Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘berlino’

mercatini-natale

Iniziano a emergere ulteriori dettagli sulla dinamica e sugli attentatori che la notte del 19 dicembre hanno investito decine di persone a un mercatino di Natale a Berlino, che ha causato 12 morti e 48 feriti. Una strage sulla quale indaga la polizia, che ha aperto un fascicolo per “presunto attacco terroristico”. Un uomo a bordo del tir, polacco, è morto nello schianto, mentre un altro, sospettato di essere il guidatore, è un cittadino pachistano di 23 anni, Naved B., arrivato in Germania attraverso la rotta balcanica il 31 dicembre 2015. Aveva varcato il posto di confine di Passau, città bavarese alla frontiera con l’Austria. Fonti della sicurezza hanno però spiegato all’agenzia stampa Dpa che non è stato ancora possibile identificarlo con certezza assoluta dato che in passato si è servito di diverse identità. (altro…)

Read Full Post »

Il referendum popolare di domenica scorsa si è chiuso con una vittoria che ha sfiorato l’unanimità: il 98,2 per cento dei cittadini vuole che la Berliner Wasserbetriebe sia gestita esclusivamente dal Comune

Anche a Berlino l’acqua torna pubblica. A deciderlo una consultazione popolare che ha chiesto ai cittadini della capitale tedesca, domenica 13 febbraio, di dire “sì” o “no” alla proposta di togliere la gestione dell’acqua ai privati.

Se in Italia si deve ancora votare sulla questione della privatizzazione dei servizi idrici , e se in una città come Parigi è già stato deciso da parecchio tempo di renderli nuovamente pubblici, oggi anche Berlino ha deciso che non si possono più associare speculazioni e profitti ad un bene di primaria importanza come l’acqua. (altro…)

Read Full Post »

Fazio rassicura: “C’è un doppio filtro”. Domani un incontro a Bruxelles. La Germania cerca di rassicurare, ma l’allarme non si placa.

Uovo, carne di pollo e latte Uht: da oggi scattano in Italia i controlli per la contaminazione da diossina.
Particolarmente accurati in Emilia-Romagna, dove potrebbero essersi concentrate alcune partite provenienti dalla Germania.
Le autorità regionali tedesche, intanto, hanno cominciato a sbloccare gradualmente le attività degli allevamenti di pollame e suini che nei giorni scorsi erano stati chiusi per accertamenti a causa dello scandalo delle uova alla diossina, ma il governo federale ha messo in messo in guardia che sarebbe “prematuro” parlare di cessato allarme.

Berlino vuol fare piena luce

L’allarme, dunque, rimane e Berlino è decisa non solo a fare piena luce su questo caso, ma – per la prima volta – ha auspicato pubblicamente dure sanzioni contro i responsabili dello scandalo, confermando il sospetto di comportamenti “criminali” da parte di persone “senza scrupoli”.

In Italia, intanto, sono stati attivati i primi controlli del ministero della salute sulla catena alimentare e sono stati affidati ai 17 uffici periferici per gli adempimenti degli obblighi comunitari (Uvac).

I prossimi appuntamenti europei

Allo stesso tempo, cresce l’attesa per i prossimi appuntamenti a livello comunitario.

Già oggi, i produttori di mangimi europei incontreranno a Bruxelles rappresentati della Commissione Ue, mentre è in calendario per martedì e mercoledì prossimi una riunione degli esperti della Commissione sulla sicurezza della catena alimentare. (altro…)

Read Full Post »