Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Alessandro Di Battista’

Read Full Post »

Credo di essere stato garbato ma ho detto tutto quel che avevo da dire sul sistema mediatico italiano.

Read Full Post »

Da febbraio 2014 (inizio governo Renzi) a novembre 2016 (ultimo mese governo Renzi) gli “esperti” della politica hanno prodotto un aumento del debito pubblico di 122 miliardi di euro. Da 2.107 a 2.229. Questo, chiaramente, senza migliorare le condizioni di vita dei cittadini. Evviva gli esperti! Di fronte a tutto questo e con l’Unione Europea che ti chiede l’ennesima manovra correttiva (chiede denaro insomma) il Ministro Padoan – già ministro sotto Renzi – dice che “l’Italia rispetta le regole europee” e propone: “risparmi per ridurre la spesa, alienazioni per ridurre il debito, efficiente gestione degli asset pubblici e crescita”. Che significa tutto questo? Tagli alla spesa, privatizzazioni e un probabile aumento delle imposte sulla benzina. (altro…)

Read Full Post »

L’Italicum, la legge elettorale fatta da Renzi e Boschi e votata da questa maggioranza che pensa esclusivamente alle regole della politica (dimenticando l’Italia reale) è in gran parte incostituzionale! (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Esattamente un anno fa Renzi disse: “MPS oggi è un bell’affare, è risanata”. Il titolo poi è crollato del 60%. Renzi nel frattempo chiede aiuto a JPMorgan (una banca d’affari) che ottiene l’allontanamento dell’amministratore delegato Viola e piazza un suo uomo, Morelli. L’aumento di capitale “supervisionato” da JPMorgan va male ma che importa, ci pensiamo noi cittadini a mettere i soldi in MPS! Nel frattempo si scopre che molti uomini di potere hanno ottenuto prestiti enormi da MPS. (altro…)

Read Full Post »

di-battista

“Il M5S viene percepito e trattato, in Italia e anche in Europa, come un corpo estraneo da buttare fuori. In questo caso, una parte di sistema che ha impoverito l’Europa ci considera un pericolo”. Così a Otto e Mezzo (La7) il deputato del M5S, Alessandro Di Battista, si pronuncia sull’accordo che i vertici del movimento volevano stabilire con il gruppo europeo liberal-democratico Alde. “Loro si sono tirati indietro” – continua – “perché era bene che alcune idee del M5S, che avremmo tenuto in piedi, fossero lasciate fuori. La mia posizione è quella di riuscire a formare un gruppo autonomo, perché quando andiamo da soli è meglio”. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »