Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ALDO FONTANAROSA’

Incertezza sulla voltura che assegnerà alla stessa persona imposta tv e bolletta elettrica. Il decreto: sarà automatica. Viale Mazzini: no, va richiesta.

Stessa sanzione di chi dichiara una falsa residenza Ecco le regole. Mancano le norme per gli anziani.

 Il Canone sarà una voce della bolletta elettrica. Dunque lo pagherà il componente della famiglia (supponiamo il padre) che ha intestata l’utenza della luce e risiede dove gli arriva la bolletta elettrica. L’imposta tv si paga una sola volta e non sarà versata per le seconde case sfitte dove la corrente è allacciata.

Se pago solo il consumo elettrico e non verso il Canone, rischio il distacco della luce?
Assolutamente no.

(altro…)

Read Full Post »

Il caso Chi eviterà

di pagare la quota in bolletta ora rischia una doppia sanzione, penale e pecuniaria di 500 euro.

ROMA  – Nel 2016 ogni capofamiglia pagherà il canone Rai in 6 rate da 16 euro e 66 centesimi ognuna. E le verserà insieme alla bolletta elettrica che gli arriva nella casa dove risiede. La prima casa. Il governo tiene la barra dritta su questa riforma, forte di un’alleato influente. Il gigante pubblico della corrente, l’Enel, sta collaborando e questo alla fine peserà.
Restano da scansare almeno tre grandi buche che si vedono ben chiare lungo la strada. L’evasione – che il governo farà uscire dalla porta – può rientrare dalla finestra. C’è poi l’incognita dei tempi. In un Paese che ha 461 società elettriche (461) non sarà facile mettere tutto a punto per febbraio. Si muove infine un “nuovo partito Rai”, che teme un salto nel vuoto e cerca sponde nella minoranza Pd, in Forza Italia e tra i 5 Stelle, pur di frenare le cose.

(altro…)

Read Full Post »

BerlusconiSalta l’emendamento al decreto Milleproroghe, che avrebbe sottratto all’AgCom la competenza sul canone Il gruppo che fa capo a Silvio Berlusconi verserà 13 milioni l’anno contro i 20 del 2012. Vantaggi anche per la Rai.

ROMA – E’ caos sul canone frequenze. E Mediaset è oggi più vicina all’obiettivo che persegue da quasi due anni. E cioè pagare meno, molto meno come fitto allo Stato per le frequenze televisive che utilizza. Nella peggiore delle ipotesi, il gruppo Berlusconi verserà all’erario 13 milioni di euro l’anno (contro gli oltre 20 che ha pagato nel 2012).
Da dicembre, il governo Renzi ha lavorato ventre a terra su questo dossier. Ma ieri, nel momento della verità, è saltato l’emendamento al decreto Milleproroghe, all’esame alla Camera, che avrebbe impresso una svolta alla vicenda. L’emendamento – scritto al ministero dello Sviluppo – avrebbe tolto la competenza a decidere sul canone al Garante per le Comunicazioni (AgCom) e la avrebbe restituita al governo, legittimato così a scrivere una legge in materia.

(altro…)

Read Full Post »

Interrogazione

Chiuso l’Ufficio Omaggi. Paga solo un manager.

È UNA nuova Regalopoli?
Dopo un’interrogazione del senatore Salvatore Margiotta del Pd, la tv di Stato descrive una situazione cupa. Nella sua risposta arrivata ieri in Parlamento, Viale Mazzini riconosce «criticità relative alla gestione degli omaggi e dei beni promozionali in ordine alla loro movimentazione e tracciabilità ». La Rai «ha adottato opportune azioni correttive». E «dopo rituale procedimento disciplinare », ha preso «adeguati provvedimenti verso il responsabile di processo». (altro…)

Read Full Post »