Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘celentano’

Il futuro della Rai, le polemiche sui monologhi di Celentano a Sanremo, il concetto di servizio pubblico… tutta una puntata attorno al festival, la dirigenza Rai, il monito della Lei, e le critiche del lui al Vaticano, ai giornali cattolici (che pure nel passato avevano chiesto le chiusure di programmi ritenuti scomodi).

Ma nell’anteprima della puntata di Servizio Pubblico, Santoro si è occupato di due sentenze: la prima, quella del reintegro dei tre operai della Fiat di Melfi, licenziati dall’azienda per un presunto sabotaggio.
E poi quella, “mostruosa” di condanna della Rai e di Corrado Formigli, per un servizio che l’azienda ha ritenuto diffamatorio. (altro…)

Read Full Post »

Al Festival prima i baci sul palco, poi Celentano si scatena: “Media coalizzati contro di me”. Dal pubblico fischi e applausi.

Non ventiquattromila, ma quasi. Sono baci – veri, proprio alla francese – che aprono la gran serata sanremese, in sottofondo All you need is love dei Beatles e le bandiere della pace. Love & peace, un grande classico. Speriamo che la Rai non si senta offesa anche dalla passione che gli innamorati, senza farsi intimorire dalle telecamere, ci hanno messo. Di questi tempi, non si sa mai. Geppy Cucciari si presenta senza scarpe perché “in questo teatro ho capito che resti impressa solo se scendi la scala senza qualcosa”. Brava. Poi prende in giro tutti, comprese le polemiche: “Io non ho niente contro Gianni Morandi”. (altro…)

Read Full Post »

Nella baraonda sanremese ogni parola affoga, quella televisiva e quella della post-produzione giornalistica, che della tivù è pateticamente gregaria. Salverei, potendo, alcune delle (troppe) parole pronunciate da un uomo anziano (e non rifatto), che ha denunciato l’assurda brevità della vita, indicando come unica consolazione il Paradiso e la compagnia degli angeli. Saranno cinquant’anni, con l’ecce-zione di un paio di letture dantesche, che nessuno parlava di vita eterna in prima serata. Di tutto si è sempre cianciato, soprattutto di poderose stronzate, avendo competenze anche inferiori di quelle di Adriano Celentano: ma senza sollevare altrettanto scandalo. (altro…)

Read Full Post »

I dirigenti della Rai sono dei bei tipi. Trattano per mesi il ritorno di Adriano Celentano. Gli concedono uno strapagato contratto-capestro (per loro) che consente all’ospite di fare e dire ciò che vuole quando vuole. Grazie alla presenza della imprevedibile star, incamerano sontuosi contratti pubblicitari, fanno piazza pulita della concorrenza e ottengono picchi di ascolto quasi senza precedenti. Poi, siccome Celentano fa Celentano e qualcuno in alto si arrabbia, eccoli (i cosiddetti dirigenti Rai) piombare nel panico, entrare in confusione mentre cercano di salvare capra e cavoli: l’audience, i ricchi contratti e le loro pregiate poltrone. Li immaginiamo ai piani alti di viale Mazzini tempestati di telefonate: sono le eminenze e le eccellenze a cui tanto devono e che non si accontentano degli indignati comunicati di scuse dell’azienda (esemplare quello di Garimberti, presidente a sua insaputa). Ed ecco che nella pochade il ritmo si fa frenetico: il direttore generale Lei precetta il vicedirettore leghista Marano, paracadutato in tutta fretta (in auto) a Sanremo: a commissariare cosa e chi, non si è capisce bene. Celentano? Meglio di no visto il contratto-capestro, accettato e timbrato dalla Lei nel pieno possesso delle sue facoltà. (altro…)

Read Full Post »

Il Cep di Genova (Centro Edilizia Popolare) è un quartiere sopra le alture di Pra’ e Voltri. Lassù gli ultimi. Operai, extracomunitari, nuovi poveri. Nessun turista viene mai da queste parti. I teatri del centro di Genova con le loro luci sono lontanissimi. In questo luogo, dentro un palazzetto di cemento, mi sono commosso. Belin, può capitare anche a me, ma ieri sera è successo anche a Celentano, a Don Gallo, ad Antonacci e a Paoli che neppure la mamma ha mai visto piangere in vita sua. La differenza l’ha fatta la gente, il pubblico che ha partecipato a una serata di solidarietà per Genova. (altro…)

Read Full Post »