Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘clinton’

«Choose hope», ha ripetuto cinque volte Obama ieri nell’Ohio, stato in bilico e forse decisivo, dove oggi è favorito Trump.

Hope, speranza, è stata del resto la parola chiave della sua prima elezione, otto anni fa. E di speranza era diffusa in effetti tanta parte d’America, in quei giorni, da Harlem ai sobborghi di Los Angeles.

Oggi Obama prova a rinverdirla e la enfatizza contrapponendola a fear, paura, con cui identifica Donald Trump: paura degli immigrati, paura degli islamici, paura della Cina, paura in generale da tutto quello che sta fuori dal proprio sicuro cortile, con la bandiera americana che sventola al balconcino. «Speranza e paura sono entrambe sulla scheda elettorale», dice il presidente uscente. Intendendo rispettivamente Hillary e Trump. (altro…)

Read Full Post »

Dicono che nel secondo confronto con la Clinton, il candidato Trump si sia sentito più a suo agio perché il livello dello scontro si è abbassato al suo livello e ha potuto attaccare la rivale. Ne è venuto fuori un rinfacciarsi l’uno con l’altro molestie sessuali, battute e accuse.
Un po’ più in piccolo, ieri in Italia è avvenuto lo stesso dopo la decisione presa da Bersani di votare no al referendum.

Incoerente, vota no per attaccare Renzi, non vuole il bene dell’Italia (come tutti quelli che votano no), dice no ora dopo aver votato si in aula per tre volte (“prima che il gallo canti, mi rinnegherai tre volte..“). (altro…)

Read Full Post »

ClintonIl Cremlino nega di aver ordinato i cyberattacchi La Casa Bianca: “Possibili indagini e sanzioni”.

NEW YORK – «Offensive e scandalose»: la Russia di Vladimir Putin respinge con sdegno le accuse di Hillary Clinton, secondo cui è stata l’intelligence di Mosca a condurre i cyberattacchi contro il partito democratico e a disseminare quei dossier imbarazzanti attraverso WikiLeaks. «Non c’è nulla di tangibile», ha detto ieri il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. «Sono solo affermazioni demagogiche in un clima pre-elettorale. Gli americani stanno cercando di camuffare i loro imbrogli demonizzando la Russia.

(altro…)

Read Full Post »

100 giorni ci separano dalle prossime elezioni americane.
Elezioni che potrebbero portare alla Casa Bianca il candidato Repubblicano Donald Trump.
Sabato mattina leggevo la notizia dei malumori, dentro la Casa Bianca, nel condividere dossier non classificati della Cia con Trump: era consuetudine dai tempi di Truman che i servizi segreti mandassero parte dei rapporti ai due candidati usciti dalle nomination.
Giovedì, durante un briefing con la stampa, il press secretary Josh Earnest ha detto che l’amministrazione si fida di Hillary Clinton e confida che l’ex segretario di Stato capisca l’importanza di mantenere il segreto sulle informazioni classificate. Interrogato su Trump, Earnest ha glissato dicendo che si tratta di una decisione che deve prendere il direttore della Cia. “Non posso esprimermi io”, ha detto. Ma secondo i giornalisti presenti, Earnest ha lasciato intendere che l’Intelligence potrebbe operare una selezione tra i candidati nel condividere informazioni classificate.

(altro…)

Read Full Post »