Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘consumo del suolo’

consumodisuolo (1)La legge che dovrebbe contrastare il consumo di suolo è stata approvata dalla Camera con 256 sì, 140 no e 4 astenuti. Il Forum Salviamo il Paesaggio: «Si è consumato il delitto perfetto».

«Il contenimento del consumo del suolo è una priorità nazionale che necessita di norme chiare e strumenti efficaci e il testo approvato oggi alla Camera in prima lettura deve essere modificato al Senato in modo da consolidare quello che deve costituire un passo in avanti per chiudere definitivamente nel nostro Paese l’epoca dei piani urbanistici sovradimensionati, degli abusi edilizi e dei successivi condoni (sono stati 3 negli ultimi 40 anni, 1985, 1995 e 2003) e della sub-urbanizzazione che fa scempio del territorio». Per questo FAI, Legambiente, Slow Food e Touring Club italiano e WWF chiedono al Senato di non perdere altro tempo e aprire subito il confronto su un testo «che contiene anche norme innovative, ma ancora molti punti contradditori e pericolosi». (altro…)

Annunci

Read Full Post »

consumo-suolo

L’associazione ambientalista presenta lo studio sul consumo di suolo. La crisi non ferma il mattone: 720 chilometri quadrati cementificati negli ultimi tre anni. Con qualità scarsa e senza risolvere il problema abitativo.

E ancora cemento: 720 chilometri quadrati quelli spalmati in Italia negli ultimi tre anni che portano il Paese in testa alla classifica europea nella produzione e nel consumo del materiale. Il 30%del suolo cementificato è stato utilizzato per la costruzione di case che, probabilmente, rimarranno vuote. Sono infatti 2,7 milioni quelle disabitate nel Belpaese a fronte, tra l’altro, di 650mila famiglie che, per reddito, avrebbero diritto a un alloggio popolare. Questi i numeri contenuti nell’ultimo dossier di Legambiente, “Basta case vuote di carta”, che analizza il consumo di suolo nel Paese, mettendo il luce il fitto intreccio fra problematiche ambientali, economiche e sociali che girano intorno al ciclo del cemento. (altro…)

Read Full Post »

palazzoAlla vigilia del Convegno Nazionale su “RiutilizziAMO l’Italia” che si terrà a Roma oggi e domani, il WWF diffonde sul web il primo Report completo contro il consumo del suolo e la riqualificazione del territorio italiano. Al centro del convegno vi saranno una proposta di legge contro il consumo di suolo e laboratori territoriali in ogni regione.

È on line da ieri il primo “manuale di difesa” contro l’aggressione del territorio italiano. Lo studio, intitolato“Riutilizziamo l’Italia – Report 2013: dal censimento del dismesso scaturisce un patrimonio di idee per il Belpaese”,  la pubblicazione più completa, mai uscita in Italia, sul consumo di suolo e sulla rigenerazione del territorio e del tessuto urbano.

Un “vademecum” sul recupero e il riuso delle aree dismesse o degradate che  il WWF mette a disposizione alla vigilia del Convegno Nazionale “RiutilizziAMO l’Italia”, che si terrà a Roma oggi, venerdì 31 maggio, e domani, sabato 1 giugno, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre  (Largo G.B. Marzi n. 10), all’interno del cosiddetto “Ex-Mattatoio”, sede simbolica poiché ricavata da una “area riutilizzata”.  (altro…)

Read Full Post »

land_footprint

Per land footprint si intende l’impronta sullo sfruttamento dei terreni, definita dal consumo annuo di terre necessario per produrre cibo, tessuti, biocarburanti ecc.

Una coalizione di organizzazioni europee della società civile e l’Ufficio europeo dell’ambiente (EEB) ha indirizzato una petizione congiunta ai governi europei e all’Ue per invitare l’Europa a ridurre il suo land footprint, ovvero la sua impronta sullo sfruttamento dei terreni.

Nasce in Europa la coalizione per contrastare lo sfruttamento delle risorse dei territori. In prima fila Slow Food, per chiedere ai governi dell’Unione Europea una gestione delle risorse che limiti lo spreco e riduca il costo delle materie prime permettendo la creazione di nuovi posti di lavoro

Si tratta di una coalizione di organizzazioni europee della società civile che comprende Slow Food, Friends of the Earth/Amici della Terra, ActionAid, BirdLife International, Biofuelwatch, Compassion in World Farming e l’Ufficio europeo dell’ambiente (EEB) che ha indirizzato una petizione congiunta ai governi europei e all’Ue nel suo insieme per invitare l’Europa a ridurre il suo land footprint, la sua impronta sullo sfruttamento dei terreni, definita dal consumo annuo di terre necessario per produrre cibo, tessuti, biocarburanti ecc. (altro…)

Read Full Post »