Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘coerenza’

Coerenza

Read Full Post »

Rileggere le dichiarazioni di fedeltà di Matteo Renzi all’“amico Enrico” è oggettivamente impressionante. Ci si può passare sopra — volendo — in considerazione del fatto che la scena del potere, da sempre, ha una intensità scespiriana (tradimenti, sangue, soluzioni ferali), e dunque non è uno spettacolo per educande. Ma sono, questi, tipici ragionamenti conservatori; quelli che finiscono, in genere, con la micidiale frase “è sempre stato così”, che taglia le gambe a ogni speranza o illusione di cambiamento. (altro…)

Read Full Post »

Jerome Cahuzac

Jerome Cahuzac

Ah, la doppiezza umana. Questa foto ritrae l’allora ministro del Bilancio francese Jerome Cahuzac durante la memorabile conferenza stampa del novembre scorso in cui si scagliò contro gli evasori fiscali. Il ministro li definì traditori della Patria, ingannatori del popolo, disertori sociali. Gonfiò le vene del collo fino a trasformarle in mongolfiere di moralità. Puntò indici implacabili verso un luogo imprecisato dello spazio dove gli immondi individui perpetravano i loro loschi traffici a spese dei contribuenti onesti. Intanto, proprio in quei giorni, dava disposizioni per spostare il suo conto in nero dalla Svizzera a Singapore.  (altro…)

Read Full Post »

Quello che ha preso 35 mila euro di multe in due anni e le ha pagate coi finanziamenti pubblici, stamattina ha spiegato a Radio 24 che bisogna «organizzare una vasta area riformista moderata tenendo fuori chi non ha senso di responsabilità istituzionale e cultura di governo».

Ecco.

Da PIOVONO RANE di Alessandro Gilioli

Read Full Post »

Accade spesso che ci sia qualcosa di surreale nella politica italiana e nelle sue levantine ambiguità: ma noi che ci viviamo in mezzo riusciamo a coglierne la portata solo quando tentiamo di spiegarla a uno straniero.

Provate ad esempio a raccontare a uno che non campi di quotidiani e siti nostrani la posizione del maggiore partito italiano (secondo tutti i sondaggi) rispetto al governo in carica: con una parte che invoca un futuro di ‘continuità’ e un’altra parte che invece fa sua proprio la parola d’ordine opposta, ‘discontinuità’.  (altro…)

Read Full Post »

E ora chi glielo dice agli elettori leghisti che dopo gli investimenti finanziari in Tanzania, Africa, il loro partito preferito si è messo a comprare autobus urbani niente popo di meno che dalla odiatissima Cina? Eh già, il Comune di Treviso se ne è fregato delle tante aziende padane del settore, preferendo optare per i mezzi KingLong, 12 in tutto, autobus né innovativi, né ecologici, e che richiederanno assistenza e pezzi di ricambio “made in China”. La coerenza prima di tutto, come sempre.

nonleggerlo.blogspot.com

 

Read Full Post »

La Padania rischia di chiudere, le sezioni locali non sanno più come pagare gli affitti, la crisi è dura per tutti, e la Lega Nord, dopo 20 anni di fallimenti politici e finanziari, sapete che fa? Investimenti finanziari esteri per milioni di euro, tutto in pochissimi giorni, tra valuta norvegese, fondo “Krispa Enterprise ltd” di base a Larnaca, nell’isola di Cipro, e fetta più grossa riservata ad un fondo della Tanzania, Africa. Otto milioni di euro in tutto, soldi di “Roma ladrona”, giunti nelle casse del Carroccio via rimborso elettorale. A gestire questa intricata serie di investimenti l’ex Sottosegretario Francesco Belsito, personaggio ambiguo, discusso, fedelissimo di Umberto Bossi (eccoli nella foto sotto) e tesoriere del partito, in un’operazione che tirerebbe in mezzo anche “il consulente finanziario Stefano Bonet, coinvolto in un rocambolesco fallimento societario nel 2010 e in affari con l’ex ministro “meteora” Aldo Brancher”. E meno male che questi erano quelli “radicati sul territorio”, attenti all’economia reale, quelli dei manifesti “i nostri soldi restino in Padania!”. Quelli vicini agli imprenditori del Nord e acerrimi nemici dei “banchieri”, del loro “Governo” e di quel demonio chiamato finanza. Quelli che gli africani “fuori dalle palle”, però se c’è da fare un po’ di soldi dalle loro parti, perché no.

nonleggerlo.blogspot.com

Read Full Post »

Vorrei segnalare a tutti coloro che nei giorni scorsi si sono sperticati in appassionate adesioni alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne le brevi riflessioni che seguono.
Esercitare violenza nei confronti di qualcuno non consiste soltanto nel picchiarlo, ammazzarlo, torturarlo, perseguitarlo, stuprarlo, ridurlo fisicamente in schiavitù: costituisce violenza, evidentemente, anche privare quell’individuo della possibilità di esercitare i propri diritti fondamentali, primo tra tutti quello di disporre del proprio corpo, senza dover subire divieti, ostacoli e condizionamenti. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »