Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Attualità’ Category

renzi-scissione

L’ex premier non intende arretrare sui tempi del congresso ed è convinto che Emiliano e Rossi alla fine non daranno seguito all’ultimatum di ieri. Appuntamento dalle 10 all’hotel Parco dei Principi.

Le minacce di scissione della minoranza dem si sono già consumate nelle parole di Rossi, Speranza ed Emiliano. Ma oggi è il giorno della resa dei conti nel Partito democratico. E all’assemblea al Parco dei Principi di Roma parla il segretario uscente Matteo Renzi, che rimane sulle sue posizioni, nonostante la mediazione proposta dal presidente Matteo Orfini. Le condizioni poste dalla minoranza ortodossa per restare, però, sono chiare: congresso in autunno – e non in primavera, come vorrebbe l’ex presidente del Consiglio – preceduto da conferenza programmatica, sostegno alla legislatura Gentiloni fino al 2018, legge elettorale senza capilista bloccati. E, soprattutto, stop alla ricandidatura di Renzi alla segreteria del partito. “Ultimatum rispedito al mittente dal vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini. (altro…)

Read Full Post »

romeo

L’affaire Consip – I magistrati romani interrogheranno il 23 il padre dell’ex premier, indagato per traffico d’influenze in favore dell’immobiliarista Romeo.

Non c’è solo un “pizzino”, come lo definiscono i magistrati, a mettere nei guai Tiziano Renzi e il suo amico Carlo Russo. Il padre del premier è indagato con il 33enne imprenditore di Scandicci per traffico di influenze illecite nell’indagine Consip per le intercettazioni combinate con i numerosi “pizzini” scritti dall’imprenditore napoletano Alfredo Romeo mentre conversava con Carlo Russo e poi gettati nella spazzatura ma recuperati dai carabinieri che li hanno ricomposti per dedurre le sue strategie. (altro…)

Read Full Post »

i-pezzi
CHI sta con chi. Per andare dove. Per fare cosa. Il disorientamento dei lettori di questo giornale e degli ostinati elettori del centrosinistra è lo stesso di tutti quelli, fra noi, che non siano cultori della materia o interessati a un seggio, spesso entrambe le cose. Nel giorno in cui si chiude il congresso di Sinistra Italiana e il Pd si riunisce in assemblea proviamo a fare una mappa, certamente in difetto di distinguo.

(altro…)

Read Full Post »

Il fondatore di Facebook ha scritto un manifesto politico in cui non si candida alla presidenza degli Stati Uniti, ma direttamente a quella dell’umanità. Con buone possibilità di riuscirci. Mark Zuckerberg incarna il volto presentabile della globalizzazione. Ha poco più di trent’anni, uno sguardo mite, un’azienda che offre servizi piacevolmente gratuiti, una vita che è già un film di successo e un distillato di opinioni illuminate, dove si sprecano parole come pace, ambiente, libertà e progresso. Nulla a che vedere con gli avidi banchieri di Wall Street e i frigidi sacerdoti dell’establishment, che il ceto medio ha smesso di votare perché considera responsabili del suo impoverimento.

(altro…)

Read Full Post »

La GRANDE speranza della sinistra post comunista, dalla Bolognina in poi, era che la morte dell’ideologia avrebbe reso più viva la politica. Più viva e più libera di abbracciare la realtà, di assomigliare alle persone e alla società così com’erano, di unire e di dividere non più sulla base delle differenti appartenenze, ma delle battaglie da fare.
L’attuale crisi del Pd, forse sull’orlo del suo dissolvimento, non è grave perché mette a rischio le sorti di questo o quel gruppo dirigente, o addirittura quelle del partito stesso: i leader passano, i partiti anche, e perfino per i litigiosi eredi della grande tradizione comunista e cattolico- popolare vale il cinico ma salvifico detto “chi muore giace, chi vive si dà pace”.

(altro…)

Read Full Post »

linformazione

Ecco, al dettaglio, lo spazio dedicato in prima pagina dai principali quotidiani alla notizia che Tiziano Renzi, padre di Matteo, è indagato per traffico di influenze illecite insieme al giovane mediatore Carlo Russo con l’accusa di aver raccomandato l’imprenditore Alfredo Romeo alla Consip diretta dal renziano Luigi Marroni per fargli vincere il lotto principale (609 milioni) dell’appalto più grande d’Europa (2,7 miliardi) in cambio di tangenti, soltanto promesse perchè, prima che si concretizzassero,qualche grazioso uccellino avvertì Marroni che era intercettato, così Marroni fece togliere le cimici dagli uffici della Consip e rivelò ai pm che gli uccellini erano quattro, tutti amici di Renzi come lui: il generale Tullio Del Sette, comandante dei Carabinieri; Luca Lotti, ministro dello Sport; il generale Emanuele Saltalamacchia, comandante dell’Arma in Toscana; Filippo Vannoni,presidente di Publiacqua. (altro…)

Read Full Post »

la-frase-del-giorno

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »