Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘canone rai’

Canone-Rai

Gli italiani stanno ricevendo le prime fatture con l’addebito di 70 euro. E si scoprono errori eclatanti: da chi ha pagato e non doveva al caso comune dei coniugi con più utenze. L’Agenzia delle Entrate cerca di placare i contribuenti rispondendo alle loro domande, ma per richiedere il rimborso occorre aspettare che il 4 agosto pubblichi un provvedimento ad hoc.

Al caos non c’è mai fine, almeno quando si parla del canone Rai in bolletta. L’operazione, sbandierata come un metodo semplice diriscossione più semplice perché la quota annuale, scesa a 100 euro, viene addebitata nella bolletta della luce, continua invece a rivelarsi un ginepraio. Come hanno segnalato Federconsumatori e Unione nazionale consumatori, in questi giorni stanno arrivando agli italiani le prime fatture elettriche, che però in tantissimi casi sono sbagliate. (altro…)

Read Full Post »

Incertezza sulla voltura che assegnerà alla stessa persona imposta tv e bolletta elettrica. Il decreto: sarà automatica. Viale Mazzini: no, va richiesta.

Stessa sanzione di chi dichiara una falsa residenza Ecco le regole. Mancano le norme per gli anziani.

 Il Canone sarà una voce della bolletta elettrica. Dunque lo pagherà il componente della famiglia (supponiamo il padre) che ha intestata l’utenza della luce e risiede dove gli arriva la bolletta elettrica. L’imposta tv si paga una sola volta e non sarà versata per le seconde case sfitte dove la corrente è allacciata.

Se pago solo il consumo elettrico e non verso il Canone, rischio il distacco della luce?
Assolutamente no.

(altro…)

Read Full Post »

Canone

 

Da Il Fatto Quotidiano del 14/12/2014.

Read Full Post »

Attenti al canone“Non ha assolutamente senso la scelta di aumentare il canone Rai di 6 euro, come propongono pd (menoelle, ndr) e pdl. E’ una decisione intollerabile in questo momento di crisi, l’ennesimo e inspiegabile rialzo della pressione fiscale. Attualmente il canone è di 113,5 euro. Si tratterebbe di accrescerlo di più del 5%. Al miliardo e 700 milioni di euro raccolti, se ne aggiungerebbero circa 90 milioni. L’aumento è ingiustificato dato che non corrisponde a un adeguamento all’inflazione. Il nuovo gettiro ha il fine di “assicurare le risorse spettanti all’emittenza radiotelevisiva locale“. Quindi l’introito aggiuntivo non andrebbe alla Rai e al servizio pubblico, ma alle televisioni private che operano nelle diverse regioni. (altro…)

Read Full Post »

La signora Livia ha ottantadue anni e la testa lucida, ma le gambe appannate. Mauro è un giovane alpino di sessantaquattro che le abita accanto e ogni tanto scende a fare le commissioni per tutti e due. L’altro giorno Mauro doveva andare alla Posta e ha chiesto a Livia se aveva bisogno di qualcosa. Lei gli ha messo in mano 112 euro. «Sono per il canone Rai». Mauro le ha spiegato che non era il caso: «Hai più di 75 anni e una pensione sociale senza altri redditi: sei esentata». Livia ha insistito: «Posso permettermelo». «Ma se non arrivi a 500 euro di pensione!». «Tanti stanno peggio di me. I miei soldi serviranno a coprire quelli che non metteranno loro e a migliorare i conti della Rai, che nonostante tutto mi tiene compagnia». Pare faccia lo stesso con certe medicine che paga anche quando non dovrebbe, perché chi è fatto così è così sempre, nella vita. (altro…)

Read Full Post »

Un 2011 in salita per le famiglie italiane. Dal carrello della spesa, ai carburanti e autostrade, alle assicurazioni: l’anno che sta per arrivare regalerà una raffica di aumenti, che non saranno bilanciati – se non parzialmente – dal recupero dell’inflazione in busta paga (+1,7%, stima l’Istat) e dall’aumento delle pensioni (poco più di un punto percentuale). Solo per spese e tariffe, il presidente di Adiconsum, Paolo Landi, stima un rincaro fra i 500 e i mille euro. C’è poi l’aumento del 6% delle tariffe autostradali, l’incremento del 3,5% delle multe del codice della strada, e l’euro e mezzo di incremento del canone Rai, che passerà dagli attuali 109 euro ai 110,5 euro da pagare nel 2011.

Ecco voce per voce una rapida sintesi dei principali aumenti in arrivo nel 2011.

Acqua e rifiuti. Molte sono le segnalazioni di aumenti consistenti sia della tariffa dell’acqua che di quella dei rifiuti con aumenti anche del 20-30% giustificati dal fatto che la tariffa era ferma da alcuni anni o dai nuovi costi della differenziata. Poiché la spesa media per l’acqua è di 200 euro/anno con oscillazioni che vanno dai 100 ai 300 euro a seconda delle città e analoga situazione è quella dei rifiuti urbani, gli aumenti prevedibili possono oscillare da zero dove non ci sono variazioni ai 50 euro.

Assicurazioni. Aumenti consistenti sull’Rc auto sono in corso già da alcuni mesi. La situazione è differenziata in relazione al territorio, al veicolo, all’età del conducente, etc. In media gli aumenti sono attorno a +10/+15% che rapportato a un premio medio di circa 550 euro per uno o due veicoli per famiglia implica una previsione di maggior spesa dai 50 ai 150 euro. Per i giovani il costo medio è invece di oltre il doppio. (altro…)

Read Full Post »