Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2016

C’è un (presunto) evasore che gira in Ferrari. Anzi, secondo la legge non è un evasore, è un nullatenente che gira in Ferrari.
I suoi beni sono intestati alla moglie che abita a Montecarlo. Di beni personali, aggredibili, non ne ha.
Come non ha beni Formigoni, senatore della repubblica, condannato a pagare 5000 euro a Report per una querela temeraria. Niente conti, niente beni.
Forse per questo, l’ex presidente di BPVI Zonin sta intestando i suoi beni alla moglie (prima che si muova la magistratura, senza che ABI o altri facciano qualcosa). Mala tempora ..

Ma non c’è solo l’evasione: ci sono anche corrotti e corruttori. Imprenditori e politici che si mettono d’accordo per mettere in piedi progetti inutili in cui i soldi per dividersi i soldi pubblici.
Soldi che poi quando mancano, vanno presi della spesa per la sanità, per la ricerca, per adeguare finalmente gli stipendi del pubblico…
Se poi la corruzione riguarda la criminalità organizzata, il problema diventa ancora più virulento: la forza delle mafie sta nel potere intimidatorio e nella loro capacità nel poter entrare nelle stanze del potere, come candidati, come portatori di voti.

Per questo la vicenda del presidente del PD in Campania è grave: dal punto di vista processuale, Graziano avrà modo di far valere le sue ragioni.
Dal punto di vista giudiziario, è innocente fino a condanna definitiva.
Dal punto di vista politico dobbiamo seguire un altro ragionamento: per l’accusa che gli viene rivolta, è opportuno o no che faccia un passo indietro?
Non è una domanda scontata e non esiste una risposta che sia vera sempre. E’ la politica, di fronte ai propri elettori, che deve saper fare questa scelta, in modo trasparente ed onesto.

Quelli che tirano in ballo il giustizialismo, che da una parte rivendicano la superiorità della politica e dall’altra si nascondono dietro la presunzione di innocenza commettono un errore, sono disonesti intellettualmente.
Nessuno, nemmeno Davigo, nemmeno Travaglio (che oggi sono considetati da renziani e berlusconiani i responsabili dei problemi del paese) dice che tutti i politici rubano.
Non l’hanno mai detto.
Ma i politici che si fanno scudo con la prescrizione, con le immunità (che dovrebbero proteggere solo per questioni inerenti l’attività politica), con le leggi ad personam infangano tutta la categoria.
Lo dice oggi il presidente Mattarella: “La corruzione politica è la più grave”.
Più grave perché aggrava di molto quel senso di ingiustizia che sta avanzando nel paese, per la forbice che si sta allargando tra chi sta sopra e chi sta sotto.

Sotto, le persone alle prese con le code per le visite, alle prese coi contratti rinnovati di anno in anno, pagati coi voucher o in nero.
Senza tutele, senza casa, senza una sicurezza, senza il futuro.

E sopra quegli imprenditori che girano in Ferrari non avendo beni.
Quegli imprenditori che vincono gli appalti perché conoscono le scorciatoie e i politici giusti.
O sbagliati, dal punto di vista della Democrazia.

E ora che l’ho scritto, mi prenderò anche io del Qualunquista!

Da unoenessuno.blogspot.it

Read Full Post »

Prescrizione

Comanda Ncd. La trattativa nel governo va avanti, ma l’accordo ancora non c’è. Matteo vuole il compromesso, qualunque esso sia.

Se vi hanno dato dei numeri, giocateli al Lotto. I numeri non ci sono”. La battuta – riferita ai “nuovi” tempi della prescrizione – arriva ieri sera da una fonte renziana, parecchio impegnata nella pratica. Tra ieri e l’altroieri, il Senato è stato tutta una riunione. Obiettivo di Palazzo Chigi? Arrivare a un accordo sulla prescrizione nella maggioranza. Un compromesso al ribasso, rispetto al testo uscito dalla Camera. Per ottenere da una parte una legge da offrire all’opinione pubblica. (altro…)

Read Full Post »

L’ex capo della Protezione civile non è più il candidato di Forza Italia, che invita gli alleati a sostenere l’imprenditore “per costruire ovunque un centrodestra nel quale i valori liberali e quelli della destra democratica possano convivere costruttivamente”. Ma il segretario della Lega risponde subito picche e la leader di Fratelli d’Italia ironizza: ”Ora mi aspetto che Fi e Marchini convergano su Giachetti…”.

