Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Addio contratto nazionale per ottenere un po’ di deficit’

Draghi

Lo scambio – Flessibilità contro una delle poche richieste inevase della lettera della Bce del 2011: dare “più rilevanza” al livello aziendale (in sostanza un modo di tagliare i salari).

Stiamo per dare via l’ultimo pezzo dell’argenteria di quanto resta della tutela del lavoro in Italia: il contratto nazionale. Il governo ormai lo dice (quasi) esplicitamente: il mezzo per convincere la Commissione Ue a concedergli lo sconto sul minor deficit da realizzare nel 2017 è una qualche riforma del sistema di contrattazione. L’idea, dunque, è procedere con la legge di Stabilità in autunno, contestualmente con la richiesta di 10 miliardi di maggiore flessibilità sui conti pubblici: un altro passo sulla strada della deflazione salariale consigliata dall’Ue (finora senza successo) per recuperare produttività. (altro…)

Read Full Post »