Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ammazza blog’

Come sapete, il nostro Parlamento non ha lasciato inascoltato il grido di dolore di Alessandro Sallusti e sta elaborando a tempo di record una riforma del reato di diffamazione che eviti il carcere al direttore del Giornale.

Tralascio ogni considerazione sul fatto che ci sia stato bisogno del caso Sallusti per smuovere il legislatore – altri meno noti colleghi sono andati in galera nel silenzio generale – e tralascio che alla fine il tutto si trasformi in un’ennesima norma ad personam.

Quello che però fa davvero girare le scatole è che nello scrivere questa legge – già per altri versi abbastanza pessima – si colga l’occasione per riproporre (per l’ennesima volta) la norma ammazza-blog, che era presente pure nel disegno di legge Alfano sulle intercettazioni. (altro…)

Read Full Post »

 

Strappo in commissione Giustizia alla Camera. Il comitato dei nove ha dato parere favorevole a maggioranza all’emendamento del Pdl targato Costa-Contento che vieta la pubblicazione delle intercettazioni fino alla cosiddetta udienza filtro. Giulia Bongiorno, di Fli, in segno di protesta ha lasciato l’incarico di relatrice. Un’accelerazione che manda a gambe all’aria l’atteggiamento del Terzo polo che portava avanti un approccio “dialogante” con la maggioranza (…).

Ammazza blog. Avranno obbligo di rettificare entro 48 ore solo le testate on-line che risultano registrate. È questo l’accordo bipartisan raggiunto nel comitato dei nove, che sta esaminando il ddl Intercettazioni. La proposta è il frutto di alcuni emendamenti presentati da Zaccaria (Pd) e Cassinelli (Pdl). (Repubblica)

Per il momento i blog sembrano salvi (il dubbio è d’obbligo con questa gentaglia) , ma sicuramente resta lo sdegno e lo schifo per la squallore mostrato dalla nostra classe politica … e più mi guardo intorno e più mi chiedo “veramente stiamo in Italia?”

Perchè come ho già detto tante volte, mentre tanti, troppi Italiani stentano ad arrivare a fine mese, mentre tante persone vedono ridurre le loro pensioni o perdono il posto di lavoro, mentre c’è gente che muore per 4 euro l’ora … nel nostro parlamento si continua a discutere sempre e solamente delle intercettazioni!

stopcensura.com

Read Full Post »

Quando parlavo di disobbedienza civile, ad esempio. Viva Wikipedia, non basta più bloggare.

Da Wikipedia.org

Cara lettrice, caro lettore,

in queste ore Wikipedia in lingua italiana rischia di non poter più continuare a fornire quel servizio che nel corso degli anni ti è stato utile e che adesso, come al solito, stavi cercando. La pagina che volevi leggere esiste ed è solo nascosta, ma c’è il rischio che fra poco si sia costretti a cancellarla davvero.

Il Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) recita:

«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.» (altro…)

Read Full Post »

Confermata anche la stretta su blog e siti internet con multe fino a 12500 euro e l’obbligo di mostrare la rettifica per 30 giorni. Il testo approvato al Senato sarà dunque rivisto con degli emendamenti che ripropongono provvedimenti cancellati dal dl Mastella prima e dal dl Alfano poi.

Il contenuto delle intercettazioni non potrà mai essere pubblicato fino all’udienza filtro. Anche quelle trascritte nelle ordinanze di custodia cautelare. E’ quanto prevede l’emendamento presentato dal capogruppo del Pdl in Commissione Giustizia, Enrico Costa, al ddl intercettazioni. In pratica viene conservato il passaggio già previsto dalla proposta Mastella e poi inserito nel dl Alfano che vieta la pubblicazione delle trascrizione anche quando gli ascolti sono trascritti in un’ordinanza di custodia cautelare notificata alle parti. Fino alla cosiddetta udienza filtro, quando cioè pm, gip e avvocati discutono ogni singola registrazione valutandone il contenuto. (altro…)

Read Full Post »

Da PIOVONO RANE di Alessandro Gilioli

Read Full Post »

Giovedì 29 settembre al Pantheon. La mobilitazione contro la legge Bavaglio è già partita. Il primo appuntamento è fissato per giovedì 29 settembre in piazza del Pantheon a Roma. Una manifestazione organizzata dal Comitato per la Libertà e l’Informazione in concomitanza con l’arrivo alla Camera del nuovo disegno di legge sulle intercettazioni. Oltre cento associazioni, gruppi di attivisti in rete, semplici cittadini. Per sottolineare che “l’informazione è un bene comune da tutelare in ogni modo possibile”. (altro…)

Read Full Post »

Il governo ripresenterà lo stesso disegno di legge, inclusa la disposizione che obbliga i gestori di un sito a modificare i contenuti pubblicati se oggetto di richieste di rettifica. Nessuna possibilità di replica e multe salate. In Rete riparte la mobilitazione. Di Pietro sul web: “Non staremo con le mani in mano”.

ROMA – Il governo torna alla carica sul ddl intercettazioni, fortemente voluto dal premier Silvio Berlusconi. Una questione su cui l’esecutivo è orientato a porre la fiducia, bloccando la via a ogni eventuale emendamento. Ma il disegno di legge attualmente allo studio contiene ancora la norma 1 cosiddetta “ammazza blog”, una disposizione per cui, letteralmente, ogni gestore di “sito informatico” ha l’obbligo di rettificare ogni contenuto pubblicato sulla base di una semplice richiesta di soggetti che si ritengano lesi dal contenuto in questione. Non c’è possibilità di replica, chi non rettifica paga fino a 12mila euro di multa.  (altro…)

Read Full Post »