Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘amazzonia’

Un nuovo decreto permetterà lo sfruttamento minerario di un’area di Foresta Amazzonica grande quanto la Danimarca

 A luglio vi avevamo raccontato di come l’esecutivo di Michel Temer – diventato Presidente ad interim del Brasile in seguito all’impeachment di Dilma Rousseff – avesse approvato la Misura provvisoria 759, che spiana la strada all’accaparramento delle terre nella Foresta Amazzonica, rendendo più facile ed economico per i grandi proprietari terrieri ottenere la proprietà di vaste aree forestali occupate abusivamente.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Greenpeace_Allarme Amazzonia-Notti-Terrore_Oct2014Notte dopo notte, i camion portano via dall’Amazzonia il legno tagliato illegalmente che andrà a rifornire i mercati di tutto il mondo.

Ad agosto e settembre 2014, utilizzando localizzatori GPS nascosti, Greenpeace ha monitorato alcuni camion che trasportavano legno nello stato brasiliano del Pará. Per la prima volta, Greenpeace ha utilizzato un sistema GPS per documentare il taglio illegale di legno nella foresta amazzonica.

Le indagini hanno reso noti i metodi che l’industria di legname del Pará utilizza per trasformare in legale il legno in realtà tagliato illegalmente. Il processo è semplice: durante il giorno, i camion vuoti viaggiano nel cuore della foresta e vengono riempiti per, una volta arrivata la notte, trasferire il legno dalle aree di estrazione illegale alle segherie di Santarém, il centro dell’industria del legname in Amazzonia. (altro…)

Read Full Post »

Mappa degli eventi

La giornata oasi è anche sui SOCIAL. Selfie, foto e racconti della propria visita da mandare alla pagina Facebook  ; verranno poi pubblicati. Su Twitter invece con #amazzoniaoasi.

Una Natura in festa in tutta Italia:  la giornata di domenica sarà l’occasione per grandi e piccoli per  scoprire l’ ‘Amazzonia’ nascosta dietro l’angolo, ovvero, foreste e fiumi boscosi, ma anche laghi, vallate e lagune ricchi di animali  e specie rare tutelate in Italia nelle 100 oasi WWF. Ogni anno la Giornata Oasi WWF, giunta alla sua 24ma edizione,  accoglie migliaia di visitatori che, grazie a questo evento, possono entrare gratuitamente e partecipare alle centinaia di manifestazioni speciali organizzate in tutte le regioni.  Le pagine Social del WWF saranno a disposizione dei visitatori che potranno animare la giornata anche sulla rete inviando il proprio Diario fotografico e narrativo con selfie, foto di natura, racconti.  (altro…)

Read Full Post »

Brasile

Gonzalo Alonso Hernandez non è che l’ultima vittima di una lunga serie di omicidi che hanno avuto come protagonisti attivisti impegnati su questioni ambientali.

L’ultima vittima è stato il biologo spagnolo Gonzalo Alonso Hernandez, ma, purtroppo, l’elenco delle vittime nelle file degli ecologisti che operano in Brasile è una sequela di nomi senza fine. La denuncia di Amnesty International è di quelle che fanno gelare il sangue nelle vene: 20 ambientalisti ed ecologisti sono stati assassinati da forze di sicurezza, bande criminali e paramilitari fra il 2011 e il 2012 a causa delle loro prese di posizione per l’ambiente. Sarà anche uno dei Bric, il Paese che ha “abbracciato” Papa Francesco e che per due estati – quella del 2014 e quella del 2016 – sarà il centro del mondo, ma il Brasile resta una nazione ricca di contraddizioni. (altro…)

Read Full Post »

Dopo 18 anni di battaglie giudiziarie la Corte d’Appello dell’Ecuador ha inflitto alla compagnia petrolifera americana Chevron il pagamento di un risarcimento record: 18 miliardi di dollari. I soldi dovranno ripagare gli Indigeni dei danni subiti anche dal loro habitat la Foresta Amazzonica a causa delle attività di estrazione del petrolio. La vittoria è stata ottenuta grazie al certosino lavoro dell’avvocato Pablo Fajardo (nella foto a sinistra) membro dell ‘ELAW (Environmental Law Alliance Worldwide).

La sentenza della Corte d’Appello conferma la sentenza emessa dal Tribunale di Lago Agrio (ne scrivevo qui) che già lo scorso 14 febbraio 2011 aveva condannato la Chevron a un risarcimento di circa 9 miliardi di dollari. Il Giudice aveva previsto il raddoppio del risarcimento se la compagnia non avesse presentato le sue scuse al Tribunale per comportamenti giudicati inappropriati.

La Chevron ha comunque annunciato che presenterà un nuovo ricorso questa volta internazionale e al di fuori dell’Ecuador. Comunque la condanna al risarcimento giunge per le attività estrattive della Texaco, in atto dal 1964 al 1990 e poi acquisita dalla Chevron nel 2001. (altro…)

Read Full Post »

“Colpo mortale”. Non usano giri di parole le associazioni ecologiste brasiliane, all’indomani dell’approvazione da parte del Senato del discusso progetto di riforma del Codice Forestale. Colpo mortale alla biodiversità, ai diritti delle popolazioni indigene, alla mitigazione del cambio climatico, secondo le maggiori sigle ambientaliste riunite in protesta davanti ai palazzi governativi.

Con 58 voti favorevoli e solo 8 contrari e forte della presenza di un nutrito gruppo parlamentare che rappresenta i grandi impresari del comparto agricolo, il Senato brasiliano ha espresso parere favorevole alla proposta di modifica del Codice. Ora la palla passa alla Camera dei Deputati, che dovrà pronunciarsi sull’approvazione finale, convertendo così la proposta in legge. (altro…)

Read Full Post »

Nel 1999 l’antica terra dei Deni, una tribù indigena della foresta amazzonica, viene venduta illegalmente a un’azienda per l’estrazione del legno. Dopo aver atteso invano per tanti anni una risposta dal governo brasiliano per il riconoscimento delle loro terre, i Deni chiedono aiuto a Greenpeace.

Entriamo in contatto con loro e nel 2000 parte la nostra spedizione a bordo della nave Amazon Guardian: i Deni e gli attivisti mandano insieme un messaggio alla multinazionale del legno chiedendogli di andare via.

Nel 2001 un team di Greenpeace va a vivere con loro e organizza corsi di formazione sul’utilizzo di GPS e altri strumenti di demarcazione. Si aggiungono anche tredici volontari venuti da tutto il mondo che li aiutano a delimitare la zona per proteggerla dai deforestatori. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »