Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2017

Domenica, a Sky, Giulio Tremonti trinciava giudizi definitivi su quella poveraccia di Angela Merkel che, diversamente da lui, non ne ha mai azzeccata una perché non ha mai preso esempio dal tremontismo, dal berlusconismo e dal leghismo: infatti è stata appena confermata cancelliera di Germania per la quarta volta consecutiva (dal 2005), cosa mai accaduta nella storia. Sempre detestata dalle classi politiche europee che da decenni non esprimono uno straccio di uomo di Stato, Angela IV detta Mutti (mamma) resta – per quanto ammaccata dopo 12 anni ininterrotti di governo – la più amata dai tedeschi, per la stessa ragione per cui all’estero tanti la odiano tanto: perché fa gli interessi del suo popolo. (altro…)

Read Full Post »

Mi tornano ancora in mente i servizi di Iacona in Calabria, quando con la serie Viva l’Italia girava il sud o quando in “Pane e politica” spiegava in prima serata Rai, cosa fosse la politica, in che modo si eleggevano sindaci, in che modo si raccoglievano i voti. Come vengono occupate tutte le poltrone nelle società partecipate, nelle Asl, seguendo la tessera giusta e non il merito.
La politica che risponde solo a sé stessa, che si autoalimenta e fagocita tutte le risorse pubbliche sperperate in arricchimenti personali.

(altro…)

Read Full Post »

Con l’inchiesta I MAMMASANTISSIMA, PresaDiretta torna sul terreno della lotta alla criminalità organizzata. Una vera e propria spy story, nella quale si intrecciano la politica, la ‘ndrangheta e la massoneria.

Sulla ‘ndrangheta si è detto e visto molto, sappiamo della sua pervasiva capacità di infiltrarsi nelle istituzioni e negli appalti, di lucrare sulla spesa pubblica, di gestire il traffico internazionale di droga, conosciamo la sua abilità nel cambiare pelle e il suo fiuto per gli affari. (altro…)

Read Full Post »

Agenda Merkel – Le principali partite europee rimarranno congelate La Cancelliera indebolita dovrà essere più cauta anche a Bruxelles.

Non credo che gli idranti ai confini e il filo spinato fossero una idea migliore, e anche sull’euro la Corte di giustizia ci ha sempre dato ragione”. Angela Merkel risponde così al conduttore del dibattito tra i candidati nella sera elettorale, a commento dei dati che indicano un calo della Cdu della cancelliera a favore dell’estrema destra di AfD, che ha fondato la sua ascesa prima sulle aperture della Merkel a una gestione pragmatica della crisi dell’eurozona e poi, soprattutto, sull’apertura delle frontiere a un milione di profughi siriani nell’estate del 2015. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Attacchi personali risse pubbliche e offese: ne ha per tutti, dagli avversari politici allo sport.

I suoi predecessori, anche quelli eletti con margini ridotti, cercavano di presentarsi come “ i presidenti di tutti”. Ma lui non tenta mai una riconciliazione Fedele alla strategia che lo ha portato alla Casa Bianca.

NEW YORK – Al ruolo di Commander-in-Chief lui ha aggiunto quello, senza precedenti, di Litigatore Capo. La rissa pubblica con cui si è inimicato i giocatori di football è solo l’ultimo esempio di una lista di categorie di Donald Trump ha offeso platealmente. D’altronde, uno che riesce a twittare parole furiose perfino contro papa Francesco (sul Muro, e sul proprio tasso di cristianità) deve avere un talento innato in questo campo. Mike Allen sul sito Axios ha coniato per lui anche un’altra “job description” (mansionario): The Great Divider.

(altro…)

Read Full Post »

Non solo Rieti, ma anche le procure di Ascoli e Macerata si apprestano oggi ad aprire dei fascicoli di indagine contro ignoti (modello 45) per tentare di fare luce sull’impiego dei 33 milioni raccolti attraverso gli sms solidali a seguito del terremoto che la notte del 24 agosto 2016 ha colpito l’Italia centrale. Il procuratore capo di Rieti, Giuseppe Saieva, ha confermato quanto anticipato ieri dal Fatto ed è stato imitato dai colleghi delle due province marchigiane. I fondi sono accreditati presso la struttura del commissario straordinario per la ricostruzione nominato dal governo quindi potrebbe farsi carico delle indagini la procura di Roma. Qui oggi il Codacons presenterà una denuncia per truffa aggravata. (altro…)

Read Full Post »

Italia 5 Stelle a Rimini si è conclusa. Uno straordinario successo di partecipazione con oltre 50.000 persone che hanno varcato i cancelli e hanno vissuto per tre giorni all’interno degli stand, delle agorà, del Villaggio Rousseau, dell’area sportiva.

Siamo stati tutti vicini per confrontarci, parlare, giocare e scherzare. Abbiamo vissuto momenti indimenticabili che si vanno ad aggiungere a quelli degli scorsi anni. Questo momento è stato fondamentale perchè da qui parte la rincorsa per andare al governo del Paese. (altro…)

Read Full Post »

Festa dell’Unità – Comizio finale con fendenti a Salvini, 5 Stelle, pure a Bersani, ma Silvio…

Ci sono delle elezioni da vincere. E o vincono i populisti, o vinciamo noi”. È un Matteo Renzi in fase di ri-galvanizzazione quello che chiudendo la Festa Nazionale del Pd di Imola fa il pienone. E il senso del suo comizio sta tutto in questa frase finale. Primo, la campagna elettorale è iniziata. Secondo, per cercare di vincerla, Renzi esibisce il “noi”: “La modalità litigio e divisione tenetela per dopo le elezioni”, dice. Il riferimento è ai vari big interni che sono pronti a fargli la guerra dopo la sconfitta in Sicilia. L’idea, comunque, è imprimere nell’immaginario degli elettori il segnale di un cambio di stile personale. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

I cristiano-democratici perdono quasi il 9% e con il “no” dell’Spd alla Grosse Koalition devono trattare con Fdp e Grünen: intesa non semplice.

Cori “Angie, Angie”, applausi, sorrisi, una trentina di ragazzi sotto al palco cercano di scaldare l’atmosfera ma la faccia lunga di Angela Merkel dice più di mille parole, quando sale lentamente i gradini, accompagnata dal ministro dell’Interno della Baviera, Joachim Herrmann, in rappresentanza della Csu. La verità è difficile da nascondere, soprattutto sul palco del quartier generale della Cdu: queste elezioni cambiano la storia e l’ultima legislatura della cancelliera potrebbe rivelarsi la più difficile.

(altro…)

Read Full Post »

L’assurda pretesa di licenziare un dipendente che ruba ha trovato finalmente un argine nella storica sentenza emessa dalla giudice Ilaria Pozzo del tribunale di Chieti. Si tratta del caso lacrimevole di un impiegato delle Poste che aveva sottratto quasi 15.000 euro dalla cassaforte dell’ufficio per devolverli in opere di beneficenza a se stesso. A tradirne gli slanci vitali era stata una sordida intercettazione telefonica, durante la quale il brav’uomo, ferito dalle allusioni malevole dei colleghi, manifestava a un amico la nobile intenzione di ricollocare i bigliettoni nel loro precedente alloggio.  (altro…)

Read Full Post »

Facci ridere. “Basta comici, al Paese serve la competenza” (Matteo Renzi, segretario Pd, 24.9). Quindi si ritira anche lui?

Il vero criminale. “Così Woodcock indagava violando le regole dell’ufficio” (Messaggero, 19.9). Le regole erano chiare: vietato indagare.

Il Ripatto Gentiloni. “Intesa governo-Vaticano: ‘Sì allo Ius Soli entro l’anno’” (Repubblica, 18.9). L’intesa, tipica di ogni Stato laico che si rispetti, funziona così: in Vaticano lo Ius Soli non c’è, ma lo facciamo noi anche per loro. (altro…)

Read Full Post »

Ripresi i negoziati europei, si decide entro ottobre del rinnovo per altri 10 anni.

Secondo le anticipazioni del ministro dell’ecologia francese,  Francois Hulot, il governo Macron  voterà all’Ue contro il rinnovo dell’autorizzazione all’uso del glifosato, il più diffuso degli erbicidi, sospettato di provocare tumori e di cui è certificata la dannosità sulla salute umana e ambientale. La Commissione Europea dovrebbe prendere una decisione definitiva entro i primi giorni di ottobre e i negoziati sono ripresi il 30 agosto a Bruxelles. Quindi, presto si deciderà sulla vendita e l’utilizzo del pericoloso erbicida per i prossimi 10 anni. (altro…)

Read Full Post »

Le nuove linee guida dei ministeri per semplificare le procedure. Anche l’invio di una mail alla Asl sarà sufficiente.

NON SARÀ necessario avere una prenotazione con l’appuntamento già fissato. Per entrare a scuola basterà dimostrare che in qualche modo si è chiesto alla Asl di fare il vaccino. In qualche modo significa via mail, via raccomandata, posta ordinaria, telefono o se possibile via sito internet.

(altro…)

Read Full Post »

Il caso.

I vincoli introdotti con la riforma per evitare il referendum hanno ridotto le prestazioni occasionali. Ora il rischio è il sommerso.

ROMA.
«La vendemmia anticipata la facciamo con amici e parenti: i nuovi voucher sono troppo complicati, non riusciamo a utilizzarli. Chi può, arriva addirittura a preferire i contratti a tempo determinato». Gli agricoltori della marca trevigiana sono in buona compagnia nel denunciare la burocratizzazione di uno strumento pensato in origine per lavori occasionali e veloci. Ma non è solo un problema procedurale. Pochi mesi fa, una legge fatta in quattro e quattr’otto per evitare il referendum anti-voucher della Cgil, ha trasformato i vecchi buoni-lavoro in contratti di prestazione occasionale, vincolati a un complicato intreccio di limiti e divieti, che impedisce alla maggior parte delle imprese di accedervi.

(altro…)

Read Full Post »

Esistono dirigenti pubblici, presidenti di partecipate, di aziende controllate da amministrazioni pubbliche, che, essendo stati nominati dal Pd, devono rendere grazie. In che modo? Addirittura versando al partito una parte del proprio stipendio. Con una percentuale che varia di città in città, e attinge dall’unico bancomat che non rimane mai senza soldi: le tasse versate dai cittadini. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Contro le regole – Solo l’assemblea locale può evitare le primarie, ma non è mai stata convocata. E la Commissione di garanzia tace.

Il Partito democratico viola il suo stesso statuto pur di non ricandidare Rosario Crocetta. Qualcuno a Roma (ovvero Matteo Renzi) ha deciso che il governatore non sarà l’uomo del centrosinistra alle prossime elezioni Regionali in Sicilia. Impossibile, del resto, riproporre con lui l’alleanza con Angelino Alfano che tanto sta a cuore al segretario dem. (altro…)

Read Full Post »

Il dato generale sui senza lavoro all’11,3%, per i giovani risale al 35,5%. Il precariato non è più la porta d’ingresso per la stabilità, ma la regola.

I piani del governo per l’occupazione sembrano, ancora una volta, non fare tesoro degli effetti che il susseguirsi di riforme ha provocato nel mondo del lavoro. Stando a dati pubblicati ieri dall’Istat, a luglio l’occupazione aumenta di 59 mila unità, tutti uomini e distribuiti piuttosto equamente tra dipendenti a termine e permanenti e occupati indipendenti. Il tasso di occupazione rimane al 58% (tra i più bassi della Ue) a segnalare la stagnazione del mercato del lavoro. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »