Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2016

Travaglio

Confronto tra Marco Travaglio, direttore de Il Fatto Quotidiano, e Rosy Bindi, presidente della commissione antimafia, situazione campana del Pd nel corso di Otto e Mezzo (La7). Travaglio prende spunto dalle dichiarazioni rese dal governatore della Campania alla rubrica settimanale #matteorisponde di Matteo Renzi e menziona le liste dei candidati impresentabili alle elezioni regionali del 31 maggio scorso. “In quell’elenco” – ricorda Travaglio – “c’era anche lo zio di Stefano Graziano.

(altro…)

Read Full Post »

renzi-padoan

Il premier Renzi: “Fossi uno di quelli che aveva i soldi lì andrei ad abbracciare Padoan”. Codacons: “Decreto irricevibile, crea inaccettabili discriminazioni tra risparmiatori danneggiati. Lo impugneremo per ottenere l’annullamento dalla Corte costituzionale”. Il consiglio dei ministri ha approvato anche misure per accelerare il recupero crediti: in pegno alla banca i beni dell’azienda.

Il provvedimento approvato venerdì sera dal consiglio dei ministri punta a ”risolvere definitivamente tutti i problemi del mondo bancario”. Così il premier Matteo Renzi, con notevole ottimismo, ha commentato il via libera al decreto banche che contiene tra il resto le norme sui rimborsi per gli obbligazionisti subordinati di Banca Etruria, Banca Marche, Cariferrara eCarichieti, “risolte” a novembre azzerando i risparmi di migliaia di clienti. (altro…)

Read Full Post »

L’analisi.

Il provvedimento approvato ieri prova a limitare il problema politico causato dalle norme Ue. Nonostante Atlante gli attriti restano.

MILANO – C’è un filo rosso che lega il fondo Atlante, presentato ieri dal professor Alessandro Penati in un lussuoso albergo al centro di Milano, e il decreto sulle banche approvato poche ore dopo a Roma dal Consiglio dei Ministri presieduto da Matteo Renzi.
Quattro mesi dopo l’entrata in vigore delle norme europee che prevedono siano gli investitori, e non più i contribuenti, a pagare il costo dei salvataggi bancari, l’Italia prova a evitare le conseguenze più tossiche del cosiddetto “bail-in”.

(altro…)

Read Full Post »

L’altra sera, mentre guidavo, ero all’ascolto di Sebastiano Barisoni che a Radio 24 cercava, disperatamente, di spiegare agli ascoltatori come la barriera del Brennero, progettata dall’Austria al confine con l’Italia, fosse puro autolesionismo visto che a pagare il prezzo del blocco in termini di traffico e commerci, saremmo stati noi ma anche loro.

E io, disperatamente, prendevo nota di una vera contabilità dell’assurdo che l’indomani ho ritrovato sui giornali. Ore di ritardo che per ogni Tir possono costare 60 euro e oltre, con una perdita secca tra i 5 e i 10 miliardi per la nostra economia, e fino a 2 miliardi per quella austriaca. Per evitare le file mostruose che si formeranno al valico, i carichi provenienti dall’Italia saranno costretti a percorrere tragitti molto più lunghi e costosi attraverso Svizzera e Francia. L’inizio della fine per l’epoca felice di Schengen e della libertà dalle barriere. (altro…)

Read Full Post »

natangelo

Read Full Post »

Read Full Post »

TUTTO è bugiardo, in questa storia, a cominciare dai nomi delle cose. In un posto che si chiama Parco Verde e che non è un parco ma un serpente di palazzi e non è verde — di verde ha solo i calcinacci dell’intonaco sbrecciato — una bambina di sei anni a cui hanno messo nome Fortuna viene spinta giù dal terrazzo condominiale, otto piani, perché ha detto di no, questa volta, all’incredibile serie di violenze «croniche e reiterate», si legge nelle carte del tribunale, di un uomo di 44 anni: il padre della compagna di giochi e di pianerottolo da cui passava i pomeriggi. Quali giochi, che pomeriggi.
Tra i primi a piangere il cadavere scende un altro inquilino dello stabile, accusato mesi prima insieme alla moglie di violenza su minori. Quali lacrime.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »