mondo dopo l’allarme tumori Il ministro Lorenzin: i nostri prodotti sicuri.

ROMA  – Barack Obama sull’Air Force One ha pranzato con hamburger e bacon. Il ministro dell’Agricoltura tedesco Christian Schmidt ha paragonato i wurstel alla luce del Sole: «Fanno bene se assunti con moderazione». Per il suo collega australiano Barnaby Joyce «Associare salsicce e sigarette è una farsa». Un cliente del mercato trionfale a Roma ha comprato la carne e poi sorriso: «Se fa male come le sigarette, tanto vale fumare». E un lettore del New
York Times , reduce da un cancro, ha commentato sul sito: «Tanto tumori e salsicce resteranno sempre un mistero». La frase riecheggia la battuta del preveggente Bismarck, secondo cui non bisognerebbe mai vedere come si fanno le leggi e le salsicce.

(altro…)

Read Full Post »

se la ridonoIl governo annuncia una propria “strategia” di contrasto. Che però non esiste.

È gente senza vergogna. Per questo si resta senza parole: non c’è confronto possibile con chi mente sapendo di mentire. Ce l’hanno con Rossella Orlandi, la direttrice dell’Agenzia delle Entrate. Ha detto che il governo sta pregiudicando l’accertamento delle imposte e la lotta all’evasione fiscale. Si riferiva alla diaspora di 750 dirigenti che, declassati a impiegati (con stipendio congruamente ridotto) per via di una sentenza della Corte costituzionale che ha giudicato illegittimi i concorsi interni, hanno cercato posti di lavoro dove la loro professionalità fosse adeguatamente apprezzata. Manco a dirlo, li hanno trovati: la concorrenza (studi professionali prima di tutto) li ha accolti calorosamente. (altro…)

Read Full Post »

SEICENTO milioni di euro in più destinati alla lotta alla povertà. Aggiunti a quelli già stanziati in questo settore per diversi istituti, portano a concentrare sul contrasto alla povertà, in particolare minorile, un miliardo e seicento milioni circa di euro. Molto meno di quanto sarebbe necessario, ed anche molto meno di quanto stanziato per l’eliminazione della Tasi sulla prima casa anche a persone abbienti. Si tratta tuttavia di una svolta, se non epocale come sostiene il governo, certo importante nel policy making italiano. Non siamo ancora all’introduzione di un reddito minimo per chi si trova in povertà.

(altro…)

Read Full Post »

Crozza

Read Full Post »

TRA i danni collaterali dei quali Tony Blair e George Bush dovrebbero rispondere per avere mosso guerra a Saddam sulla base delle carte false preparate dai servizi segreti britannici (le famose armi di distruzione di massa…), dovrebbe annoverarsi l’imbarazzo dei tanti commentatori che all’epoca davano del mollaccione e del panciafichista a chi dubitava della “bontà” di quella guerra; e oggi, ammesso ne abbiano coscienza, potrebbero scusarsi, nel loro piccolo e piccolissimo, tanto quanto ha fatto l’ex premier inglese. Passando a un danno ben più grave, la definitiva ammissione che quella guerra fu, nei suoi presupposti, una contraffazione, ha come inevitabile conseguenza l’indebolimento etico e politico di un eventuale intervento sul campo dei Paesi occidentali, in Siria e forse in Libia, contro il sedicente Stato Islamico; questo sì, con ogni probabilità, di vitale importanza per i diritti umani presenti e futuri (sottoscrivo alla lettera quanto scritto in proposito da Adriano Sofri). (altro…)

Read Full Post »

ValentinoIn gita premio in Perù, Matteo Renzi è stato a lungo incerto se telefonare a Rossella Orlandi, scriteriatamente scaricata dal suo sottosegretario Zanetti, oppure a Orfini e Marino, per mettere fine alla pochade che sta coprendo di ridicolo il Pd,Roma e l’Italia.Alla fine ha chiamato Valentino Rossi,portando il fondamentale contributo del governo al grande piagnisteo nazionale sul complotto planetario ai suoi danni.Quel che è accaduto domenica nel penultimo Gran premio di Sepang in Malesia l’han visto e rivisto tutti: con Pedrosa e Lorenzo in fuga, Rossi è impegnato in una serie di sorpassi e contro sorpassi con Marquez,finché al settimo giro rallenta all’improvviso e cambia traiettoria all’uscita di una curva, allargandosi in cerca del contatto col rivale spagnolo. Questi lo sfiora e lui lo allontana col piede o con la gamba facendogli perdere l’equilibrio. Nella peggiore delle ipotesi è una scorrettezza gratuita, nella migliore un fallo di reazione. (altro…)

Read Full Post »

La mossa di una rete di giuristi, sinistra dem e 5Stelle E c’è anche il referendum. Renzi: “Assicura stabilità”.

ROMA – Contro l’Italicum proprio come avvenne per il Porcellum.
Ricorsi a raffica nei tribunali che puntano diritto alla Consulta, e pure due quesiti referendari in Cassazione. Protagonista della manovra a tenaglia contro la nuova legge elettorale approvata il 4 maggio, ma in vigore solo nel luglio 2016, è il Coordinamento per la democrazia costituzionale. Nato il 24 febbraio, raccoglie costituzionalisti di grido come Gustavo Zagrebelsky, giuristi come Luigi Ferrajoli, avvocati come Felice Besostri, ex parlamentari come Cesare Salvi, Giovanni Russo Spena, Pancho Pardi, associazioni come Libertà e giustizia e Articoli 21, gruppi politici (dalla sinistra del Pd a Sel) e sindacali, che hanno due “nemici” in comune, l’Italicum e la riforma costituzionale.

(altro…)

Read Full Post »

Su Ignazio Marino sindaco di Roma si può pensare tutto il male possibile: che sia stato gravemente inefficiente e troppo assente, che all’inizio abbia chiuso un occhio o forse entrambi su Mafia Capitale, che sui famosi scontrini non l’abbia raccontata giusta. Anche il comizio di domenica davanti ai tanti fedelissimi raccolti in piazza del Campidoglio può essere visto come l’ennesima esibizione di un personaggio che non rinuncia alla luce dei riflettori (e delle tv) e che intende vendere cara la pelle nella guerra che gli ha scatenato contro il Pd.   Ma se l’intemerata del cosiddetto Marziano (mah) riuscirà a rendere un po’ più trasparente la vicenda della sua estromissione decisa nelle segrete stanze con procedure degne di una repubblica caucasica, ben venga l’invocazione“Ignazio resisti”. (altro…)

Read Full Post »

giannelli

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »