Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Caos Forza Italia’

Berlusconi

La Polverini e il senatore Piccinelli verso Verdini. Tutti contro tutti nel partito. L’accusa a Berlusconi: “Non ne azzecca più una”. Vespa dice no alla proposta di candidarsi come sindaco di Roma. La Meloni: “Io lo voterei”.

ROMA. Le porte girevoli di Forza Italia tornano a ruotare vorticosamente. Nuovi esodi lacerano a sorpresa i gruppi parlamentari già allo sbando, dopo la débacle di due giorni fa sulla Consulta. Sotto accusa i capigruppo Renato Brunetta e Paolo Romani, in dissenso tra loro. Silvio Berlusconi, assai preoccupato, rimane a Roma tutto il giorno, sente mezzo partito, alla fine decide di rinviare il “processo” ai due anche perché tutto sta per saltare per aria.

(altro…)

Read Full Post »

PascaleAltri quattro parlamentari pronti ad abbandonare Berlusconi per Verdini e Ncd. A Bologna scissione verso la Lega. Salvini: “Non appoggerei il Cavaliere come candidato premier, servono le primarie”. Il progetto lista unica.

ROMA – Berlusconiani in libera uscita. Nel pallottoliere di Camera e Senato si attende l’addio di altri quattro, un paio di deputati, incerti tra la sponda Ncd e quella di Verdini (tra loro Riccardo Gallo Afflitto), e altrettanti senatori. Riccardo Villari del resto ha già detto che voterà la riforma di Renzi e sarà solo il primo passo. Ma è un lento smottamento che da Roma si propaga in giro per l’Italia.
Produce effetti soprattutto al Nord l’Opa della Lega di Salvini. A Bologna tre consiglieri comunali (Facci, Tomassini e Carella) rompono, escono, fondano una loro lista civica in vista delle amministrative 2016 e prendono le distanze dal candidato forzista Galeazzo Bignami che Berlusconi in persona aveva investito una settimana fa. I tre pretendono l’accordo con la Lega «altrimenti si perde».

(altro…)

Read Full Post »

FittoSalta il chiarimento. Il deputato sfida il leader facendo una convention con Alemanno, Ronchi e Storace Ormai controlla un terzo dei parlamentari. Il fondatore riunisce i fedelissimi: “Con Raffaele stanno i democristiani”.
ROMA – Salta il pranzo a Palazzo Grazioli che avrebbe dovuto suggellare quanto meno un armistizio. Scende il gelo con la telefonata di pochi minuti tra Silvio Berlusconi e Raffaele Fitto, la tregua tra i due dura lo spazio di una sera.
L’ex governatore pugliese vorrebbe incontrare il capo per un chiarimento a due, un faccia a faccia risolutivo sul futuro di Forza Italia dopo l’ufficio di presidenza del giorno prima. Il leader invece gli risponde che no, a quell’appuntamento lui ha già invitato il consigliere Giovanni Toti e Gianni Letta, Denis Verdini e Deborah Bergamini, i capigruppo Romani e Brunetta, oltre alla solita Maria Rosaria Rossi: «Se si parla di partito non posso tenerli fuori». Allora è Fitto a tirarsi fuori: «Meglio rinviare, a questo punto, io ho poco tempo, terrò la mia manifestazione nel pomeriggio». Il pranzo ufficialmente è solo rinviato alla prossima settimana, ma il clima è glaciale.

(altro…)

Read Full Post »