Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Chiara Paolin’

Papa FrancescoALL’ULTIMO MOMENTO BERGOGLIO NON VA AL GEMELLI LA CURIA: ”RITMI ASSILLANTI, SOLO UNA LIEVE INDISPOSIZIONE” LA LISTA DEI MANCATI APPUNTAMENTI SI FA SEMPRE PIÙ LUNGA.

L’aggettivo che racconta bene lo stupore viene pronunciato nella calura pomeridiana da Maurizio Guizzardi, direttore del Policlinico Gemelli di Roma: “Siamo sconcertati per l’annullamento all’ultimo minuto della visita del Papa al Gemelli, delusi soprattutto per i tanti pazienti che lo attendevano”.

Era tutto pronto: gli striscioni, il percorso tra i vari reparti, le mamme col pancione e gli anziani da accarezzare. Tre ore piene con visita dei malati, benedizioni, messa e saluto alle autorità. Un vigoroso abbraccio di Francesco all’ospedale dove i papi vanno a curarsi, un’occasione speciale per celebrare i 50 anni di attività, con tanto di consegna delle reliquie di San Giovanni XXIIII e soprattutto di San Giovanni Paolo II, perché qui i medici salvarono la vita a papa Wojtyla dopo l’attentato in piazza San Pietro. Ieri, dalle 15.30 alle 18.45, Bergoglio doveva ripercorrere quella storia, e invece i dirigenti dell’ospedale si sono trovati davanti la faccia stizzita di monsignor Guido Marini, il cerimoniere pontificio che con la sua squadra stava ritoccando gli ultimi dettagli: “Perché il papa non viene? Ah, se non lo sapete voi…” ha sospirato Marini.  (altro…)

Read Full Post »

SalviniIL SEGRETARIO LEGHISTA NON TIENE IL COMIZIO A NAPOLI E VIENE RESPINTO PURE A TARANTO.

Quelli del Movimento Neoborbonico ci tengono all’etichetta: “Non so di preciso chi ci fosse in piazza a fischiare Salvini, ma dopo aver sputato veleno su di noi per vent’anni che s’aspettava, il tappeto rosso?”. Salvatore Lanza, segretario dell’associazione che vanta “l’orgoglio di essere meridionali”, commenta la gita napoletana del segretario leghista: bandiere del Regno delle due Sicilie sventolate in faccia e urla belluine. Del tipo: “Vattene, làvati col fuoco, sei tu la vera carogna, non Genny”. Lanza ammette che lo sfogo di matrice calcistica era inevitabile in una città sotto stress, e con un ragazzo in bilico tra la vita e la morte. “Guardi, è il colmo  – spiega il segretario -. Noi siamo la culla della civiltà italiana, abbiamo dato tutto a questo Paese: filosofia, matematica, arte e cultura. (altro…)

Read Full Post »

NatangeloL’ANNUNCIO VIA FACEBOOK: “LA RABBIA E LA PAURA DEI GRILLINI SPORCANO UN EVENTO CHE UNISCE GLI ITALIANI. PER QUESTO RINUNCIO A BATISTUTA”.

La storiella di Esopo regge bene da qualche secolo: al ruscello, il lupo sta a monte dell’agnello, ma lo accusa di avergli sporcato l’acqua pur di trovare un motivo valido per sbranarlo. Ieri Matteo Renzi ha scritto su Facebook che Beppe Grillo ha sporcato la Partita del Cuore con ridicole polemiche sulla par condicio. E che per questo il premier faticosamente rinuncerà a un sogno: “Grazie alla rabbia e alla paura dei grillini – ha scritto Renzi – per la prima volta si sporca un evento come la Partita del Cuore che da anni unisce gli italiani. Strumentalizzare gli 80 euro, i segreti di Stato, gli investimenti sulle scuole è ancora polemica politica. (altro…)

Read Full Post »

Berlusconi

FREQUENTARE STUDI TELEVISIVI CON POLITICI E GIORNALISTI CONDANNATI POTREBBE SPEDIRE AI DOMICILIARI L’EX PREMIER.

Quando il Tribunale di Milano ha deciso di concedere a Silvio Berlusconi la pena alternativa, cioè l’affidamento ai servizi sociali, lo ha automaticamente inserito in un percorso da soggetto redimendo. Un viaggio rieducativo che prevede condizioni accessorie piuttosto interessanti se a muoversi è un imprenditore multimilionario nonché politico con tanto di nome piazzato nel simbolo di partito in disperata rincorsa alle prossime elezioni europee.  (altro…)

Read Full Post »

Agenda tattica

Read Full Post »

Acqua inquinataNORD
Brescia, latte materno compromesso e tumori a seno e fegato
Il problema di Brescia sono il cromo e i solventi organoalogenati, sostanze altamente tossiche che risultano presenti nell’acqua potabile. Che ci fa quella roba nel rubinetto? La falda che serve Brescia ha subìto per decenni l’inquinamento dell’area industriale Caffaro, a pochi passi dalla città. Le analisi dell’Asl, nel tempo, hanno dato risultati più o meno allarmanti. Lo scorso gennaio due cittadini hanno deciso di far analizzare a proprie spese alcuni campioni: il primo prelievo, fatto in periferia, ha riscontrato una concentrazione di 26,6 microgrammi di cromo per litro d’acqua, dato più di due volte superiore rispetto a quello rilevato dalle analisi Asl tre mesi prima. Il secondo test, in pieno centro, ha scovato tracce di cromo esavalente per valori poco più bassi ma comunque seri (circa 11,6 microgrammi ogni litro).

(altro…)

Read Full Post »

A raffica

L’immagine è verace, e pure fresca di stagione: “Troppo comodo votare l’Italicum in direzione Pd con 111 voti a favore e poi scarciofarlo (fare come con i carciofi, rimangiarselo foglia dopo foglia), perché i gruppi parlamentari non ci stanno: troppo comodo e troppo facile. Ieri il Senato, oggi le quote rosa, domani le preferenze e dopodomani le soglie. Noi non ci stiamo”. Firmato Il Mattinale, la velina di Forza Italia che ieri all’alba ha dettato la linea al socio Renzi: niente scherzetti o qua salta tutto.

E Renzi ieri sera ha risposto, ospite di Fabio Fazio su Rai3: “Spero, anzi credo, che entro martedì mattina la legge passerà alla Camera. Ed è una rivoluzione, perché avremo finalmente un sistema capace di decidere chi governa. Vede, gli italiani sceglieranno: Fazio o Renzi?”. Fazio non perde il colpo: “Vince lei, l’ho già capito”.  (altro…)

Read Full Post »

Di MaioLa prima battuta è un amarcord. Un flash- back in cui Luigi Di Maio è lo studente di giurisprudenza piazzato con rabbia davanti alla tivù mentre il premier Silvio Berlusconi chiede di intervenire in trasmissione con una telefonata per difendere le proprie ragioni. Oggi Di Maio è il vicepresidente della Camera più giovane nella storia della Repubblica Italiana, e rappresenta i 5 Stelle mentre Laura Boldrini va in tivù per dire che il Movimento s’è fatto eversivo. Ieri Laura Boldrini è stata intervistata da Giletti, a Domenica In. Appena ha saputo che in studio c’era la mia collega Loredana Lupo, la presidente ha preteso il collegamento in diretta. Non per dare solidarietà a Loredana, che s’è beccata in faccia lo schiaffone dal questore Stefano Dambruoso, ma per dire che noi siamo degli eversori. Insomma ha fatto come Berlusconi, ha usato il suo ruolo istituzionale per calcolo politico. (altro…)

Read Full Post »

Nardi

NONOSTANTE APPELLI E PROMESSE DI RISPARMIO, OGNI ANNO SPENDIAMO 170 MILIONI DI EURO PER L’ESERCITO DEGLI EX.

Le promesse, al tempo dello scandalo, erano state generose: taglieremo tanto, taglieremo tutto. Erano i giorni in cui i giornali sparavano a tutta pagina le ostriche messe in conto al consiglio regionale del Lazio o i lecca lecca di Nicole Minetti, in Lombardia. Soprattutto, i giorni in cui la politica prometteva una svolta epocale: addio stipendi a vita per chi passa qualche mese tra aule consiliari e commissioni “per la valorizzazione delle tradizioni popolari” (vedi Campania e Sardegna); mai più vitalizi multipli tra cariche amministrative infilate una dopo l’altra per una felice martingala retributiva.  (altro…)

Read Full Post »

presadiretta

“PRESADIRETTA” MANDA SU RAI TRE LE STORIE DI ABUSI E VIOLENZE SU SEMPLICI CITTADINI EMOZIONE E SDEGNO TRA GLI UTENTI, IL SINDACATO CONSAP: “FANGO SU DI NOI”.

La verità più indicibile diventa semplice se si raccontano i fatti, uno dopo l’altro. Lunedì sera Presa-diretta ha messo in fila gli episodi accertati dalla cronaca negli ultimi anni: tutte le volte che un poliziotto, un carabiniere, un agente penitenziario hanno negato il diritto alla dignità di un cittadino; tutte le volte che, invece di applicare la legge, gli uomini di Stato hanno schiaffeggiato, bastonato, preso a calci e pugni una persona affidata alla loro responsabilità.  (altro…)

Read Full Post »

Top 20SALUTE E AFFARI.

L’INDUSTRIA PUNTA SULLA TECNOLOGIA E TAGLIA I VENDITORI LA MINACCIA ALLA POLITICA CHE VUOLE RINEGOZIARE I PREZZI OCCUPAZIONE A RISCHIO IN ITALIA SE CAMBIANO LE REGOLE.

La scenetta classica della ragazza in minigonna che attende in sala d’aspetto ormai non vale più. Idem per il collega che siede davanti al medico invitandolo al convegno di fine maggio: Costiera Amalfitana o Cinque Terre, programma di lavoro ridotto al minimo per gustarsi la gita in barca o il pesciolino nel piatto. Niente da fare, tutto finito e tutto molto vietato dal nuovo regolamento Farmindustria.

Via chi non serve più

La farmaceutica oggi ha mollato la categoria dell’informatore medico. Lo conferma l’inchiesta su 23 top manager (da Pfizer ad AstraZeneca) indagati dalla Procura di Milano per aver infilato in una bad company circa 1.200 venditori, gente finita presto per strada causa bancarotta: non servivano più, sono stati eliminati. “Ormai l’affare della sanità è roba per pesci enormi – spiega un informatore -. Coi tagli ai finanziamenti pubblici, e la fame della politica sempre più aggressiva, l’unica convenienza delle grandi case è fare lobby nelle alte sfere, spingere i prodotti nei protocolli di cura, avere l’ok degli organismi di controllo per i brevetti nuovi. Perder tempo col porta a porta non serve più, e quindi non serviamo più nemmeno noi”.  (altro…)

Read Full Post »

servizio limousine

DAL PIEMONTE IN GIÙ, LE SPESE DEI CONSIGLIERI REGIONALI: LIBRI PER L’ORGASMO, FRIGORIFERI E LIMOUSINE.

Era di luglio quando i consiglieri regionali dell’Emilia Romagna Marco Monari e Roberto Montanari, cuore nella sinistra Pd, si trovarono abbagliati dallo splendore del clima partenopeo lasciandosi andare a scelte ardite. Dovevano partecipare a un congresso di Areadem, questo è vero, ma per espletare le funzioni precipue i due decisero di godere almeno un po’ della bellezza indigena: per spostarsi da Napoli ad Amalfi prenotarono una comoda auto con conducente, un “servizio limousine” certamente piacevole per rimirare il paesaggio dal finestrino. Poi, all’arrivo, il soggiorno all’Hotel Bussola: “In riva al mare e a pochi passi dalla Piazza del Duomo di Amalfi,   l’Hotel La Bussola vi offre un panorama privilegiato in una scenografia di ineguagliabile bellezza in cui si fondono armonicamente terra e mare” recita il claim dell’albergo.  (altro…)

Read Full Post »

Lo stand dell'Abruzzo a TorinoIN SICILIA TRUFFA DA 800 MILA EURO SUI FONDI UE, IN PUGLIA GIORNALI PER TUTTI, IN ABRUZZO ARRESTATO L’ASSESSORE CHE FACEVA LE CRESTE SUI FONDI PER I 150 ANNI DI D’ANNUNZIO.

La diligenza della pubblica amministrazione perde pezzi, ma l’assalto alle casse continua. Lo sa bene Andrea Mascitti, musicista abruzzese e testardo organizzatore di un festival dedicato alle colonne sonore dei film. Quando incontrò l’assessore regionale Luigi De Fanis pensò di trovarsi pure lui sul set. Fu invece il principio dell’inchiesta “Vate”: quattro arresti per concussione, truffa aggravata e peculato.    (altro…)

Read Full Post »

PDLISTE PROVVISORIE E CONGRESSI SOSPESI PER IRREGOLARITÀ A NAPOLI IL MIRACOLO DELLE ADESIONI CHE RADDOPPIANO STASERA SI RIUNISCE LA COMMISSIONE NAZIONALE DI GARANZIA.

La lettera dice così: “Ci corre l’obbligo di denunciare l’incresciosa situazione che si sta verificando nei circoli Pd di Acri e Rossano, dove abbiamo notizia del fatto che il tesseramento si sta svolgendo senza alcuna verifica da parte degli organi regionali e provinciali, con dirigenti locali che arbitrariamente stanno procedendo alla compilazione di tessere operando con evidente squilibrio in favore di una delle componenti che concorre alla guida del partito”. Firmato Amedeo Valente e Luigi Gagliardi, membri della commissione di garanzia cosentina nonché renziani entusiasti. La risposta giunge puntuale dal comitato pro Cuperlo di Catanzaro: “Le candidature alla segreteria provinciale del Pd evidenziano impietosamente il tentativo velleitario di saltare su un carro, quello del “rottamatore” Renzi, ritenuto vincente e pertanto affidabile e foriero di positive ricadute”.  (altro…)

Read Full Post »

BerlusconiDavanti alle telecamere di Lucia Annunziata, Mario Monti lascia trasparire un lampo velenosetto: “Sulla decadenza di Berlusconi io voterò in base alla relazione che la Giunta del Senato farà pervenire in aula: per me la votazione è sull’applicazione di una legge approvata un anno fa e che allora non fu contestata, non un giudizio su una persona. Vediamo se in Italia c’è o no lo Stato di diritto. Altri senatori, tra gli 11 di Scelta civica che mi hanno sfiduciato, hanno detto che intendono fare la stessa cosa”.

DUNQUE IL PALLOTTOLIERE del voto pro o contro Silvio è sempre in movimento, apparentemente stabile nel dare vantaggio a chi vuol mettere fuori gioco il Cavaliere, ma suscettibile di sorprese causa modalità di espressione: procedendo col voto segreto (come pare ormai probabile), il campo dei franchi tiratori sarà vasto e iperbolico.  (altro…)

Read Full Post »

700 milioni di euroFuori dai cancelli gli operai coi cartelli: “Basta cassa integrazione, dateci lavoro e lasciateci parlare di come si sta davvero in fabbrica invece di buttarci fuori”. Dentro la Sevel di Atessa, brulla collina abruzzese, Sergio Marchionne abbraccia le signore della catena di montaggio che indossano la loro tuta grigia per la foto di gruppo: “Fiat ha deciso di investire qui altri 700 milioni di euro, ma sono gli ultimi se non ci saranno certezze sulle regole”.

La giornata è tutta lì, tra chi mostra cedolini da 600 euro al mese chiedendo ritmi umani per produrre i furgoncini commerciali, quei 230mila Fiat Ducato sfornati nel 2012 che dal 2016 potrebbero finire nelle fabbriche della Turchia o del Messico, perchè così vuole la globalizzazione, e chi invece s’aggrappa al tono sicuro del-l’amministratore delegato, chi crede che i 6.200 posti di lavoro saranno al sicuro proprio lì, in Abruzzo, solo seguendo le regole che il nuovo assetto Fiat impone a tutti: dipendenti, sindacati, politici.  (altro…)

Read Full Post »

Sex and VaticanSe un tuo amico gay ti dice che per cuccare si va il venerdì sera alla sauna di via Aureliana, perché lì è pieno di preti che non cercano altro, tu all’inizio non ci credi. Se fai il cronista, sfidi l’amico e ti fai invitare pure tu. Carmelo Abbate è entrato così in una realtà che puzzava di pettegolezzo, e adesso sa di passaggio epocale.

Nel 2010 la prima inchiesta per Panorama, nel 2011 un libro intero sul sesso in Vaticano.

Quell’amico mi parlò di un fenomeno massiccio, sacerdoti che abbordavano senza problemi compagni occasionali o si fidanzavano con donne e uomini alla luce del sole. Non ci credevo, sono andato a vedere.

Ebbene?

Aveva ragione lui. Presentandomi come suo fidanzato, mi ha fatto conoscere decine di preti gay. Dichiaratissimi.  (altro…)

Read Full Post »

Scatola di tonnoATTACCO AL PALAZZO CON UN POST SULL’INEFFICIENZA DELLE AULE GRILLO DALLA SARDEGNA: “BASTA, NON VOGLIO PIÙ VIVERE COSÌ”.

Beppe Grillo lancia la prima bomba nel pomeriggio con un messaggio sul blog: “La scatola di tonno è vuota”. Titolo chiaro, svolgimento nitido: “Il Parlamento ha ancora un senso? Va riformato, abolito? Una cosa è certa, oggi non serve praticamente a nulla. Il Parlamento, luogo centrale della nostra democrazia, è stato spossessato dal suo ruolo di voce dei cittadini”. Seguono altre considerazioni sull’inutilità dei giornalisti e dei partiti più o meno elle, per arrivare alle conclusioni finali: “A cosa serve il Parlamento? A cosa servono le elezioni? Il Parlamento è incostituzionale in quanto il Porcellum è incostituzionale e ora pretende di cambiare la Costituzione su dettatura del pdl e del pdmenoelle? Follia. Il Parlamento potrebbe chiudere domani, nessuno se accorgerebbe. É un simulacro, un monumento ai caduti, la tomba maleodorante della Seconda Repubblica. O lo seppelliamo o lo rifondiamo. La scatola di tonno è vuota. Ripeto: la scatola di tonno è vuota”.  (altro…)

Read Full Post »

elezioni

L’ASTENSIONE PREMIA CHI TIENE I SUOI. MIGLIAIA DI ELETTORI PREFERISCONO RESTARE A CASA.

Vincere perdendo è la grande novità delle amministrative 2013. Succede al Pd, che rispetto alle Comunali del 2008 ha visto sparire 295 mila voti, cioè il 43% del suo elettorato. Un dato che fa il paio con le politiche dello scorso febbraio nei 16 comuni capoluogo andati alle urne: meno 243 mila voti, bruciato il 38% delle schede ottenute da Bersani.

Molto ma molto peggio va nel Pdl. Dissolti 458 mila voti rispetto alle gloriose elezioni 2008 (con un 65% di delusi) e 163 mila rispetto alle urne di febbraio 2013, sempre sul campione dei capoluoghi. Tracollo infine per la Lega Nord, che ha perso la metà del consenso in cinque anni, e percentuali da sballo per le formazioni di destra mentre in controtendenza stanno le formazioni di sinistra (Sel, Rc, Arcobaleno).  (altro…)

Read Full Post »

#occupy pdGLI ELETTORI CONTESTANO TUTTI I VERTICI E TEMONO L’INCIUCIO COL CAIMANO: “IL VOSTRO È SUICIDIO DI MASSA”.

Twitter non è mai stato il luogo della disperazione a sinistra come ieri notte. É stato lì che #occupypd è diventato il grido di dolore di tutti quelli che, dopo essersi sorbiti due giorni di dirette web e messaggini criptati, hanno deciso molto semplicemente di mandare a quel paese il partito che li teneva faticosamente insieme.

Perchè dopo l’occupazione fisica delle sedi cittadine, dopo le chiacchiere arrabbiate nei circoli di paese, la valanga del dissenso ha invaso definitivamente la rete. La pagina di Pier Luigi Bersani è un cimitero. “Candidare D’Alema alla Presidenza della Repubblica e vederlo votato da Berlusconi e dai suoi ruffiani sarà la cosa più vergognosa che il Pd avrà fatto prima di scomparire. Spero solo che se va via Bersani non arrivi Renzi. Non voglio morire democristiano e il Pd dovrebbe essere un partito di sinistra” scolpisce Stefano Bregliano.  (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »