Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Coop’

serracchianiCavoli vostri, la cosa non ci riguarda. Questo in buona sostanza il messaggio alla Nazione consegnato ieri a La Stampa da Debora Serracchiani sugli scandali legati alle Coop. “Sono un problema del Paese, non del Pd”, sentenzia infatti il vicesegretario dei Democratici, nonché governatrice della Regione Friuli con otto parole rivoluzionarie in fatto di mazzette e affini. Da questo momento in poi, gli appalti truccati, i Rolex donati, i vestiti omaggiati, i vini versati e naturalmente i quattrini spartiti sono un “problema” non certo del Pd, che palesemente non c’entra nulla, ma della casalinga di Voghera o del geometra di Crotone e anche di noi del Fatto convinti di averla fatta franca. (altro…)

Read Full Post »

Natangelo

Read Full Post »

coopIL BOSS ARRESTATO DI CPL CONCORDIA ESEMPIO DEI MANAGER CHE, FINITO IL PCI, SONO STATI LIBERI DI INSEGUIRE IL PROFITTO A OGNI COSTO. E CON OGNI MEZZO.

Commentando l’arresto del padre-padrone della Cpl Concordia, il modenese Roberto Casari, il presidente di Legacoop, il modenese Mauro Lusetti, ha detto due cose importanti: “Le responsabilità sono personali. Noi non proteggeremo nessuno”.
Due profonde verità. Sicuramente le responsabilità di Casari sono personali, visto che il manager cooperativo non rappresenta niente e nessuno se non il proprio potere assoluto: è stato presidente della Cpl Concordia dal 1976 al 30 gennaio scorso, per 39 anni. Gianni Agnelli è stato presidente della Fiat di cui era padrone per soli 30 anni: in confronto a Casari è stato un manager di passaggio. Ed è ovvio che Legacoop non proteggerà nessuno. (altro…)

Read Full Post »

LA BUFERA giudiziaria Mafia Capitale che ha coinvolto alcune cooperative mette in luce i problemi strutturali della cooperazione rubricabili sotto due grandi capitoli: la debolezza della politica e l’opacità della sussidiarietà. Sul primo fronte, valgono le parole del presidente di Coop Italia, Marco Pedroni, al Congresso nazionale della Lega delle Cooperative: «nessuna giustificazione può avere l’ignoranza» e la cooperazione che deve fare di più «per arrivare anche prima dei magistrati». La politica della trasparenza è figlia dei principi sui quali si regge la cooperazione: la mutualità e l’associazionismo solidale. Sul secondo fronte, la questione si fa più seria perché la crescita della cooperazione è avvenuta in concomitanza con la politica della sussidiarietà, entrata a far parte della Costituzione con il Titolo V. (altro…)

Read Full Post »

MelandriPIOGGIA DI INTERROGAZIONI DEI CINQUESTELLE, CHE CHIEDONO UN’ISPEZIONE ALLA ONLUS HUMAN FOUNDATION DELLA MELANDRI.

Pioggia di interrogazioni del Movimento 5 Stelle in Parlamento su Mafia Capitale. Tre solo nella giornata di ieri. Ma le risposte dei ministri lasciano molto a desiderare. Imbarazzo, silenzi e pochi fatti concreti. Nonostante i poteri ispettivi che la legge dà al governo. La prima, al question time a Montecitorio, sulla cooperativa 29 giugno presieduta da Salvatore Buzzi. Le altre due in commissione Affari sociali: sul Cara di Mineo, il grande centro di accoglienza immigrati in provincia di Catania, e sull’Onlus Human foundation di Giovanna Melandri. In entrambe è stato consulente Luca Odevaine, l’ex capo di gabinetto di Veltroni, finito in manette nell’inchiesta sulla Terra di mezzo. (altro…)

Read Full Post »

Lotti

TANGENTI A ISCHIA: INDAGATO ADINOLFI, EX NUMERO 2 DELLA GDF. AI PM ROMANI LE TELEFONATE COL SOTTOSEGRETARIO LOTTI.

Michele Adinolfi, comandante interregionale della Guardia di finanza di Toscana, Marche e Emilia Romagna, è indagato a Napoli per corruzione. I pubblici ministeri Henry John Woodcock, Celestina Carrano e Giuseppina Loreto hanno inviato un invito a comparire all’ex capo di Stato maggiore delle Fiamme gialle che era già stato indagato e prosciolto per la fuga di notizie dell’indagine P4.   Sono state intercettate anche alcune telefonate, considerate non rilevanti ai fini dell’inchiesta, tra il generale e Luca Lotti, oggi sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Le trascrizioni delle conversazioni sono state ritenute ininfluenti dal punto di vista penale. Lotti e Adinolfi infatti si conoscono dai tempi in cui il primo era capo di gabinetto del sindaco Renzi e il secondo comandante interregionale, anche della Toscana.   (altro…)

Read Full Post »

Olivi-Ancesci

L’aspetto più grottesco della vicenda Coopservice (quella che paga i dipendenti tre euro l’ora) è che in giro la chiamano ancora “cooperativa rossa”.

Se penso alle persone che per gli ideali “rossi” di uguaglianza e lotta allo sfruttamento hanno speso una vita, mi viene da chiedergli scusa al posto di Coopservice e dei suoi dirigenti: il presidente Roberto Olivi e il direttore generale Emil Ancesci, che come vedete qui sopra ci sorridono incravattati dal sito della stessa Coop.

Coopservice è un colosso, si sa, nonché il braccio più potente della galassia cooperativa reggiana: la stessa da cui proviene il nuovo ministro del lavoro Poletti, della cui nomina infatti i vertici di Coopservice sono stati entusiasti. (altro…)

Read Full Post »