Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ambiente’ Category

legge-sui-parchi-moschini

Quella che manca oggi è una politica per i parchi su cui da anni è stata spenta la luce.

La discussione – quando lo è – sulla nuova legge sui parchi si sta invelenendo sempre di più ma non certo avvicinandosi ad un approdo soddisfacente.

Significative al riguardo le reazioni suscitate da un articolo di Luigi Bertone ex direttore di Federparchi ed ex presidente del Parco del Ticino. Merito a parte, la critica anche di autorevoli personalità impegnate nel confronto sull’attuale testo del Senato, riguarda il lungo silenzio di Bertone che ora non senza qualche strafottenza fa una bella strapazzatina al Wwf e non solo. (altro…)

Read Full Post »

parchi-wwf-audizione«Se la Camera non cambierà il testo della riforma su alcuni punti essenziali, potremo dire addio ai Parchi “Nazionali”».

«Chiediamo che, nell’aggiornare la Legge 394/91, vera e propria “Piccola Costituzione delle Aree Protette”, si riapra il confronto nel merito con il fronte delle Associazioni e si abbia come obiettivo il mantenimento dell’importante ruolo e funzione di Parchi Nazionali e Aree Marine Protette, puntando sulle competenze e sull’innovazione, così come si fece con l’approvazione della legge 394: se lo Stato rinuncia alle sue competenze in tema di conservazione della natura rischiamo di tornare indietro di vent’anni nelle politiche di gestione della natura». Lo ha detto la presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi nel corso dell’audizione delle Associazioni ambientaliste alla Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati. (altro…)

Read Full Post »

baumanL’addio al sociologo polacco, deceduto all’età di 91 anni.

«Dobbiamo trovare i mezzi per la felicità umana in modi che non comportino il consumare, consumare, consumare».

Zygmunt Bauman, professore emerito di sociologia all’Università di Leeds e a quella di Varsavia, verrà ricordato come uno dei più influenti pensatori di questi nostri giorni incerti. Un interregno da lui stesso ribattezzato “modernità liquida”. La redazione di greenreport.it ha avuto l’onore di incontrarlo in due occasioni, durante il Festival della Mente di Sarzana e ai Dialoghi sull’uomo di Pistoia. Nel piangerne la scomparsa – avvenuta ieri all’età di 91 anni – pubblichiamo di seguito un estratto dell’intervista che concesse alle nostre pagine. (altro…)

Read Full Post »

energia-pulita

I grafici che lo dimostrano. Ma con Trump gli Usa rischiano di non beneficiarne.

Joe Romm, founding editor di Climate Progress spiega che, secondo le migliori previsioni sulla produzione di energia pubblicate nel 2016, «la rivoluzione energetica pulita è inarrestabile. Almeno, è inarrestabile a livello globale. Ma se gli Stati Uniti fanno un errore storico e spostano la loro attenzione verso l’energia sporca, proprio quando il resto del mondo prende un impegno per 50 trilioni di dollari (o più elevato)  per un futuro carbon-free, allora non coglieranno il vasto lavoro  che crea benefici delle notevoli riduzioni dei costi in corso». (altro…)

Read Full Post »

ambiente

Nel 2016 nel campo ambientale ci sono state buone notizie per la capacità delle istituzioni italiane di contribuire agli impegni internazionali per la definizione di obiettivi globali ambiziosi sul cambiamento climatico e per la definizione di piani d’azione efficaci in attuazione delle Direttive europee sulla Natura. Purtroppo dentro i confini nazionali ci si attesta ancora su posizioni di retroguardia, come l’inutile referendum sulla durata delle concessioni delle piattaforme offshore per estrarre combustibili fossili (petrolio e gas) e con riforme che, di fatto (nello Stelvio) e delle norme vigenti (revisione della legge n. 394/1991), depotenziano la tutela della Natura indebolendo la governance delle aree protette e la loro vocazione alla tutela della biodiversità. (altro…)

Read Full Post »

wwfDonatella Bianchi: «Nel 2016 per l’ambiente più ombre che luci».

Secondo il Wwf Italia, «Quello che si avvia a conclusione è stato un anno con più ombre che luci per l’ambiente. Un anno in cui è entrato in vigore l’importante Accordo di Parigi per la lotta ai cambiamenti climatici, l’anno delle buone notizie per alcune specie simbolo come tigri e panda, ma che nel nostro Paese continua a segnare un pesante segno meno sia nelle politiche di difesa della biodiversità che rispetto alla strategia di decarbonizzazione». (altro…)

Read Full Post »

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read Full Post »

Older Posts »