Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘18/06/2015’

Falso in bilancio

IL FALSO IN BILANCIO E LA NORMA SUL VOTO DI SCAMBIO HANNO GIÀ UCCISO UN PROCESSO A TESTA. ORA TOCCA ALLE ALTRE.

La massima di Otto von Bismark è talmente famosa da essere passata quasi in proverbio: “Meno le persone sanno di come vengono fatte leggi e salsicce, meglio dormono la notte”. Magari per le salsicce è più difficile, ma spesso come sono fatte le leggi lo si scopre anche dagli effetti: l’ultimo caso – svelato ieri da Luigi Ferrarella sul Corriere della Sera – è che la legge sul falso in bilancio di Matteo Renzi, venduta come un’inversione di rotta rispetto ai tempi del Caimano, in realtà è per alcuni aspetti anche peggio di quella di Berlusconi. Grazie a una dimenticanza, diciamo così, riguardante le stime palesemente sballate di alcuni asset (il valore, ad esempio, di magazzini, immobili, ammortamento dei crediti), i fratelli Crespi – tra cui Luigi, ex sondaggista del Cavaliere – sono stati assolti in Cassazione per la bancarotta di Hdc: la nuova legge non comprende più come reato i comportamenti che avevano causato la condanna in secondo grado, dice la Suprema Corte. (altro…)

Read Full Post »

falso in bilancio

Martedì la Cassazione ha cassato senza rinvio le condanne dell’ex sondaggista berlusconiano Luigi Crespi, che in appello si era buscato 6 anni e 9 mesi per la bancarotta e i falsi in bilancio dell’Hdc. Motivo: la legge Renzi sul falso in bilancio, orgoglio e vanto dell’Anticorruzione approvata dal Parlamento il 21 maggio ed entrata in vigore lunedì, è “più favorevole” della precedente, quindi si applica ai processi in corso e li manda in fumo. Traduzione: Renzi è riuscito nell’ardua impresa di peggiorare addirittura la legge scritta da Niccolò Ghedini e imposta dal governo Berlusconi nel 2002, mandando impuniti persino quei pochi che finora si riusciva a condannare. Il Fatto, insieme a Luigi Ferrarella del Corriere, l’aveva scritto in tempo utile, ben prima che la riforma fosse approvata, sempre nella pia illusione che Renzi volesse davvero fare ciò che diceva: rendere di nuovo punibili i reati societari e contabili depenalizzati di fatto dal Caimano. E che i buchi  che costellavano la nuova  norma fossero frutto di errori o sviste facilmente correggibili.   (altro…)

Read Full Post »