Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘artisti’

Nel sito http://www.googleartproject.com oltre mille immagini di opere, tra cui alcune ospitate dagli Uffizi, e tour a 360 gradi delle gallerie più importanti del mondo. Da Botticelli alla Reggia di Versailles.

Si chiama Art Project, è l’ultima novità firmata Google in materia di guida virtuale al nostro tempo libero. Grazie a un’esclusiva collaborazione con alcuni dei più prestigiosi musei d’arte del mondo, tra cui la Galleria degli Uffizi, verrà data a chiunque l’opportunità di scoprire e di vedere in rete oltre 1000 opere d’arte fin nei minimi dettagli. (altro…)

Read Full Post »

Non solo una mostra ma un vero e proprio ‘tour’ con tanto di spettacolo, letture e musica quello previsto per la presentazione di ‘Munch e lo spirito del nord. Scandinavia nel secondo Ottocento’. La serie di opere, ben 125, e ‘L’azzurro e la luna’, racconto del curatore Marco Goldin che prendera’ forma sulle immagini dei capolavori dell’artista norvegese e di altri esponenti della pittura nordica, tocchera’ buona parte del Friuli Venezia Giulia e comprendera’ un’unica tappa ‘fuori regione’ a Venezia.

Durante la rappresentazione, alcuni brani scritti da Goldin si alterneranno ai pensieri lasciati dallo stesso Munch ed entrambi saranno recitati da Gilberto Colla. A rendere ancora piu’ intensa l’atmosfera creata dalle immagini e dalle voci, saranno i suoni della fisarmonica di Renzo Ruggieri e dal violoncello di Piero Salvatori.

Il piatto forte è costituito ovviamente da Munch, e i 40 quadri esposti ci daranno una buona panoramica di quella che fu la sua produzione artistica, e forse faranno sì che il pubblico italiano si renda conto che non esiste solo il celebre “Urlo“, ma ben altre opere, forse anche superiori a quella terribile e affascinante figura. (altro…)

Read Full Post »

Oz e Forsyth. Ammaniti e Sassoon. Heaney e Naipaul… Ecco i dieci nomi d’oro del FestivaLetteratura, che porterà nella città lombarda oltre trecento scrittori da ogni parte del mondo.

Nobel veri ed eterni candidati. Vincitori di Booker, Goncourt e Friedenspreis: narratori, pensatori e affabulatori. Saranno oltre 300 tra scrittori, intellettuali, artisti a dare vita a 270 incontri, reading, happening, dall’8 al 12 settembre a Mantova alla quattordicesima edizione del FestivaLetteratura, forse l’evento culturale più importante in Italia. L’anno scorso furono 90 mila (il primo anno 15 mila) le donne e gli uomini che hanno voluto ascoltare scrittori, poeti, studiosi: a riprova che la qualità paga. Del resto, se un newsmagazine come il “Time” dedica la copertina a uno scrittore non facile, Jonathan Franzen (è successo la settimana scorsa), vuol dire che la letteratura non è solo una distrazione colta, ma una materia di stringente attualità. “L’espresso” ha scelto dieci tra i protagonisti di Mantova, da non mancare.

Amos Oz
Quando parla sembra uno zio che racconta storielle. Del resto, questa è la cifra della scrittura di un romanziere, tra i più grandi nel mondo degli ultimi decenni, e che è la vera star di Mantova. Ha rifondato la letteratura israeliana (diventata oggi un esempio da imitare), ma soprattutto ha influito su due generazioni di scrittori ovunque, da quando, nel 1967, all’età di 32 anni, ha pubblicato “Michael Mio”. Si tratta di un romanzo in cui in apparenza succede poco, come nei libri di Cechov, in realtà viene descritto con struggente empatia l’animo di una giovane donna di Gerusalemme, che cercando il senso della vita e delle emozioni, finisce per rovinare il matrimonio, mentre il marito uomo bravo e buono è incapace di capire la sua infelicità. Non a caso, Oz definisce l’amore come la “forma più radicale dell’egoismo”. Da allora, racconta la solitudine, i sogni e le frustrazioni degli individui nelle piccole città del deserto (lui nel deserto di Negev ci abita). Ma ha scritto anche un’autobiografia epica “Storia dell’amore e di tenebre”, un libro imprescindibile. Pacifista, parla spesso e molto della politica, con ottimismo. (altro…)

Read Full Post »