Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘berlusconi’

Nell’intervista per i suoi primi ottant’anni, Berlusconi confessa che la politica non lo ha mai appassionato. Detta da uno che è stato tre volte presidente del Consiglio, ha molestato televisivamente gli italiani e fatto persino un accordo con Scilipoti pur di restare al potere, l’affermazione suonerebbe bizzarra, se non fosse la più sincera da lui mai pronunciata.

La politica lo ha sempre annoiato. Cenare parando i rutti di Bossi, raccontare barzellette al manichino di Fini, insegnare l’italiano a La Russa, trattare Alfano da statista, fregare sistematicamente D’Alema facendogli credere di essere intelligente. Un lavoraccio per chi era abituato a volteggiare da mattina a sera tra le gambe scoperte di calciatori e ballerine.  (altro…)

Read Full Post »

aquila

Nessun governo ha imposto gli interventi anti-sisma.

Imorti del terremoto impongono un’assunzione netta di responsabilità. Da parte di tutti. Succede ogni volta che la terra trema. La tavola s’imbandisce di buoni propositi. Sarà l’ultimo, è il refrain. Che poi, alla luce dei fatti, sarà sempre il penultimo. Eppure, al netto di quello che forse saranno le responsabilità penali, fin da subito un responsabile esiste ed è la politica italiana, che in decenni di scosse e cadaveri non è stata in grado di chiudere il cerchio attorno a una norma che renda obbligatorio (quantomeno per gli edifici pubblici) l’adeguamento antisismico. (altro…)

Read Full Post »

ParisiIn squadra nessun colonnello di Forza Italia. Tra i “ministri” Pilati. Un ruolo per Sacconi e Quagliariello.

L’ex manager sta costruendo un pool che si materializzerà alla convention di settembre La linea è quella indicata da Berlusconi: dare al centrodestra volti nuovi archiviando i vecchi
ROMA – Stefano Parisi si prepara a dare un nuovo dispiacere ai colonnelli di Forza Italia che non lo amano. Sta infatti costruendo una squadra che lo affiancherà nel suo ruolo di nuovo federatore del centrodestra, con la benedizione di Silvio Berlusconi. Un “pool”, lo chiamano i suoi amici, dal quale verranno esclusi «i veterani della politica ». Una team di portatori di idee, è l’altra definizione che circola nell’entourage dell’ex manager. In sostanza, dicono altri, si punta a formare un governo- ombra del centrodestra in grado di superare i veti dei singoli schieramenti presenti in Forza Italia.

(altro…)

Read Full Post »

Vauro

Read Full Post »

Letta gela i colonnelli: “Il via libera arrivato da noi” Oggi un vertice ad Arcore, rischi di scissione
Come un macigno scagliato in uno stagno, così la candidatura di Stefano Parisi alla leadership del centrodestra precipita il centrodestra nel caos. E così quando Giovanni Toti e i colonnelli dell’asse del Nord si incollano al telefono per sfogare tutta la rabbia, Gianni Letta li gela. «Potete prendervela con lui quanto volete, il via libera è arrivato da noi. Da Silvio». Certo, lo sconfitto alle Comunali di Milano si è spinto forse un po’ troppo in avanti, ma quel “noi” di Letta significa che Fedele Confalonieri e Marina Berlusconi, e soprattutto l’ex premier approvano l’operazione.

(altro…)

Read Full Post »

Bagarre

Esplode la polemica in Aula a Palazzo Madama dopo che l’assemblea ha negato con voto segreto l’uso delle telefonate tra Silvio Berlusconi e le Olgettine al processo in corso “Ruby ter” per corruzione in atti giudiziari. (altro…)

Read Full Post »

I favorevoli sono stati 120, i contrari 130 e 8 gli astenuti. Palazzo Madama ha stravolto la decisione della giunta che il 26 aprile scorso si era espressa per il via libera all’autorizzazione. I dem contro i 5 stelle: “Hanno salvato l’ex Cavaliere come la Lega salvò Craxi nel 1992”. La replica: “Il Patto del Nazareno è risorto. Il primo gallo che canta ha fatto l’uovo”.

Il Senato a voto segreto ha salvato Silvio Berlusconi dall’uso delle intercettazioni con le “Olgettine” per il processo Ruby Ter. I favorevoli sono stati 120, i contrari 130 e 8 gli astenuti. Palazzo Madama ha così stravolto la decisione della giunta per le immunità parlamentari che il 26 aprile scorso si era espressa per il via libera all’autorizzazione. In Aula le proteste del Movimento 5 stellehanno spinto il presidente Pietro Grasso a sospendere la seduta. Al termine del voto sono partite le polemiche: il Pd è andato all’attacco dicendo che l’ex Cavaliere è stato salvato dai grillini “come la Lega Nord fece con Crazy nel 1992″. (altro…)

Read Full Post »

pascale-piangeCiascuno, com’è ovvio, può pensare quel che vuole di Francesca Pascale e del suo legame con Silvio Berlusconi. Ma c’è qualcosa di fastidiosamente stonato, nel linciaggio che sta subendo per il solo fatto di essersi affacciata in lacrime a un balcone della suite del San Raffaele mentre il suo compagno era sotto i ferri del chirurgo. E di essere dunque stata fotografata dai paparazzi in attesa lì sotto. Il pensiero dominante è stato subito, in automatico, che la giovane ed esuberante fidanzata dell’ex Cavaliere l’ha fatto apposta, per farsi immortalare in quell’atto di commozione. (altro…)

Read Full Post »

Natangelo

Read Full Post »

La botta

Read Full Post »

natangelo

Read Full Post »

L’ex capo della Protezione civile non è più il candidato di Forza Italia, che invita gli alleati a sostenere l’imprenditore “per costruire ovunque un centrodestra nel quale i valori liberali e quelli della destra democratica possano convivere costruttivamente”. Ma il segretario della Lega risponde subito picche e la leader di Fratelli d’Italia ironizza: ”Ora mi aspetto che Fi e Marchini convergano su Giachetti…”.

Dopo un braccio di ferro durato due mesi, Forza Italia cambia cavallo per le elezioni comunali di Roma e spiazza gli alleati: “Con il dottor Guido Bertolaso abbiamo deciso di sostenere e fare nostra la candidatura dell’ingegner Alfio Marchini. Non è una scelta nuova. Marchini era stato la nostra prima opzione, ed era caduta per i veti posti da un alleato della coalizione”. Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota. Scatenando un nuova rissa nel centrodestra. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

La cattiveria delle donne. Silvio ha fatto davvero qualsiasi cosa per loro. Le ha create da una costola di Adamo e più di recente le ha riempite di alimenti, regali e ministeri, a seconda che fossero ex mogli, addette al reparto svaghi o fascio-conservatrici con la passione dei salotti televisivi. E adesso che per una volta aveva bisogno lui di un piacere – perdere le elezioni di Roma per fare contento Renzi e ottenere in cambio il suo appoggio nella creazione del mega-polo televisivo col francese Bolloré – una di quelle ingrate lo ricompensa a calci sui denti. E sì che ancora ieri mattina Silvio, la cui immagine di donna moderna è ferma alla casalinga che sorrideva sulle confezioni del dado Knorr, ha pregato Giorgia Meloni di non candidarsi a sindaca della Capitale per restare in casa a fare la mamma. Era anche disposto a farle un regalo di classe dei suoi, tipo un passeggino in marmo di Carrara o un biberon a forma di coniglietta di Playboy trapuntato di brillanti. Ma la Meloni niente: dopo avere detto prima «no» e poi «forse» alle profferte dell’astuto Salvini, adesso pare orientata verso il «sì» per il puro gusto di disubbidire a Silvio e certificare che in politica ormai lui conta meno di una felpa.  (altro…)

Read Full Post »

Sull’omicidio Regeni, il ragazzo che è stato rapito e torturato (e non per una questione passionale) ci facciamo prendere in giro dall’Egitto. A chiacchiere stiamo a zero, che siano le chiacchiere del ministro Gentiloni o del presidenteMattarella.
Sulla morte dei due dipendenti della Bonatti (Salvatore Failla e Fausto Piano), uccisi in uno scontro a fuoco tra milizie pro o contro uno dei governi libici, ci facciamo prendere in giro: i medici libici hanno già fatto le autopsie sui corpi che sono stati lavati e i proiettili estratti. Per aiutare i colleghi italiani? Per evitare che si facciano strane domande. (altro…)

Read Full Post »

Natangelo

Read Full Post »

renzi

Cartotto, ex consulente di Berlusconi: “Mi disse dell’intesa con Renzi 3 anni prima”.

Tre anni prima di siglare ufficialmente il patto del Nazareno, Silvio Berlusconi era sicuro di arrivare a un accordo con Matteo Renzi, all’epoca semplice sindaco di Firenze, per “fregare i magistrati”.

A raccontare l’inedito retroscena è Ezio Cartotto, il politologo assunto nel ‘92 da Marcello Dell’Utri con il compito di preparare la nascita di Forza Italia. (altro…)

Read Full Post »

NatangeloDa eccesatira.blogspot.it

Read Full Post »

natangelo

Read Full Post »

Tutto quello che prima sembrava impossibile noi lo abbiamo realizzato ..
Come suona bene lo spot elettorale del premier segretario rottamatore ieri al Senato, nel discorso sulle riforme.
“Se il Senato è capace di superare se stesso significa che niente è impossibile per l’Italia”: si riferiva alla grande riforma che trasforma il Senato in un posto di doppio-lavoristi, di eletti in modo indiretto, che si occuperanno anche loro dell’iter di approvazione delle leggi, senza togliere di mezzo il sistema bicamerale. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »