Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘28/06/2015’

Da dove viene il segnale d’allarme, da Ventimiglia o dalla Tunisia? Io credo da Ventimiglia e ne ho paura. Sento le ragionevoli obiezioni. Ventimiglia è una indecente ma anche stupida storia di pace. L’attacco in Tunisia è un episodio della guerra feroce del Califfato contro l’Occidente, cioè contro tutti noi.Propongo di rovesciare la portata e il pericolo dei due casi.   NON ESISTE al mondo terrorismo che non sia stato sconfitto, anche se ha lasciato impronte spaventose.E a meno che sia ancora coperto da segreto. In questi giorni, due gruppi di notizie stanno occupando un solo giornale in Italia (il Fatto Quotidiano)e un solo giornale in Usa (il New York Times). (altro…)

Read Full Post »

Da Speranza e Cuperlo parte la sfida per la leadership “Quella di Renzi è fragile.Italicum da rifare”.

Tocca al novantenne Alfredo Reichlin bacchettare tutti: Renzi in primo luogo, ma anche le minoranze del Pd guidate da Roberto Speranza e Gianni Cuperlo, che ieri si sono unite in un’assemblea a Roma, in vista di una grande convention autunnale. «Stiamo attenti a non diventare una setta come le altre – mette in guardia lo storico leader– Il problema non è Renzi ma il pensiero politico che non c’è». Insomma «cosa c’è dietro di lui?». E poi meglio sarebbe parlare meno di Civati e più delle forze produttive del paese. Reichlin sta con gli anti renziani. Del premier e segretario dice che è «un ignorante» che non può asfaltare i valori del centrosinistra perché se lo fa «è uno stupido». Ma non è solo giornata di vecchi leoni al centro congressi vicino piazza di Spagna, dove si riunirono i grandi elettori dem indicando Mattarella per il Quirinale.

(altro…)

Read Full Post »

De Luca RenziIl governatore presenterà ricorso per congelare la sospensione.

L’ultima carta dello Sceriffo sospeso è non fare lo Sceriffo. La grande tentazione è quella di prendere tempo,disertando il Consiglio regionale di domani. E puntare tutto sul ricorso per il suo reintegro, che il neo governatore della Campania presenterà domani mattina presso la prima sezione civile del tribunale di Napoli. Il suo giudice naturale, a cui chiederà di congelare la sospensione inflittagli da Matteo Renzi, in applicazione della legge Severino. Perchè sarebbe la soluzione (temporanea) ai suoi guai, il provvedimento che gli permetterebbe di nominare il vice e la giunta. Vincenzo De Luca è pronto a sottrarsi al Consiglio di domani, in programma alle 10. (altro…)

Read Full Post »

In fugaColpo mortale.  In ginocchio il turismo, il 7% del Pil nazionale. Il governo sequestra 80 moschee, però la legge antiterrorismo è bloccata in Parlamento.

Tunisia il giorno dopo il massacro. “La casa è in fiamme e alcuni guardano altrove, svegliamoci dal nostro torpore”, scrive in un editoriale su La Presse Brahim Oueslati. E ha ragione. Le immagini dei turisti che fuggono dalle spiagge di Sousse, le notizie che arrivano dai tour operator internazionali che hanno disdetto le prenotazioni, dicono che il Paese è sull’orlo del baratro. “Il turismo – avverte l’economista Abdejlil Bedoui – rappresenta il 7% del nostro Pil e impegna il 15% della nostra forza lavoro. È un colpo mortale”.   Subito dopo l’attentato, il presidente Beji Caid Essebsi si è recato a Sousse a portare solidarietà alle vittime e a visitare i feriti ricoverati nei quattro ospedali della città. “La Tunisia – ha detto – non tollererà più che sventoli la bandiera nera dell’Is”. (altro…)

Read Full Post »

Bancomat

Ressa davanti alle banche, poi gli avvisi: “Fuori servizio”. Assalto ai supermercati.

Atene –    Il mormorio della gente in coda ai bancomat è incessante.“Varoufakis è un sognatore – dice Vassilis, tassista che finito il turno si è messo in fila per prelevare – lui va in tv e all’università, malecosesonomoltopiùsemplici dei suoi discorsi. Abbiamo bisogno dell’Europa, dell’euro e dei turisti”.   LA CLASSE media vede nel referendum, il primo dal 1974 quando i greci scelsero di cacciare i monarchi, indetto da Alexis Tsipras una minaccia alle speranze che l’Europa rappresenta per Atene. Galatsi è un grande sobborgo residenziale, nella notte tra venerdì e sabato gli abitanti, assonnati e silenziosi, si sono messi in coda al bancomat più vicino a casa.

(altro…)

Read Full Post »

Il premierNo dell’Eurogruppo alla proroga degli aiuti fino al referendum annunciato dalla Grecia. Oggi vertice straordinario Bce in vista della riapertura dei mercati.

BRUXELLES  – La Grecia si avvia verso il default, ma non per questo uscirà dalla zona euro. La crisi è precipitata dopo l’annuncio a sorpresa fatto venerdì notte dal premier greco Alexis Tsipras che ha indetto un referendum popolare sulle proposte dei creditori. Ieri il ministro ellenico delle finanze, Yannis Varoufakis, si è presentato all’Eurogruppo straordinario convocato a Bruxelles annunciando che il suo governo respingeva le proposte degli europei, ma chiedendo comunque un’ulteriore proroga di un mese del programma di aiuti che scade martedì. Gli altri diciotto ministri delle Finanze, all’unanimità, gli hanno risposto di no. L’ultima tranche del prestito da 7,5 miliardi non sarà versata.

(altro…)

Read Full Post »

Il fattoL’altro ieri, annunciando la sospensione di Vincenzo De Luca, Matteo Renzi ha detto con aria di sfida: “Abbiamo seguito l’iter previsto dalla legge, sarà una sorpresa per gli esperti del Fatto Quotidiano”. Fa sempre così: spaccia gli atti dovuti per graziose concessioni elargite dall’alto della sua magnanimità. L’aveva già fatto con le riforme costituzionali del Senato e del Titolo V, concedendo – bontà sua – ai cittadini il referendum confermativo,che naturalmente non è un suo beau geste, ma è previsto dalla Costituzione quando chi la cambia non raggiunge i due terzi del Parlamento. Curioso che un premier,quando obbedisce alla legge, se ne vanti come di un titolo di merito o di un gentile omaggio di cui dovremmo ringraziarlo. (altro…)

Read Full Post »