Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘amanda knox’

Con il meraviglioso titolo di prima pagina “Silvio come Amanda”, ieri il quotidiano Libero, non so quanto consapevolmente, ha chiuso definitivamente un cerchio. Dentro quel cerchio la politica è ingoiata, tutta intera, da una rappresentazione popolare insieme puerile e buffa, e la realtà è appena il remoto pretesto per fornire un canovaccio ai pupazzi che hanno sostituito le persone. “Silvio” e “Amanda”, qualora fossero davvero il signor Silvio Berlusconi e la signorina Amanda Knox, ovviamente c’entrano niente l’uno con l’altra. Ma essendo diventati due giocattoli mediatici, Silvio e Amanda possono ben incrociare i loro destini sullo stesso scaffale, come il soldatino di piombo e la ballerina del carillon. (altro…)

Read Full Post »

Se fossi d ministro degli Interni ad interim di tutte le Galassie, io I ‘altro giorno,sul pianeta Terra, avrei ordinato due retate: una a Perugia e una a Seattle. Una contro quelli che strillavano “vergogna” fuori dal Tribunale,levando istericamente il braccio nel gesto para.-fascista delle curve ultras,l’altra contro la ridicola claque yankee che plaudiva in lacrime all’assoluzione in mondovisione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Due popolini di opposto sentire ma di idem scemenza, al tempo stesso vittime e artefici della credulità di massa e dell’orrore mediatico. È anche grazie a loro e per loro che i giornali peggiorano,la televisione peggiora,l’informazione peggiora, sono loro le foche ammaestrate di quel circo emotivo, fracassone, superficiale che osiamo chiamare “informazione”. (altro…)

Read Full Post »

Prima o poi doveva succedere. Ecco a voi Libero di oggi. Davvero.

Silvio come Amanda

“I Pm mi perseguitano”

Berlusconi scatenato: “Amanda sono io”.

Da nonleggerlo.blogspot.com.

Read Full Post »

Avendo trascorso la maggior parte di settembre a Perugia, so che di solito è deliziosamente isolata dal mondo, seppure piena di studenti stranieri, uno dei quali, in quel periodo, era questo giornalista inglese.

Almeno, la città dava questa sensazione fino a che improvvisamente piazza Matteotti si è riempita di camper delle tv quando in Corte d’appello si è aperto il processo d’appello a Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Mi è stato detto che qualcuno nella sala stampa del tribunale mi ha riconosciuto passeggiando per la città e ne ha dedotto che ero interessato al caso Knox. La verità è che non lo ero. Ma il mondo lo era. (altro…)

Read Full Post »