Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘curve’

Da quasi una settimana gli svedesi cercano di mettersi in contatto con Bob Dylan per comunicargli che ha vinto il Nobel. Invano. Stremati dal suo silenzio, hanno ufficialmente smesso di inseguirlo, confidando che a dicembre raggiungerà comunque Stoccolma in tempo utile per la premiazione, anziché festeggiare in un albergo del Minnesota strimpellando la chitarra su un divano Ikea. In una situazione ancora così sospesa ci permettiamo di offrire ai parrucconi scandinavi il profilo di un candidato alternativo. Un giovane scrittore costretto a vivere sotto scorta, la cui libertà di parola è minacciata da una consorteria che intimidisce chiunque osi sfidarla e che gode di protezioni altolocate nella società «rispettabile». Come avrete capito sto parlando di Mauro Icardi, il centravanti dell’Inter che a 23 anni ha sentito l’urgenza di scrivere la propria autobiografia e a breve pubblicherà anche quella dei suoi figli. Titolo: «Dalle prime poppate all’asilo nido». (altro…)

Annunci

Read Full Post »

scontri

DENTRO E FUORI L’OLIMPICO SCONTRI TRA TIFOSI E POLIZIA: DIECI I FERITI, TRE DA SPARATORIA. LA QUESTURA: “LITE OCCASIONALE” MA TRA I RESPONSABILI POTREBBERO ESSERCI ULTRÀ DELLA ROMA.

E alla fine si gioca. La partita inizia alle 21:45. Tre quarti d’ora di attesa e inutile tensione. Roma città perennemente sull’orlo di una crisi di nervi. Ieri una manifestazione, oggi una partita di calcio: l’intero sistema della sicurezza della Capitale sembra andato in tilt. È Napoli Fiorentina che si gioca, e siamo di fronte a tifoserie violente, ma la giornata di ieri è stata da incubo. Tutto inizia alle 19:10, le voci si rincorrono: un tifoso del Napoli è stato ferito a colpi di pistola. È un ragazzo di trent’anni colpito al torace. È grave. No, è morto già.  (altro…)

Read Full Post »

È proprio vero che il calcio è una metafora del Paese. Anche quel mondo appare così irriformabile da dipendere, patologicamente, da questa o quella sentenza, questa o quella indagine giudiziaria. Il razzismo delle curve (frutto di violenza e ignoranza ormai congenite), il vizio delle scommesse e la corruttibilità dell’ambiente, il rapporto osmotico con la malavita organizzata sono piaghe decennali: eppure il calcio italiano non è in grado di liberarsene e di riformarsi, e la sua vita rimane appesa alle carte bollate della magistratura sportiva o di quella ordinaria. (altro…)

Read Full Post »

La retata di ultras della Lazio a Varsavia viene giudicata con serena rassegnazione dalla nostra ambasciata, che segue la vicenda nella convinzione che «la Polonia è un paese civile», e cerca di assistere come può gli italiani fermati dopo gli scontri con la polizia; non così il direttore sportivo della Lazio, Igli Tare, secondo il quale «non avevano fatto niente di male, erano a Varsavia per vedere una partita di calcio». I coltelli e le asce al seguito dei vivaci supporter erano, evidentemente, oggetti d’uso personale: chi di noi, quando va all’estero, non completa la sua borsa di viaggio con un’ascia? Le dichiarazioni di Tare sono la miliardesima conferma della impossibilità congenita di risolvere la questione del tifo violento in Italia. (altro…)

Read Full Post »