Dopo un braccio di ferro durato due mesi, Forza Italia cambia cavallo per le elezioni comunali di Roma e spiazza gli alleati: “Con il dottor Guido Bertolaso abbiamo deciso di sostenere e fare nostra la candidatura dell’ingegner Alfio Marchini. Non è una scelta nuova. Marchini era stato la nostra prima opzione, ed era caduta per i veti posti da un alleato della coalizione”. Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota. Scatenando un nuova rissa nel centrodestra. (altro…)

Read Full Post »

Un pannicello caldo. E sono anche capaci di farlo diventare un fazzoletto tiepido. Si tratta della prescrizione com’è uscita dalla Camera e come uscirà dal Senato. Aumentano i termini di prescrizione per la corruzione: 18; che va bene. Solo che, per tutti i reati prodromici, i termini restano invariati. Parlando di corruzione fatta con i soldi, arrivano dal falso in bilancio e dalla frode fiscale. Si fa “nero”, si fanno alchimie sul risultato di esercizio ed è pronto un bel gruzzolo. Ma per questi reati la prescrizione resta a 7 anni e mezzo e 8. Prescrizione garantita. Nessuno confessa e nessuno patteggia: così un’indagine cominciata a distanza di 3/4 anni da questi reati (prima nessuno ne sa nulla perché GdF e Agenzia delle Entrate esaminano verifiche e accertamenti con questo ritardo) tutto si chiude prima che sia possibile capire dove sono finiti i soldi. (altro…)

Read Full Post »

Hamdi Ulukaya è un pastore curdo che vent’anni fa, stufo di mangiare solo yogurt, scese dalle montagne e partì per New York in cerca di fortuna. Per dieci anni assaggiò la vita dura del migrante e arrivò a rimpiangere i suoi yogurt: quelli americani non avevano sapore. La fortuna arrivò nel 2005, sotto forma di una mail che Hamdi si ritrovò per sbaglio sulla casella postale. Era di un’agenzia immobiliare che metteva in vendita un impianto per la produzione di yogurt. Hamdi si convinse che il destino stesse bussando alla sua porta e avesse una consistenza cremosa. Accumulò debiti pur di comprare l’impianto e impiegò due anni per riprodurre il gusto della sua infanzia. (altro…)

Read Full Post »

FABRIZIO Corona si è preso un lusso che — a mia memoria — fu solo di Enrico Cuccia. Braccato per la strada da un intervistatore con telecamera (uno di quei pedinamenti mediatici che sono ormai un risaputissimo format televisivo) non gli ha risposto sillaba, camminando per parecchi minuti come se non esistessero microfono e telecamera. Unico neo di una performance che personalmente ho molto gradito (a meno che il braccato non sia un criminale nazista, mi viene sempre spontaneo stare dalla sua parte), Corona impugnava un telefonino con il quale probabilmente riprendeva la scena.

(altro…)

Read Full Post »

renzi-magistrati

“Ve ne arrestano uno al giorno”. “Pensate a Quarto e a Livorno”. “Ma noi i nostri li espelliamo e voi i vostri no”. “Ma noi vogliamo le sentenze e intanto i nostri si autosospendono”. “Sì, ma dal partito, non dalla poltrona e dallo stipendio”. “Noi abbiamo Cantone”. “Sì, ma non avete voluto Gratteri e avete insultato Davigo”. “No, è lui che ha detto che siamo tutti ladri”. “Infatti ve ne arrestano uno al giorno”… Manca solo “gnegnè” e poi, col dibattito tra le due forze politiche rimaste sul campo, e cioè il Pd e i 5Stelle, siamo all’Asilo Mariuccia. Ora, i 5Stelle esagerano per eccesso e il Pd per difetto. Non tutti i politici sono ladri o mafiosi. (altro…)

Read Full Post »

clima-co2-gas-serraI dati del nuovo Climate report della Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

Ronchi: «Per attuare l’Accordo di Parigi è necessaria una nuova Strategia energetica nazionale»

Secondo i dati diffusi oggi dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile nel suo ultimo Climate report, presentati dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi, nel 2015 le emissioni di gas serra in Italia sono aumentate di circa il 2,5%, circa 3 volte tanto la crescita del Pil (che ha segnato un +0,8%). Si tratta di una stima ancora più drammatica di quella fornita dall’Ispra solo pochi giorni fa, che presentando dati preliminari ha delineato un aumento della CO2eq pari a +2%. (altro…)

Read Full Post »

scuola

I test sono in programma da giovedì 28 aprile a martedì 31 maggio, poi in estate gli orali. In palio oltre 60mila cattedre in tutta Italia. Per alcuni scremature minime, per altri competizione durissima. E nel 2017 serviranno ancora supplenti.

Il giorno del concorso scuola 2016 è finalmente arrivato. Un mese di prove scritte, da giovedì 28 aprile a martedì 31 maggio, poi in estate gli orali: otto domande al pc (computer based), di cui sei a risposta aperta e due di lingua straniera a scelta multipla, più un colloquio di 45 minuti per chi andrà avanti. In palio 63.712 cattedre in tutta Italia. È il concorso più atteso e più controverso che la scuola ricordi. Il Ministero ci ha messo mesi per pubblicare il bando. I docenti precari estromessi dal piano straordinario di assunzioni della riforma lo contrastano da oltre un anno, rivendicando anche loro il diritto alla stabilizzazione. (altro…)

Read Full Post »

Sogniamo una volta di più con Dolce Forno Picierno, la donna che non ne indovina una neanche per sbaglio. Idolo.

PDDa facebook.com/Andrea-Scanzi

Read Full Post »

Possiamo vedere la foto dell’Europa dall’alto.
L’Austria che blocca le frontiere e procede ai controlli al Brennero, oggi il primo ministro si incontra con Alfano: di cosa parleranno? Del rischio che l’Italia si trasformi in un grande hub, coi migranti che sbarcano a sud e non riescono ad andare a nord?

Il ritorno della Troika in Grecia: si sono trovati così bene in Grecia che anche quest’anno tornano a fare visita.
Il FMI chiede nuovi sacrifici alla Grecia che ora non ci stà: Tsipras ha chiesto un tavolo politico, ma l’inflessibile Shauble ha risposto nein.
L’Europa è unita solo su conti economici, austerità, fiscal compact.
E le quote dei migranti di cui ciascun paese doveva farsi carico?
Pensiamo veramente che innalzando i muri e bloccando i confini si risolva tutto?
La guerra in Siria (e gli altri conflitti) non è terminate e i trafficanti di uomini non sono stati bloccati (creando dei corridoi umanitari). (altro…)

Read Full Post »

Brennero: barriere a maggio. Renzi: “È contro le regole della Ue”. Viminale: “Profughi seguono rotta inversa”.

BRENNERO – Dice il capo della polizia tirolese, Helmut Tomac: «Non minacciamo nessuno». È la chiosa surreale di una conferenza stampa scandita da toni perentori e ultimativi. L’Austria ha presentato nei dettagli la barriera anti- profughi che sarà installata al confine del Brennero. Per «rimandare in Italia chi non può entrare da noi». Il «management dei controlli», come lo chiamano, partirà a fine maggio e impegnerà 250 gendarmi oltre ai soldati: gestiranno il nuovo sistema «protezionista» che ha il suo fulcro nel reticolato metallico, lunghezza 370 metri, altezza da 2,5 a 4, sul confine tra Italia e Austria. E che prevede anche ispezioni in territorio italiano (a partire da Fortezza).

(altro…)

Read Full Post »

Il procuratore generale di Palermo: “Dalla Banca Romana del 1893 a oggi, l’eterna Tangentopoli con la stessa impunità”.

Roberto Scarpinato, procuratore generale di Palermo, il suo collega e presidente dell’Anm Piercamillo Davigo è nel mirino da giorni perché ha osato accusare il mondo politico di inerzia complice contro una corruzione ancor più diffusa e spudorata di prima. Lei finora è rimasto in silenzio. Come la pensa?

Chi conosce la storia italiana sa che la corruzione è una componente stabile della costituzione materiale del Paese. Dallo scandalo della Banca Romana del 1893 a oggi, viviamo in un’eterna Tangentopoli. Le vicende di oggi sono la replica, mutatis mutandis, di quelle di ieri e dell’altroieri, anche nei loro esiti finali di sostanziale impunità. Vuole una prova? Il numero di colletti bianchi oggi in carcere per espiare la pena è irrilevante come ai tempi dell’Italia monarchica e di quella fascista. Le statistiche sulla composizione della popolazione carceraria dimostrano che, oggi come ieri, in galera a scontare le condanne finiscono solo i soliti ‘brutti, sporchi e cattivi’, mentre ‘lorsignori’ la fanno franca in un modo o nell’altro. (altro…)

Read Full Post »

Approvata la risoluzione di maggioranza sul Def: il Parlamento impegna il governo a dare libertà di lasciare il lavoro in anticipo con ragionevoli penalizzazioni. Avanza l’idea del prestito previdenziale. Landini: “Follia”.

ROMA – Cambiare la riforma delle pensioni prevedendo la possibilità di uscire prima dal lavoro in cambio di penalizzazioni «ragionevoli »: é l’impegno che il Parlamento ha dettato al governo attraverso la risoluzione di maggioranza che ha approvato il Def (documento di finanza pubblica). Il testo, votato da entrambi i rami ( 175 sì, 108 no e 4 astenuti al Senato; 351 sì e 184 no alla Camera), suggerisce – pur nel rispetto «degli obiettivi di finanza pubblica » – interventi mirati, anche selettivi,«in particolare nei casi di disoccupazione involontaria e di lavori usuranti».

(altro…)

Read Full Post »

graziano
IL SUD sta morendo. Il Sud è già morto. Nell’agenda di questo governo, il Sud è stato affrontato con promesse politiche, con proclami, mentre nel mondo reale sono altre le forze che agiscono. Per capire il Paese bisogna studiare le organizzazioni criminali approfonditamente. Il loro assioma di partenza è semplice: sia che tu voglia fare politica, sia che tu voglia fare impresa, devi sporcarti. Se vuoi emergere, devi sporcarti. Se vuoi guadagnare, devi sporcarti. Se non vuoi essere nulla — zi’ nisciun (zio nessuno), come si dice dalle mie parti — allora puoi essere immacolato e onesto. Un principio che deriva da una convinzione altrettanto chiara: nessuno è pulito, nessuno può esserlo, se vuole crescere economicamente. E questo è il motivo per cui il primo gesto davvero efficace contro le mafie sarebbe aiutare gli imprenditori onesti.

(altro…)

Read Full Post »

Ha scandalosamente ragione Roberto Saviano quando dice, in una bella intervista a Sky, che “la parola bontà è oggi impronunciabile”, ma che lui crede in essa e nel rapporto umano “uno a uno”. Non a caso egli parlando della bontà, con un atto di fede e di speranza civile (non avendo più fede e speranza nelle istituzioni, nella politica, nei media e nella giustizia “in nome della quale vengono compiuti i peggiori crimini”), afferma qualcosa di talmente inaudito da suscitare l’imbarazzo del silenzio. Nel linguaggio del becerume imperante, infatti, dalla radice bontà derivano spesso espressioni spiacevoli, come il derelitto “buonismo”; senza contare che perfino nei dizionari il buonuomo è sinonimo di sciocco, sempliciotto, babbeo. Siamo talmente immersi nel cinismo fine a se stesso e così abituati alla prevalenza della canaglia che perfino la parola onestà provoca moti di fastidio, con il risibile motivo che essa dovrebbe essere una precondizione, se non fosse che siamo in uno dei Paesi meno onesti del pianeta. (altro…)

Read Full Post »

natangelo

Read Full Post »

Concorso esterno: indagato Stefano Graziano, che si autosospende dal partito In passato ha avuto incarichi a Palazzo Chigi con Enrico Letta e con Matteo Renzi.

PDIn Campania la bomba sul Pd esplode due giorni dopo il tour del premier Matteo Renzi tra Pompei, Napoli e Salerno per annunciare 10 miliardi di investimenti: una perquisizione in casa e nell’ufficio di consigliere regionale rivela che il presidente del Pd campano Stefano Graziano, già consulente di Palazzo Chigi per l’attuazione del programma con un contratto firmato col governo Letta e conclusosi il 31 dicembre 2014 col governo Renzi, è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa.

Graziano, si legge nel decreto eseguito dai carabinieri di Caserta, avrebbe “chiesto e ottenuto appoggi elettorali in rapporto sinallagmatico con l’impegno di porsi come stabile punto di riferimento politico e amministrativo del clan dei Casalesi”.

(altro…)

Read Full Post »

Dopo avergli parlato una decina di volte, l’avvocato del presunto leader degli stragisti islamici che insanguinarono Parigi è giunto alla conclusione che Abdeslam Salah sia «un povero coglione che ha l’intelligenza di un posacenere vuoto, pensa di vivere in un videogioco e del Corano ha letto solo qualche interpretazione su Internet». «Per spiriti piccoli come il suo» ha aggiunto l’avvocato, «il web è il massimo che siano in grado di capire». Ora gira sotto scorta.  Dunque il male, prima ancora che banale, è stupido. Anche il bene, come dimostra la polizia belga che ha impiegato mesi per acciuffare il «povero coglione», benché l’avesse sotto il naso. (altro…)

Read Full Post »

La notizia dell’ottimo andamento dei conti Fiat (pardon Fca) induce, in quel rottame novecentesco che io sono, qualche pensiero di speranza per il lavoro operaio. Dice Marchionne, tra l’altro, che «bisogna essere open minded», e niente sarebbe più open minded che provvedere a qualche tangibile gratificazione, intendo economica, per la gente che ha contribuito lavorando alla buona salute dell’azienda. Ma se ho capito i tempi, temo che così non sarà. La conservazione del posto di lavoro — per chi è riuscito a conservarlo — pare diventata, in sé, una specie di grazia ricevuta. Che il salario e il potere d’acquisto degli operai possano lievitare in modo percepibile, e non solamente per i dovuti scatti di anzianità, non credo sia più argomento all’ordine del giorno, se non per qualche ostinata centrale sindacale.

(altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »