Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Alberto Custodero’

cantoneCorruzione per sei mld l’anno. Sprechi per un mld l’anno. Complessivamente, considerando anche le inefficienze, il danno per il Ssn è di 23,6 mld l’anno. La ministra della Salute, Lorenzin: “Reato di corsia odioso. Ecco il mio piano anticorruzione”.

ROMA – “La sanità, per l’enorme giro di affari che ha intorno e per il fatto che anche in tempi di crisi è un settore che non può essere sottovalutato, è ilterreno di scorribanda da parte di delinquenti di ogni risma”. Lo ha affermato il presidente dell’Autorità nazionale anti corruzione, Raffaele Cantone, intervenendo alla presentazione del Rapporto di Transparency Italia, Censis e Ispe-Sanità in occasione della prima giornata nazionale contro la corruzione in sanità. Secondo i dati del governo, sprechi inefficienze e corruzione presenti nella sanità ci costano complessivamente 23,6 miliardi di euro l’anno.  Solo per infezioni e epidemie in corsia, il costo è di due miliardi l’anno. (altro…)

Read Full Post »

Gotor: “No a minestre riscaldate”.Damiano: “Si eviti lo scontro”. Il premier: “L’articolo 2 però non si tocca”.

SenatoROMA – «La legislatura andrà avanti fino al 2018 e garantisco che la riforma del Senato sarà approvata entro il 15 ottobre». Matteo Renzi, da Cernobbio, fa il punto sulle riforme. «Ribadisco – ha precisato il premier – che sarà difficile rimettere in discussione l’articolo 2 (i senatori indicati dai consigli regionali, ndr ), che ha già avuto una doppia approvazione. Ma non è difficile trovare punti di accordo sulle singole questioni. È fondamentale che il Senato non dia più la fiducia al governo. Tra giugno e ottobre del 2016 ci sarà il referendum e sono certo che gli italiani diranno di sì».

(altro…)

Read Full Post »

SalviniSalvini-shock su Radio Padania: costruiamo dei centri di accoglienza sui siti in disuso in mezzo al Mediterraneo Pd: ieri l’isola deserta e oggi questa sparata, è il re dei cialtroni. Don Ciotti: follia totale, parliamo di persone.

ROMA . «I migranti sulle piattaforme Eni in disuso in mare». L’ultima proposta shock di Matteo Salvini per trovare una «soluzione» al fenomeno dell’immigrazione indigna la Chiesa: don Luigi Ciotti la definisce «una follia totale». «La storia di questi migranti – sottolinea il sacerdote- è stata la nostra Storia, anche noi abbiamo lottato per essere accolti e riconosciuti». L’idea del capo leghista suscita un’ondata di indignazione anche nel mondo politico.
«Ci sono numerose piattaforme dell’Eni in disuso in mare – spiega Salvini in un Tweet- e sarebbe soluzione non sciocca riadattarle a centri di sosta, accoglienza e identificazione, per non arrecare disturbo alla popolazione circostante. Studiamone la fattibilità».

(altro…)

Read Full Post »

L'emergenza

Arrestati gli scafisti della strage di Ferragosto. La polizia: “Cinghiate e calci a chi cercava di uscire dalla stiva”.

ROMA . Record di sbarchi in Europa, è la prima volta che si supera quota 100 mila. E i poliziotti francesi alla frontiera con l’Italia lanciano l’Sos: «Sopraffatti dai migranti». Intanto le indagini della procura di Catania sulla strage di Ferragosto che hanno portato all’arresto di otto scafisti per omicido volontario svelano particolare raccappriccianti. I 49 stranieri poi morti asfissiati avevano tentato di uscire dalla stiva della morte. Ma i mercanti li hanno respinti a cinghiate, frustate e calci in testa.

(altro…)

Read Full Post »

AlfanoLa replica: “Il vostro programma è bloccare il Paese” Anche Fi critica la Cei: Galantino inadeguato.

ROMA . «Finchè il governo continuerà a far da spalla agli scafisti, non si fermeranno gli sbarchi e continueranno a verificarsi tragedie nel Mediterraneo». L’accusa all’esecutivo è del senatore Fi Maurizio Gasparri che chiede: «L’invasione d’Italia eterna è il programma di Renzi?». L’attacco del centrodestra all’opposizione si somma al tentativo del segretario leghista Matteo Salvini di dare una spallata all’Esecutivo, fermando «l’Italia per tre giorni». Immediata la replica di Palazzo Chigi. «Salvini – dichiara Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole – ha per l’Italia un bel programma di cui è orgoglioso: bloccarla.

 

(altro…)

Read Full Post »

cartelli

La minoranza esce dall’aula, sì dei verdiniani.È la meno votata tra le riforme Il premier:100mila assunzioni,più merito, più autonomia.Ora P.A. e fisco.

ROMA – La “buona scuola” è legge, tra le proteste dei sindacati dei docenti, Cobas in testa, in piazza Montecitorio. L’Aula della Camera, in terza lettura, ha dato il via libera alla riforma del sistema scolastico del governo, con 277 sì, 173 no e 4 astenuti. Contrari, M5S, Forza Italia, Lega, Sel, Alternativa libera, Fratelli d’Italia.
Quattro astenuti. Il premier Renzi esulta: «È il più grande sforzo di riforme strutturali della storia repubblicana. Ora avanti su fisco e Pa». In un tweet, ha sottolineato il risvolto occupazionale: «Centomila assunzioni, più merito, più autonomia». Su questo punto è intervenuto anche ilministro dell’Istruzione. «Le assunzioni – ha detto Stefania Giannini – non sono né dovute né fittizie, sono nuovi posti, risorse umane che vanno alla scuola».

(altro…)

Read Full Post »

LandiniIl leader Fiom all’assemblea di Coalizione sociale “Raccoglieremo chi è contro questo premier”.

ROMA – “Coalizione sociale” di Maurizio Landini ha cominciato ieri il suo cammino al centro Frentani di Roma. E come ha voluto il segretario Fiom, la partenza è stata «dal basso». Dai lavoratori, dalle associazioni, dai sindacati. C’erano tanti ex militanti degli anni Settanta. E poi i militanti di Arci (che hanno aperto i lavori), dei centri sociali, dei movimenti studenteschi come Onda, del forum per “l’acqua bene comune”, di Legambiente, di Action “sfratti zero”, di “sciopero sociale”. Accanto a loro, sono spuntati a sorpresa (e per la prima volta), associazioni e gruppi di professionisti, avvocati, notai, lavoratori autonomi a partita Iva, categorie di questo pianeta di lavoratori spinte dalla crisi a cercare un rapporto con i sindacati. Insomma, un centinaio di associazioni per centinaia di simpatizzanti, molti studenti, molti esponenti della scuola, molti sindacalisti, fra questi il predecessore di Landini, Gianni Rinaldini, oggi coordinatore nazionale dell’area programmatica della Cgil.
Coalizione Sociale diventerà dunque un partito e Landini ne sarà il leader? «La prossima volta ve lo dirò in cinese — ha risposto quasi stizzito il segretario Fiom — Coalizione sociale è nata fuori dai partiti, per ricostruire la politica.

(altro…)

Read Full Post »

Il documento
L’allarme dell’antiterrorismo: finora mai testi tradotti La Marina verso la Libia: “Un’esercitazione, ma siamo pronti”.
ROMA – Il Califfato traduce in italiano il suo “manifesto” politico, sociale e religioso. È un documento di 64 pagine, per la prima volta scritto nella nostra lingua, diffuso su web e rivolto ai residenti nel nostro Paese. Il manuale del jihadista intitolato “Lo Stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare”, contiene l’invito (che è una minaccia per il nostro Paese) ai musulmani di «accorrere» e aderire al «Califfato che conquisterà Costantinopoli e Roma». Il manuale spiega, tra attacchi a “maghi” e “stregoni”, fumatori e tossicodipendenti, il sistema di funzionamento dello Stato islamico: dal welfare, alle tecniche di guerra. A scovare su Internet il documento è stato il sito Wikilao.

(altro…)

Read Full Post »

Canone raiNo di Forza Italia, Lega e M5S al canone in bolletta Todini attacca i giornalisti: amano troppo il potere.
ROMA – Riforma della Rai: domani mattina si riuniranno i vertici del Pd per decidere come e dove incardinare il disegno di legge allo studio dell’esecutivo. L’obiettivo è realizzare entro dicembre un ddl governativo. Parallelamente, domani mattina è in programma un cda in Viale Mazzini, con all’ordine del giorno, tra l’altro, le vicedirezioni di Rai Sport. In serata poi tutto il consiglio sarà ascoltato in Commissione di Vigilanza Rai.
Al vertice del Partito democratico si punta a rivedere la natura dell’azienda, per eliminare i lacci legati all’equiparazione ad un ente pubblico. L’obiettivo è creare un amministratore delegato in grado di garantire una gestione competitiva e un cda con meno membri rispetto a oggi (l’ipotesi è cinque) e funzioni ridotte.

(altro…)

Read Full Post »

Nuovo altolà di Forza Italia al centrosinistra. Brunetta: “Il patto del Nazareno scricchiola pericolosamente” I democratici: “Berlusconi cambia idea due volte al giorno. Faremo senza di lui”. Grasso: va approvata con urgenza.
ROMA – È scontro tra Pd e Forza Italia sulla riforma elettorale. La pietra dello scandalo è la presunta apertura di Renzi ai “piccoli” sull’abbassamento delle soglie di sbarramento nella nuova legge: una richiesta avanzata da Sel, ma soprattutto da Ncd. Che, però, fa andare su tutte le furie Forza Italia. E così “il Mattinale” di Fi alla Camera accusa il premier «di mandare a ramengo il patto del Nazareno», e di voler «trasformare l’Italicum in una legge elettorale da Ddr che gli consenta di correre rapido ad elezioni, con premio di lista e soglie bassissime». Si tratterebbe per Fi di un «colpo di mano peronista inaccettabile» ed «eversivo».
Renato Brunetta, capogruppo forzista alla Camera, dice che «Berlusconi è preoccupato», e avverte che così «il patto del Nazareno scricchiola pericolosamente: meglio il Consultellum».

(altro…)

Read Full Post »

ROMA – «Napolitano è una garanzia per tutto il Paese. Non mi preoccupo del futuro del Capo dello Stato, ma di fare bene il mio lavoro». Così il premier — e segretario Pd — Matteo Renzi commenta le voci sul possibile addio del presidente ella Repubblica. E i partiti si posizionano immediatamente. Forza Italia (con Giovanni Toti) e Ncd (con Renato Schifani) chiedono che Napolitano resti lì dove sta, perché «è un elemento di stabilità». Ma se proprio dovesse decidere per l’addio, aggiungono, il successore dovrà essere «un nome di garanzia». Con l’avvertenza — rivolta a Renzi — che «nessuno pensi a forzature di maggioranza». Duro il commento del leader 5Stelle, secondo cui «il presidente, dimettendosi, di fatto ricatta il Parlamento». Per la Lega interviene l’europarlamentare (salviniano di ferro) Mario Borghezio con un «al peggio non c’è mai limite», auspicando un candidato «con un dna che abbia principi del federalismo e della libertà dei popoli».

(altro…)

Read Full Post »

AlfanoAngelino Alfano. Veto del ministro ai matrimoni omosessuali E sugli immigrati: la Lega è arrivata in ritardo.
«Io annullo tutte le trascrizioni. Poi ciascun ordine dello Stato faccia quel che ritiene opportuno. In Italia non è prevista la possibilità per una coppia gay di contrarre il matrimonio. E quindi non si possono registrare matrimoni contratti all’estero».
Marino la pensa diversamente.
«La firma di Marino non ha alcun valore giuridico, equivale a un autografo. Dopodiché in Italia non è ammesso né il turismo nuziale, né il federalismo matrimoniale. Non è possibile andarsi a sposare in luoghi dove ci sono altre leggi e pretendere l’applicazione in Italia di quelle leggi estere. E neanche è previsto il federalismo matrimoniale per cui ciascun sindaco di ognuno degli 8 mila comuni può fare quel che gli pare».
Lei, però, fa parte di un governo il cui premier ha annunciato a tempi brevi una legge sulle unioni civili. La voterà?
«Ho un grande rispetto per l’affettività di tutti, e sono pronto a intervenire sul codice civile per una maggiore tutela patrimoniale delle coppie gay. Ma il matrimonio non si tocca, per noi è quello fatto da un uomo e una donna. Sarò un po’ vintage, ma per me un bambino deve avere un papà e una mamma».

(altro…)

Read Full Post »

Sotto sequestro

Vertice Alfano-Malmstroem: addio Mare Nostrum, arriva Frontex plus “Navi e aerei da altri Stati. E i barconi dei trafficanti saranno distrutti”.

ROMA – L’Europa, alla fine, ha detto di sì all’Italia. Il vertice di ieri a Bruxelles tra il ministro dell’Interno Angelino Alfano e il commissario Ue agli Affari interni Cecilia Malstroem s’è concluso con la decisione che il pattugliamento del Mediterraneo, nel Canale di Sicilia, sarà fatto sotto la regia dell’Ue, con un’operazione che si chiamerà “Frontex Plus” che partirà alla fine di novembre.
Ma la grande novità consiste nel fatto che la missione Ue non si spingerà più in acque internazionali. «A ”Frontex Plus — spiega Michele Cercone, portavoce della Malstroem — spetta la sorveglianza delle frontiere, quindi si articolerà all’interno delle acque marittime italiane (ed in questo caso anche europee), diversamente da Mare Nostrum che si estende anche in acque internazionali ». (altro…)

Read Full Post »

TsiprasL’intellettuale capolista: “Più forti del silenzio dei media su di noi. E ora la lotta ad antieuropeismo e austerity”

“L’altra Europa” al 4 per cento. Vendola: un successo Spinelli: anche per Draghi la Ue è un malato grave.

ROMA – «Quattro per cento vuol dire che il discorso molto europeo, e molto critico-europeo di questa lista, ha avuto successo ». Barbara Spinelli, l’intellettuale capolista de “L’altra Europa con Tsipras”, non nasconde la propria soddisfazione. «Se gli exit poll saranno confermati — aggiunge — vuol dire che l’Europa sta messa molto male. Del resto, lo stesso Draghi, avendo detto a urne ancora aperte che l’Ue ha bisogno di risposte, ha ammesso che la malattia è grave». 

Ottimista anche Nichi Vendola. «Bisogna essere sempre prudenti sui primi exit poll — ha commentato a caldo, appena arrivato a Roma presso la sede di Sel — ma se si confermasse questo dato di superamento della soglia, dimostrerebbe che la scelta della lista Tsipras è stata giusta». «Ci sono luci di speranza come il successo di Tsipras in Grecia — ha aggiunto il leader di Sel — ma c’è l’ombra pesante (che avanza nel Continente) dell’antieuropeismo frutto avvelenato delle politiche fallimentari delle larghe intese, dell’austerity. (altro…)

Read Full Post »

Affitti d'oroIgnorata la nuova legge, locazioni salve per l’imprenditore Scarpellini.

ROMA — La Camera non rinuncia agli “affitti d’oro”, continuerà a pagare 32,5 milioni l’anno per gli uffici di 400 deputati ospitati negli immobili di Sergio Scarpellini. A dicembre 2013 la Camera aveva deciso con una legge di interrompere le costosissime locazioni. Ma a oggi nulla s’è fatto. E ora è uno scaricabarile tra l’ufficio dei Questori, l’ufficio di Presidenza. E i partiti. Tutti vogliono interrompere i contratti, nessuno lo fa.
Gli edifici in questione sono chiamati Palazzo Marini due, tre e quattro, tutti nel centro di Roma attorno a Montecitorio, sono di proprietà della Milano 90 dell’imprenditore Sergio Scarpellini. (altro…)

Read Full Post »

Svuota carceriPassa la fiducia sul decreto, oggi voto finale a Montecitorio.

ROMA — La Camera ha votato ieri sera la fiducia sul decreto carceri. I sì sono 347, mentre 200 sono risultati i voti contrari. Il decreto cosiddetto “svuota-carceri” è stato bocciato da Forza Italia, 5Stelle, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Sel. Oggi il voto finale. Alcuni partiti hanno colto l’occasione del voto per proteste plateali: il deputato della Lega Nord Gianluca Buonanno ha sventolato («A titolo personale», ha precisato) le manette. I deputati di Sel hanno mostrato il libro di Corrado Augias “bruciato” su Facebook da un grillino. I leghisti hanno esibito cartelli con le scritte “No al libera-criminali” e “No al libera-mafiosi”. (altro…)

Read Full Post »

AltanSalta l’intesa per abolire il reato di clandestinità. Renzi: saremo la scorta di Kyenge
La polemica.

ROMA — «Il ministro Kyenge la scorteranno i nostri militanti del Pd». «Bene, la accompagnino, così è in compagnia e non si sente sola». È botta e risposta tra i due segretari Matteo Renzi (del Pd) e Matteo Salvini (della Lega) dopo le polemiche per la pubblicazione sulla Padania degli appuntamenti del ministro per l’Integrazione. Episodio, questo, che ha indotto il titolare del ministero dell’Interno, Angelino Alfano, ad aumentare la scorta (quella della polizia) per Cecile Kyenge anche il seguito alla lettera anonima con polvere bianca che le era stata recapitata a Palazzo Chigi.
Ma i leghisti fanno di tutto per tenere alta la tensione sul tema immigrazione. (altro…)

Read Full Post »

Il segretario Pd sostiene l’appello del Colle. Il premier: chi vuol distruggere non vincerà.
La maggioranza.

ROMA— «L’Italia che vuole costruire e rialzarsi con le riforme si riconosce nelle parole di Napolitano. Quella che vuol solo distruggere non vincerà». Anche dopo il discorso di fine anno, si conferma nelle parole di Enrico Letta la sintonia tra il capo dello Stato e il presidente del consiglio. Ma del resto, tutta la maggioranza a partire dal segretario de Pd Renzi sostiene le parole di Napolitano. «Ha parlato agli italiani — ha spiegato il segretario democratico — con grande lucidità. Ha saputo usare un tono semplice e diretto, quasi volesse parlare con tutti e con ciascuno. (altro…)

Read Full Post »

Tir e forconi

Code ai benzinai, picchettaggi ai supermercati: allarme del Viminale, da stasera rischio paralisi.

ROMA— La protesta del “popolo dei forconi”, che partirà dalle 22 di questa sera fino alla mezzanotte di venerdì 13, rischia di paralizzare il Paese. All’invito diffuso sui siti a «fermare l’Italia» hanno risposto anche movimenti stranieri, come ad esempio quello dei “berretti rossi” bretoni che hanno protestato con violenza, in Francia, contro l’ecotassa.
In Sicilia, la situazione è tesa. Il consorzio di autotrasportatori Fita- Cna a Campobello di Licata, nell’Agrigentino è stato oggetto di pesanti minacce. «Non fate uscire i vostri mezzi, se sarà il caso vi ammazzeremo » è scritto in un volantino firmato «viva la mafia via i forconi ». A Catania, il leader della protesta, Mariano Ferro, rilascia dichiarazioni tutt’altro che rassicuranti. (altro…)

Read Full Post »

Ancora caos congressi: Perugia si ribella all’alt di Roma e vota
Il Partito democratico.

ROMA— Per Palazzo Chigi la sfida nel centrosinistra potrebbe essere tra Matteo Renzi ed Enrico Letta. Guglielmo Epifani lo dice chiaramente. Chi vincerà le primarie del Pd, spiega il segretario pd, «sarà anche candidato premier, ma non solo lui. Chi vorrebbe concorrere per la premiership, potrà farlo». «Letta — aggiunge Epifani — deciderà lui, ma è un percorso fisiologico». Nonostante le elezioni siano previste per il 2015 («in questa fase un voto anticipato non serve al Paese», dice ancora Epifani), fra i dem sale la tensione sul futuro candidato a premier. Epifani ipotizza che Letta possa contendere a Renzi la premiership. Il premier in carica, da parte sua, dice che non ci sta pensando. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »