Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘8 marzo’

Giornata di corteo e di scioperi anche a Milano, dove questa mattina centinaia di studentesse e lavoratrici hanno attraversato le strade del capoluogo lombardo vestite di rosa, con cartelli e striscioni. La manifestazione, organizzata dal movimento “Non una di meno” in occasione della Festa dell’8 marzo, fa parte di una mobilitazione che tocca diverse città in Italia. A Milano è partita da Largo Cairoli per concludersi davanti al palazzo della Regione Lombardia. “Da una giornata di festa deve diventare una giornata di protesta – spiega una lavoratrice del Comune di Milano – È l’unico modo per farci sentire, perché pochi mesi fa abbiamo fatto un corteo a Roma con 200mila persone e non siamo state viste. (altro…)

Read Full Post »

Donne

L’8 MARZO E UN’INCHIESTA LUNGA UN ANNO.

COSA Pensano le Ragazze, il progetto che presentiamo oggi, giornata delle donne — e che durerà un anno — su “Repubblica. it”, fa talmente parte ormai della mia vita che mi è difficilissimo scriverne.

I volti di alcune protagoniste del progetto “Cosa Pensano le Ragazze”

La giornata. Dibattiti, incontri e celebrazioni oggi in occasione dell’8 marzo Al Quirinale, per festeggiare il settantesimo anniversario del primo voto delle donne, saranno intervistate alcune protagoniste dell’epoca: dalla figlia di De Gasperi a Lidia Menapace, da Beatrice Rangoni Machiavelli a Elena Marinucci.

Alla presenza del capo dello Stato, parlerà anche una donna dell’Arabia Saudita.

Ecco di cosa parlano quando parlano le donne.

Abbiamo cominciato due anni fa, senza che nessuno ci commissionasse il lavoro, solo per il desiderio di farlo. Ci siamo trovate — una maestra e una studentessa, una blogger e una sindaca, una sempre molto occupata e una disoccupata, viviamo in ogni parte d’Italia — e ci siamo chieste: delle ragazze cosa sappiamo davvero? Abbiamo appeso al muro una frase di Mario Dondero, fotografo di vite, che dice: se l’obiettivo è rivolto verso se stessi non si vede nulla. È vero sempre, non solo nella fotografia.

(altro…)

Read Full Post »

Mimose

LE NOSTRE LETTRICI CI SCRIVONO: ALCUNE AMANO LA RICORRENZA DI OGGI E ALTRE MENO, C’È CHI LA VORREBBE TUTTO L’ANNO E CHI MAI. MA QUASI TUTTE INVOCANO INTERVENTI CONCRETI, DAL LAVORO ALLA LOTTA ALLA VIOLENZA, PER NON FERMARSI ALLA RETORICA DI UN GIORNO.

Pubblichiamo una parte delle lettere che le lettrici del “Fatto” ci hanno inviato per raccontarci cosa   pensano della Giornata internazionale della donna.   Per un futuro migliore   lasciamo le mimose sugli alberi   8 Marzo. Non si deve perdere la memoria dei fatti storici che hanno riguardato le donne, ma non basta. Abbiamo bisogno anche di fatti concreti. Uomo e donna, ognuno con le proprie peculiarità, dovrebbero arricchirsi l’un l’altro, ma ciò non avviene. Vorrei che da domani, e per tutti i giorni a seguire, gli uomini aprissero gli occhi, la mente e il cuore e comprendessero che senza le donne non si va da nessuna parte. Non c’è vita, non c’è presente, non c’è futuro. Meno ipocrisia e meno mimose. Per un futuro migliore, lasciamole ad abbellire le coste liguri. (altro…)

Read Full Post »

STORIE ITALIANE.

Sono come i fiori, i miracoli. Basta saperli vedere. Che meraviglia è la conoscenza perfetta delle proprie emozioni, la capacità di prevedere quando una parola, un’immagine, ti faranno piangere, o potranno farti piangere davanti a tutti. Che cosa sovrumana è andare su e giù per la propria vita scegliendo come raccontarla. Scientificamente deglutendo in quel passaggio, o liberando una piccola risata prima di affrontare il tornante che potrà travolgere ogni diga. Anni e anni, milioni di minuti che possono rovesciarsi d’incanto in unpubblicoraccontodadomare con sapienza acuminata.   HO APPENA visto una giovane donna farlo mentre nessuno se ne accorgeva. Sembrava tutto ben confezionato. Lindo e costruttivo e commovente. L’ideale per un 8 marzo che non sia solo garrula mimosa. (altro…)

Read Full Post »

Donne
Sheryl Sandberg.
La manager numero uno di Facebook, nel giorno della Festa della donna, interviene sull’uguaglianza di genere. Con una “sorprendente verità”: in famiglia come al lavoro condividere porta al successo.
È FACILE intuire i vantaggi della parità di genere per le donne: maggiori ruoli di responsabilità, un salario più alto e più aiuto in casa. Gli uomini, dal canto loro, potrebbero temere che il miglioramento della condizione femminile possa peggiorare la propria. La verità, sorprendente, è che la parità è vantaggiosa anche per loro. La presenza di un maggior numero di donne sul posto di lavoro è uno dei fattori che più contribuiscono a formare una squadra di successo. Lo scorso autunno Alibaba, la principale società di e-commerce cinese, è stata quotata in Borsa dopo anni di crescita straordinaria. Stando al suo fondatore, Jack Ma, «uno dei segreti del successo di Alibaba sta nel fatto che qui lavorano molte donne».

(altro…)

Read Full Post »

Barabara spinelliÈ LA PRIMA VOLTA che scrivo sulla festa delle donne, e probabilmente l’ultima. Non mi piacciono le feste “di genere”, come non mi piacerebbero giorni dedicati a una razza. Penso che ogni essere umano abbia più radici, più essenze e propensioni: naturali o non naturali. Non mi piace essere definita, e appena qualcuno lo fa cerco di dirgli che in quella definizione non mi riconosco, se non parzialmente. Ogni definizione la considero una gabbia, anche se distinguere è necessario sempre . Ogni festa in onore di tale definizione ha il potere, temibile, di confermare ed esaltare la gabbia, dunque una sorta di surrettizia intoccabilità e separatezza. (altro…)

Read Full Post »

Scarpe rosseDa Franca a Lucia, quelle donne coraggio che hanno sconfitto l’odio degli uomini.

QUELLO di ieri sarà ricordato come un 8 marzo tragico. Tre donne, Assunta, Ofelia e Silvana, sono morte: uccise dal compagno o dal marito.

TRE femminicidi da aggiungere alla lista nera di questi ultimi anni, nonostante le leggi e i decreti. E allora la giornata internazionale della donna che spesso viviamo con obbligo e stanchezza (nonostante le lotte e le conquiste femminili) diventa quello che era: una difesa della civiltà, un modo per attirare lo sguardo sulle reali condizioni di vita delle donne in Italia. (altro…)

Read Full Post »

Ellekappa

Read Full Post »

8 marzo

Più donne in Parlamento e nei cda grazie alle leggi e alla loro tenacia. Una ragione per una festa diversa, oggi, nell’Italia delle diseguaglianze,

Aumentano le manager nei consigli d’amministrazione, il numero delle parlamentari s’ingrossa di dieci punti. Sebbene la disoccupazione femminile resti tra le più alte in Europa, sembra che qualcosa stia cambiando nel giorno della Festa delle donne Sono pronte a prendere il potere. O almeno a provarci.

Nel giorno della Festa della Donna, c’è un genere di banca dati che vale più di qualunque altro. È quello che contiene le coordinate di signore pronte a prendere il potere, o almeno a provarci, entrando come un fiume in piena in migliaia di consigli di amministrazione piccoli e grandi, così come hanno appena invaso il Parlamento e potrebbero fare in ogni futura elezione. (altro…)

Read Full Post »

DonneC’È UNA promessa nell’aria. Riguarda le donne. Ed è difficile anche solo dirlo mentre la cronaca non finisce di aggredirci con le sue notizie di donne uccise. Eppure qualcosa capita e guai a non saper raccogliere i segni di un nuovo possibile, come se il futuro fosse già scritto dal passato. Abbiamo una parola nuova, femminicidio, che è orrenda ma parlante, capace di raccontare che il delitto qui è proprio legato al genere. Donne oggetto di violenza e malamore. Oggetti. E tutti ormai sappiamo e cerchiamo cause e soluzioni. Abbiamo un movimento nuovo, Se non ora quando, trasversale per età, cultura e anche per genere. Un’alleanza. Abbiamo avuto un governo, nato per chiamata e in ogni modo discusso, ma in cui le donne finalmente hanno avuto ministeri decisivi. Abbiamo un Parlamento nuovo, e sarà da vedere come saprà comporsi, ma nel quale le donne, a sorpresa, sono più rappresentate di quanto siano mai state. (altro…)

Read Full Post »

8 marzo, la festa della donna. Che quest’anno andrebbe dedicata in particolare ad alcune donne.

Lea Garofalo, che ha pagato con la vita la sua lotta alla mafia.

(altro…)

Read Full Post »

Rito stanco o necessità? Ecco perché questa data può avere significato solo se evolve la società: dai diritti alle nuove regole contro lo stalking. Nonostante la vestissero di giallo, colore disimpegnato, era una ricorrenza “rossa” legata al movimento operaio. Il tema della violenza si accende in occasione di delitti atroci, ma poi sprofonda nel buio e l´interesse vive meno di un rametto di mimosa. Che odio, la mimosa: non profuma, avvizzisce in tempi record e dissemina pallini e pelucchi gialli dappertutto. Tanto è emozionante vederla fiorire sul suo albero come una macchia di luce nel paesaggio, tanto è triste trovarla intrappolata nel cellophane sui banchetti o nei vasi vicino alla cassa dei supermercati. Ridotta a un “brand”, venduta per un giorno a prezzi irragionevoli, la mimosa rappresenta bene tutto ciò che nell´8 marzo è da buttare, dagli orpelli del marketing a quanto di rituale e di stantio, come ogni celebrazione, si porta dietro. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Buon 8 marzo, a tutte le donne

A quelle che non hanno il dono di un sorriso

A quelle che non hanno una carezza sulla pelle

A quelle che non conoscono la dolcezza

A quelle che in silenzio subiscono la violenza.

A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento

Buon 8 marzo, a tutte le donne

A quelle che abbracciano con amore

A quelle che illuminano l’anima

A quelle che parlano dentro oltre lo sguardo

A quelle che sorridono con i colori dell’arcobaleno

A tutte quelle che danno energia alla libertà della vita.

Michele Luongo

Read Full Post »

Read Full Post »

Dopo la mobilitazione del 13 febbraio in difesa della dignità femminile e contro il premier, tutto è pronto per una nuova giornata di protesta per “rimettere al mondo l’Italia”. Più di 50 città si sveglieranno “infiocchettate di rosa”.

“L’Italia non è un Paese per donne e noi vogliamo che lo sia”. Il mondo femminile è pronto a tornare in piazza. La mobilitazione del 13 febbraio, nata in difesa della dignità femminile come risposta allo scandalo del Rubygate, è stata solo l’inizio. E il comitato Se non ora quando, nato in occasione di quella protesta, è diventato un organo permanente. Complice anche il successo dell’evento che, poco meno di un mese fa, ha portato per le strade italiane e internazionali più di un milione di persone. Ora tutto è pronto per una nuova mobilitazione indetta per martedì 8 marzo, in concomitanza con la festa delle donne. (altro…)

Read Full Post »

Tra flash mob, proiezioni e concerti il comitato, nato il 13 febbraio a Roma in occasione della manifestazione per la dignità delle donne, torna in piazza. La Gelmini: “No a falsi egualitarismi”.

ROMA – Una lunga giornata di appuntamenti in tutta Italia. E’ quella che il comitato “Se non ora quando?”,
nato in occasione della manifestazione dello scorso 13 febbraio a Roma 1, sta organizzando per la festa della donna, l’8 marzo. Tra le 50 città coinvolte nelle iniziative ci sono Benevento e Cagliari, Bologna e Bolzano, Caltagirone e Campobasso, Cuneo e Firenze per citarne solo alcune. Il ministro Gelmini: “Mi auguro che l’8 marzo sia una giornata in cui noi donne sapremo sgomberare il campo da rivendicazioni falsamente ugualitarie e sessiste”. (altro…)

Read Full Post »