Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘comune di parma’

MacrìARRESTATI PER CORRUZIONE L’EX SINDACO E IL BRACCIO DESTRO LA ESCORT MACRÌ INTERCEDEVA CON B. PER “FERMARE” LE INDAGINI.

Il contatto con Silvio Berlusconi lo aveva trovato attraverso Nadia Macrì, una delle ragazze del bunga bunga. La concretezza alle sue richieste di fermare i magistrati gliel’aveva offerta il presidente della commissione giustizia al Senato, Filippo Berselli, che firmò nove interrogazioni parlamentari sull’operato della Procura, colpevole di indagare solo sul Pdl. Eccolo il magico mondo di Parma, la città trasformata nell’impero di Pietro Vignali, commercialista dal pettine sempre a portata di mano, affermato come pr delle discoteche, considerato il nuovo che avanzava nel Pdl, ben visto anche da Gianni Letta.

C’è tutto nell’ordinanza che ha portato all’arresto dell’ex sindaco, del capogruppo Pdl alla Regione Emilia Romagna, Luigi Giuseppe Villani, di Andrea Costa, presidente di una delle società satellite del Comune e dell’editore del quotidiano Polis, Angelo Buzzi: ci sono giornali comprati perché facessero il gioco del sindaco, vacanze offerte a Vignali in hotel cinque stelle. Ci sono tangenti, e dipendenti del Comune obbligati (alcuni anche pagati) a scrivere sulla bacheca Facebook del sindaco e idolatrarlo. Ci sono i contatti di Vignali con Letta e Berlusconi, appunto, ma anche con Niccolò Ghedini, Angelino Alfano e l’allora ministro Sandro Bondi che caldeggia, attraverso Berlusconi, l’assunzione di una persona che verrà poi sistemata in una delle partecipate del Comune.   (altro…)

Read Full Post »

E anche l´ex primo cittadino Ubaldi scarica Vignali: “Un errore farlo eleggere”.   In consiglio comunale si parla di Libia e Spagna, fuori la gente chiede le dimissioni. L´aula protetta da agenti in tenuta antisommossa. Altri quattro assessori pronti a lasciare.
PARMA – Fa un po´ paura, questa città. E non per il «funerale» del sindaco e della giunta comunale che parte dal municipio e attraversa la piazza e le strade del centro. Non per le grida, i cartelli, la rabbia degli «indignados». Parma fa paura perché sembra raccontare, in anteprima, ciò che potrà succedere in altri pezzi d´Italia. La crisi divora i bilanci e il futuro delle famiglie e la «politica», invece di affrontare la realtà con coraggio, si blinda nel palazzo per mettere le mani sugli ultimi brandelli di soldi e di potere. «Non abbiamo nessuna intenzione di togliere il disturbo», annuncia il vicesindaco Paolo Buzzi in Consiglio comunale, a fianco di un sindaco sempre più muto. E da sotto, dal grande portico del Grano, arrivano gli echi di un altro mondo. «Parma libera. Dimissioni. Ve ne andate o no ve ne andate sì o no…».  (altro…)

Read Full Post »