Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cambiamenti climatici’

Questo slideshow richiede JavaScript.

LA GRANDE MOBILITAZIONE MONDIALE DEL WWF CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI.

Sabato 28 marzo il mondo ha spento le luci per sensibilizzare governi e opinione pubblica sulla necessità di intervenire sui cambiamenti climatici con un gesto semplice, ma concreto. Partita dalla città di Sydney nel 2007, oggi la mobilitazione coinvolge 172 Paesi in tutto il mondo.

Spegnere le luci e accendere l’attenzione sui cambiamenti climatici. E’ tornata sabato 28 marzo, l’Ora della Terra: 60 minuti di buio, dalle 20:30 alle 21:30, per riflettere sulla necessità di cambiare le nostre abitudini di vita e smettere così di consumare il pianeta che ci ospita. La popolazione mondiale cresce infatti senza sosta mentre le risorse naturali scarseggiano per tutti. Un’equazione, questa, che rende indispensabile ridurre gli sprechi e insistere su un futuro ‘sostenibile’ che rinunci alla dipendenza dai carboni fossili. Dal 2007 un’ora di buio per dire ‘stop’ agli sprechi Per farlo il WWF nove anni fa da Sydney, in Australia, lanciò un appello al mondo chiedendo un gesto semplicissimo: spegnere la luce.  (altro…)

Read Full Post »

Greenpeace
“È ora di cambiare, il futuro è rinnovabile”: è la scritta a lettere giganti composta dagli attivisti presso le Linee di Nazca, uno dei siti più famosi del Perù, mentre a Lima è in corso il summit sul clima delle Nazioni Unite.

Se il messaggio delle linee di Nazca resta un mistero, quello diretto ai leader mondiali riuniti a Lima in occasione della Conferenza ONU è chiaro: fermate i cambiamenti climatici!

Mentre i leaders e i ministri riuniti per #COP20, si interrogano infatti su cosa fare per salvare ilclima del Pianeta, drammatici eventi climatici hanno causato l’evacuazione di oltre un milione di persone nelle Filippine.

(altro…)

Read Full Post »

nychiamaroma

21 settembre mobilitazioni in tutto il mondo contro i cambiamenti climatici. Appuntamento anche a Roma, in bici ai Fori Imperiali.

Anche Roma sarà tra le piazze mondiali che domenica 21 settembre si mobiliteranno per la People’s Climate March contro i cambiamenti climatici in occasione del vertice dei capi di Stato che si svolgerà a New York sul tema.

People’s Climate March

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha convocato per il 23 settembre a New York un vertice sul clima, per discutere con i capi di stato, le aziende, la società civile il problema urgente dei cambiamenti climatici e cercare di indirizzare le prossime scelte degli stati verso un economia a basse emissioni di CO2, anche in vista delle prossime COP di Lima e Parigi (dicembre 2014 e 2015).

L’appuntamento sarà preceduto il 21 settembre, sempre a New York, dalla People’s Climate March, la più grande mobilitazione sul clima mai organizzata dove sono attese 1milione di persone. In contemporanea, in tutto il mondo, Roma compresa, si svolgeranno eventi a sostegno della grande marcia di New York. (altro…)

Read Full Post »

Climate-Mdg-onu

Dopo mesi di una campagna di persuasione condotta dai piccoli Stati insulari in via di sviluppo e dalle Ong, la lotta al cambiamento climatico sarà uno dei 17 obiettivi dello sviluppo sostenibile (Sustainable Development – Sdg) che nel 2015 sostituiranno i Millennium Development Goals e che verranno ufficialmente adottati dalla 69esima Assemblea generale dell’Onu  del prossimo 24 settembre.

Infatti nell’Sdg 13 si legge: «Prendere delle misure urgenti per lottare contro il cambiamento climatico ed I suoi impatti». L’obiettivo sottolinea che l’United Nations Framework Convention on Climate Change (UnfccCC)  resta il principale forum internazionale ed intergovernativo per i negoziati sul cambiamento climatico.

(altro…)

Read Full Post »

ProgettiLa Commissione europea ha lanciato l’invito a presentare proposte nel quadro di un nuovo programma di finanziamento per progetti volti a contrastare i cambiamenti climatici. Nel 2014 il sottoprogramma “Azione per il clima” del programma LIFE stanzierà 44,26 milioni di euro allo scopo di sviluppare e attuare soluzioni innovative per rispondere alla sfida dei cambiamenti climatici in tutta Europa.
Connie Hedegaard, Commissaria europea responsabile per l’Azione per il clima, ha dichiarato: “Il nuovo programma LIFE per l’azione per il clima mette a disposizione più fondi rispetto al passato per progetti innovativi sul clima in tutta Europa. Questi fondi contribuiranno a sviluppare tecnologie di punta a basse emissioni di CO2 e a migliorare le soluzioni climatiche già disponibili. I fondi contribuiranno inoltre a realizzare gli obiettivi strategici e legislativi dell’UE in materia di clima. L’invito odierno a presentare proposte riguarda progetti pilota, di dimostrazione e di migliori pratiche.” (altro…)

Read Full Post »

RAINBOW WARRIOR sailing from India to Thailand. Bay of Bengal.ROMA – Arriva per la prima volta in Italia a fine giugno la nuova Rainbow Warrior – la nave ammiraglia di Greenpeace, varata nel 2011 – impegnata in un tour sui cambiamenti climatici, per promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza, contro il ricorso ai combustibili fossili. Il tour “Non è un Paese per Fossili” vedrà la nave in azione a sostegno della lotta dei cittadini e dei comitati locali che combattono contro le energie fossili – carbone e petrolio – nel nostro Paese. Da Vado Ligure a Saline Ioniche, da Palermo a Brindisi la nostra nave toccherà i luoghi dove si produce energia (o si minaccia di produrla) in modo tanto anacronistico quanto dannoso per l’uomo e l’ambiente e dove i comitati locali da tempo chiedono il passaggio ad energie verdi. “La nuova Rainbow Warrior è una perfetta ambasciatrice della rivoluzione energetica che chiediamo”, spiega Alessandro Giannì, direttore delle Campagne di Greenpeace Italia. (altro…)

Read Full Post »

WED

 

La Giornata Mondiale dell’Ambiente o WED cade il 5 giugno e è principale veicolo delle Nazioni Unite per incoraggiare la consapevolezza di tutto il mondo in merito all’ambiente.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente nasce nel 1972 per volontà dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite e celebrata dal 5 giugno 1973 ogni anno. Lo slogan scelto per il 2014 è Raise Your Voice Not The Sea Level Alza la voce non il livello del mare e il paese ospitante sono leisole Barbados che rappresentano il rischio delle piccole isole di venire sommerse. (altro…)

Read Full Post »

Greatest show on earth

Il 22 aprile 2014 in 190 paesi del modo oltre un miliardo di persone celebra la terra. Giunta ormai alla 44esima edizione la Giornata della Terra (Earth Day) nasce il 22 aprile 1970 dall’idea del Senatore del Wisconsin Gaylord Nelson, per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Da movimento universitario dell’America “NO WAR” figlia dei fiori, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo sulle problematiche ambientali. Su decisione delle Nazioni Unite l’Earth Day di quest’anno si concentrerà su una delle maggiori sfide ambientali dei giorni nostri: le Green City. (altro…)

Read Full Post »

Ambiente

SALVEREMO LA TERRA CON L’OTTIMISMO.

La lotta al cambiamento climatico è ferma e l’opinione pubblica è stanca di allarmismi, ma ora gli scienziati fanno autocritica: “Lanciamo un messaggio positivo: l’energia pulita fa bene anche all’economia”.

NEW YORK – “DOVE abbiamo sbagliato? La lotta al cambiamento climatico non fa progressi, l’opinione pubblica sembra confusa o stanca di questi allarmi, i governi perdono tempo. La colpa è anche nostra: la comunità scientifica e gli ambientalisti hanno sbagliato strategia, abbiamo usato messaggi controproducenti. Tutta la comunicazione su questi temi va ripensata, in una chiave positiva». L’autocritica viene da una fonte autorevole. Nella giornata mondiale per salvare la terra, questo bilancio severo avviene nel più grande centro studi internazionale dedicato al clima, all’ambiente, all’energia. (altro…)

Read Full Post »

cambiamento-climatico

La polemica globale sui reali effetti indotti dal surriscaldamento del pianeta non è mai sopita. E neppure l’aver nominato un organo intergovernativo super partes sembra raggiungere l’effetto di sedare le critiche dei catastrofisti o degli ottimisti. Certo è che almeno oggi sembra essere stato debellato il dubbio del se esistono i cambiamenti climatici indotti dall’uomo, e ci stiamo finalmente concentrando sul quanto e come possono influire sul futuro degli ecosistemi planetari.

(altro…)

Read Full Post »

"Il cambiamento climatico esacerberà la povertà soprattutto nei Paesi a medio e basso reddito"

“Il cambiamento climatico esacerberà la povertà soprattutto nei Paesi a medio e basso reddito”

Fame, povertà, inondazioni, siccità, ondate di caldo, guerre e malattie. A causa dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale, questi mali sono destinati ad aggravarsi nei prossimi anni. È quanto emerge da alcuni stralci della bozza di un rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc), organizzazione di esperti sui cambiamenti climatici che nel 2007 vinse il premio Nobel per la pace assieme ad Al Gore.

Al centro del rapporto che verrà pubblicato a marzo vi sono gli effetti dei cambiamenti climatici sulla vita dell’uomo.  (altro…)

Read Full Post »

ipcc-cover

L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), l’organo scientifico delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ha approvato oggi il primo dei quattro documenti che comporranno il Quinto Rapporto. Mette in allarme su un intensificarsi degli impatti, ma mostra anche che si può ancora agire per prevenire gli effetti più disastrosi.

“L’unica risposta sensata ai segnali allarmanti che ci manda il Pianeta è l’azione immediata. Purtroppo chi è entrato in azione si trova ora in galera in Russia, mentre i responsabili del caos climatico sono protetti dai governi di tutto il mondo”  afferma Andrea Boraschi, responsabile clima di Greenpeace, riferendosi ai 30 attivisti e membri dell’equipaggio della Arctic Sunrise, tra cui un italiano, per i quali è stata disposta ieri dal tribunale russo la custodia cautelare per 2 mesi, in seguito a un’azione pacifica di protesta contro una piattaforma petrolifera. (altro…)

Read Full Post »

IPCC-mappa-temperatureSarà presentato oggi a Stoccolma, al termine di quattro giorni di lavori, il rapporto sul riscaldamento climatico dell’Ipcc, il gruppo intergovernativo di esperti sul clima dell’Onu. L’organizzazione, premio Nobel per la Pace nel 2007, che riunisce migliaia di scienziati di tutto il mondo, pubblicherà oggi il primo volume di un rapporto completo sui cambiamenti climatici, sulle loro conseguenze e sui mezzi per farvi fronte. Il rapporto fornirà la conferma che l’uomo ha delle precise responsabilità per il riscaldamento climatico così come per l’intensificazione di alcuni eventi estremi. (altro…)

Read Full Post »

2012_clima

Il 2012 è stato uno dei 10 anni più caldi di sempre a livello globale. Tra i fenomeni che lo hanno caratterizzato uno scioglimento record dei ghiacci dell’Artico e il picco delle emissioni di CO2 prodotte dai combustibili fossili. Tali fattori lo hanno portato a piazzarsi tra il nono e l’ottavo posto tra i più caldi mai registrati nella storia.

Lo ha rivelato un grosso studio realizzato dagli scienziati del Noaa, l’agenzia meteorologica Usa, pubblicato nel rapporto annuale State of the Climate in 2012. L’analisi è stata svolta da 384 scienziati provenienti da 52 paesi e fornisce un aggiornamento dettagliato sugli indicatori globali climatici, sugli eventi meteorologici significativi e su altri dati raccolti dalle stazioni di monitoraggio ambientale e dagli strumenti su terra, mare, ghiaccio, e il cielo. (altro…)

Read Full Post »

earthday2013Un miliardo di persone in 175 nazioni sta festeggiando il compleanno del nostro pianeta, l’Earth Day 2013, la Giornata Mondiale della Terra. Nata negli USA nel 1970 come evento educativo sui temi ambientali, conta oggi migliaia di iniziative in tutto il mondo. Un modo per discutere dello stato di salute del nostro pianeta, per informare e sensibilizzare su cambiamenti climaticirifiutiinquinamentosprechi energetici.

Il tema scelto quest’anno è The Face of Climate Change, mentre il concerto di stasera si terrà a Milano ed avrà come protagonisti, insieme per la prima volta, Fiorella Mannoia e Khaled, l’artista algerino che è riuscito, con la sua musica, a superare confini geografici e barriere culturali. L’appuntamento è a Milano Assago, al Teatro della Luna e il ricavato della biglietteria per il live a teatro sarà interamente dedicato a sostenere i progetti green di Earth Day Italia. (altro…)

Read Full Post »

earth_hour_2013

Sabato 23 marzo è l’Ora della Terra del Wwf. E’ il settimo anno consecutivo che la più grande mobilitazione globale per fermare il cambiamento climatico  spegnerà simbolicamente le luci del pianeta in quella che il Wwf definisce una suggestiva “ola di buio” attraverso tutti i fusi orari.

In questi ultimi giorni si è celebrata la prima giornata mondiale delle Foreste il  21 marzo, la giornata mondiale dell’acqua il 22 e si celebrerà Earth Hour per il clima il 23. Tre grandi tematiche ambientali e sociali planetarie che riguardano il nostro oggi e il nostro domani e che sono strettamente interconnesse tra di loro. Tre grandi tematiche per la sostenibilità del nostro futuro che ancora non registrano quell’impegno deciso e necessario, in primis da parte dell’intervento politico che sarebbe necessario e che potrebbe impostare una nuova strada per i nostri modelli di sviluppo socio-economici. (altro…)

Read Full Post »

2012_12_6_10_44_26Maurizio Gubbiotti, responsabile dipartimento internazionale Legambiente per greenreport.it

Si prosegue a trattare a Doha, con tante difficoltà ma soprattutto sotto il peso di un gap troppo grande tra impegni presi (o che si annuncia di voler prendere) e ciò che sarebbe necessario per la salvezza del pianeta.

Gli accordi delineati alla scorsa Conferenza di Durban, che ci hanno portato in questo luogo dove si respira solo petrolio e gas, prevedono che al 2015 si firmi un accordo che entri poi in vigore nel 2020, e che permetta di allargarsi oltre i firmatari di Kyoto, e comprendere anche Usa, Brasile, Cina, India. Risulta indispensabile pertanto che l’accordo per Kyoto 2 sia raggiunto almeno per la coalizione dei volenterosi che rappresenta il 15% delle emissioni totali, ma questo non annullerebbe la distanza che esiste tra la previsione delle emissioni di gas serra al 2020 di 52-57 Gton e il tetto che gli scienziati ci dicono non si debba superare: 44 Gton. (altro…)

Read Full Post »

Continua lo scontro su Protocollo di Kyoto e finanziamenti. Ue: «I Paesi poveri vogliono assegni in bianco».

Oggi Abdullah Bin Hamad Al Atttiyah ha aperto al Qatar national convention centre di Doha la 18esima Conferenza delle parti dell’United Nations framework convention on climate change (Cop18/Cmp8  Unfccc) con un invito ad agire: «Il cambiamento climatico è una sfida per l’umanità – ha detto il presidente della Cop18 –  La Conferenza è un’occasione d’oro: dobbiamo farne il migliore uso» rivolgendosi alla presidente della Cop17 di Durban, alla segretaria esecutiva dell’Unfccc  Christiana Figueres ed ai 17.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo. «Mai come adesso i temi al centro di questi negoziati sono al centro del dibattito e dei discorsi mondiali. Tutti e sette i miliardi di persone che vivono sul pianeta sono di fronte ad una singola sfida. Questo è il motivo per cui ci riuniamo ai più alti livelli ufficiali in un contesto internazionale, questa è la nostra missione. Se non facciamo i cambiamenti di cui abbiamo bisogno ora, presto sarà troppo tardi. Dobbiamo decidere se lasciare che i nostri stili di vita mettano a repentaglio la nostra vita». (altro…)

Read Full Post »

A meno di tre mesi dall’inizio della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Rio +20 le popolazioni indigene andine hanno preparato un documento che sottolinea le necessità e le priorità da affrontare 20 anni dopo la conferenza storica di Rio de Janeiro del 1992. Quella dell’Agenda 21, dello sviluppo sostenibile e degli obiettivi da raggiungere sull’ambiente e la partecipazione, per intenderci. E che oggi a 20 anni da quella data ci siamo quasi dimenticati.

La prossima Conferenza della Terra Río+20 si terrà nella città brasiliana dal 20 al 22 giugno prossimi, e il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon qualche mese fa ha lanciato la campagna “Il futuro che vogliamo” parlando dell’evento di Rio come quello che permetterà di affrontare le soluzioni e le sfide del mondo. “Lo sviluppo sostenibile è la priorità più importante. Sappiamo a quello a cui stiamo andando incontro: insicurezza alimentare, scarsità di acqua, di energia, cambiamenti climatici, aumento delle emissioni di carbonio e oceani sempre più malati”. (altro…)

Read Full Post »

L’Italia arriva con un nuovo ministro dell’ambiente ai lavori della conferenza sul clima cominciata a Durban in Sudafrica (si tratta della 17esima «Conferenza delle parti», cioè dei paesi firmatari, della Convenzione dell’Onu sui cambiamenti climatici (Unfccc). Il ministro Corrado Clini, che ha una lunga esperienza di negoziati sul clima, si è dichiarato di recente a favore del nucleare ed è tra i principali sostenitori del mercato dei crediti di carbonio, uno dei meccanismi previsti dal Protocollo di Kyoto per remunerare le aziende che riescono a ridurre le loro emissioni di anidride carbonica, uno dei principali gas di serra. Sotto la sua direzione, il nostro paese ha creato il Carbon Fund Italiano, che raccoglie i certificati di riduzione di emissioni derivanti da progetti di aziende italiane nei paesi in via di sviluppo – e che ha permesso alle stesse di preoccuparsi di meno della riduzione delle emissioni in madrepatria. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »