Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘belpietro’

estratto dell’intervento di Maurizio Belpietro durante la puntata di Terza Repubblica, andata ieri sera in onda su La7 – Video integrale qui sopra

“L’attenzione che i giornali hanno dedicato a Virginia Raggi e alla giunta del MoVimento 5 Stelle è superiore a quella dedicata a tutte le altre giunte, pure della Capitale. Io ricordo che Ignazio Marino sbagliò le nomine, faceva una gaffe dopo l’altra, nominò un capo dei vigili che non aveva i titoli. Se ne parlò ma non finì mai come titolo d’apertura dei principali giornali, non fu l’apertura dei telegiornali nazionali. (altro…)

Read Full Post »

Maledetti bastardi”, “Porci”, “Assassini”: nei talk televisivi seguiti alla strage di Parigi,colpa imperdonabile è il cosiddetto buonismo in cui si può incorrere perfino se non si condiscono i vari   pistolotti con   una sequela di   insulti verso i   terroristi islamici, magari agitando i pugni e digrignando i denti. Loro sparano proiettili e noi parolacce. Naturalmente, chi spicca per decisionismo interventista è Matteo Salvini, che non risparmia anatemi al feroce saladino. Sere fa, al culmine dell’ira funesta, il capo leghista ha detto che quegli assassini “vanno cancellati dalla faccia della terra”, concetto condivisibile soprattutto se esplicitato comodamente seduti in uno studio televisivo. (altro…)

Read Full Post »

Avendo rinunciato, da tempo, a svelare i grandi misteri italiani, per tenere in allenamento il cervello non resta che concentrarsi su quelli piccoli. Per esempio: come mai Maurizio Belpietro è ospite fisso di Michele Santoro nonostante il suo giornale, Libero, apra spesso la prima pagina con il titolo “Santoro porco” o “Santoro sudicione”? Che cosa attira reciprocamente i due? Sindrome di Stoccolma? Sadomaso? Voi accettereste di essere l’ospite assiduo e sorridente di una trasmissione che un giorno sì e l’altro pure accusate di falsità, mercimonio, traffico di donne, infimo livello, cattivo odore in studio? (altro…)

Read Full Post »

Alcuni lettori mi domandano cos’è successo ad Annozero tra me e Belpietro a telecamere spente. In effetti, diversamente dal consueto, qualcosa è successo. Di solito approfitto delle pause pubblicitarie per uscire a fumare e rilassarmi un po’. Giovedì, uscendo, non ho resistito alla tentazione di dirgliene quattro. Poco prima mi ero permesso di ricordare, anche ad Al Gore che mi sedeva accanto, che l’Italia è l’unica democrazia del mondo dove il capo del governo è ineleggibile, controlla abusivamente cinque reti tv, più svariati giornali, e in tale veste stipendia migliaia fra giornalisti, scrittori e intellettuali. Belpietro, sentendosi giustamente della partita, ha tentato di tirarsene fuori sol perché dirige Libero , che non è di B., ma di un deputato di B., Angelucci. Gli ho ricordato in diretta che conduce un programma su Canale 5, dunque è fra i salariati di B. Allora se n’è uscito farfugliando che lo sono anche Saviano, Scalfari e Augias. Gli ho risposto che, per quanto opinabile possa essere la scelta di pubblicare per case editrici di B. e famiglia (Mondadori ed Einaudi), un conto è uno stipendio, un altro i diritti d’autore dei libri. (altro…)

Read Full Post »

È venuto il momento di confessare l’irrefrenabile invidia che proviamo nei confronti di Maurizio Belpietro. Se fossimo incappati in due infortuni professionali – chiamiamoli così – come quelli che l’hanno investito tra capo e mento a distanza ravvicinata, cioè il falso attentato a se medesimo e il falso attentato a Fini, saremmo finiti kappaò. Poi ci saremmo scelti un eremo trappista ben nascosto in Aspromonte e avremmo fatto perdere le nostre tracce per una decina d’anni, nella speranza di essere dimenticati. Lui invece è sempre lì in prima linea, mento volitivo, pancia in dentro e petto in fuori, a dare lezioni di giornalismo.  (altro…)

Read Full Post »

In evidente imbarazzo per l’arresto di Ciancimino jr, issato agli onori delle cronache dal suo Panorama nel 2007, Maurizio Belpietro scrive: “Non sappiamo da chi abbia imparato a manipolare i documenti. Ma quale che sia il suo maestro, non sarà mai sufficientemente abile da competere con Travaglio”. Troppo buono. Ma, come si suol dire: prego, dopo di lei. Ciancimino è stato arrestato per aver taroccato un documento contro De Gennaro. Accusa ancora tutta da provare (per ora si sa solo che il documento è stato falsificato, ma non da chi né perché), anche se i “garantisti ” Pdl l’hanno già condannato in via definitiva. In compenso è ormai fatto notorio che da 17 anni gli house organ di B., diretti o vicediretti da Belpietro, han preso per oro colato una serie innumerevole di panzane. (altro…)

Read Full Post »

Chiesta l’archiviazione dell’indagine sul presunto agguato.

 pasquinoweb.wordpress.com

Read Full Post »

Older Posts »