Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘diritti’

bagnasco-figliDice Bagnasco che quello dei figli non è un diritto (rivendicato dalle migliaia e migliaia di persone che sabato sono scese in piazza per il DDL Cirinnà).
Che i figli devono avere delle certezze, un padre e una madre ..
Ma oggi viviamo in un mondo dove una dopo l’altra crollano le certezze: quelle del lavoro, per esempio.
I 1700 dipendenti dell’Ilva hanno occupato l’azienda per i timori legati al nuovo piano industriale. Perché va bene la sicurezza del padre e della madre, ma c’è anche la sicurezza di un posto di lavoro, di uno stipendio dignitoso. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

FQIn questi giorni, molti blog e pagine facebook stanno ricevendo ulteriori diffide dal Fatto Quotidiano per la pubblicazione degli articoli cartacei. In attesa di approfondimenti, i loro articoli saranno momentaneamente sospesi.

Read Full Post »

Landini-Renzi

LA “COALIZIONE SOCIALE” VARATA DAL SEGRETARIO FIOM PRENDE FORMA GIÀ IN PIAZZA IL 28. AD APRILE È PREVISTA ANCHE UNA “LEOPOLDA” ROSSA.

Cosa sarà davvero la “coalizione sociale” di Maurizio Landini si capirà un po’ alla volta. Quello che è chiaro da ieri, giorno in cui il segretario della Fiom ha riunito alcune decine di associazioni, strutture sociali, singole persone in una sede Fiom assediata dai giornalisti, è che la Coalizione è stata avviata e che ha un avversario molto preciso: il governo Renzi e le politiche europee di cui è portatore.   “NOI NON ACCETTEREMO il terreno che ci è imposto da altri”, ha precisato il leader sindacale nelle conclusioni. “Vogliono decidere come siamo vestiti, quali mutande portiamo, che calzini indossiamo. È il modo migliore per evitare che nasca la coalizione sociale”. Il riferimento è al Corriere della Sera che ha parlato di un “progetto Podemos”, un modo per alludere “a un perimetro ristretto e poi depotenziarlo”. (altro…)

Read Full Post »

NardiSONO MENO PAGATE DEGLI UOMINI (-41%), NON POSSONO FARE CARRIERA, FATICANO AD ACCEDERE AI RUOLI DI COMANDO, HANNO PERSO PERFINO IL MINISTERO DELLE PARI OPPORTUNITÀ. PERÒ HANNO UN GIORNO ALL’ANNO, UNO SOLO, TUTTO PER LORO. LE DONNE DEL “FATTO” SPIEGANO PERCHÉ QUELLA DATA NON BASTA. CARE LETTRICI, SCRIVETECI CHE COSA VI AUGURATE PER UNA FESTA DIVERSA.

Ci sono due fatti storici che nell’immaginario collettivo sono legati alle celebrazioni per la Festa della donna: il rogo della fabbrica Cotton a New York dove nel 1908 persero la vita 62 operaie e quando in Russia, nel 1917, le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra, dando così vita alla “rivoluzione russa di febbraio” che ispirò la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste dell’8 marzo. Abbiamo chiesto ad alcune firme e amiche del Fatto Quotidiano di raccontarci se domani festeggeranno. (altro…)

Read Full Post »

Amnesty

Non è un Paese per migranti, rifugiati e rom, la tortura non è reato e non applica i trattati.

Oggi Amnesty International ha presentato il suo Rapporto 2014-2015 che definisce «Vergognosa e inefficace la risposta globale alle atrocità degli Stati e dei gruppi armati» e dal quale emerge che il 2014 è stato « un anno devastante per coloro che cercavano di difendere i diritti umani e per quanti si sono trovati intrappolati nella sofferenza delle zone di guerra. I governi a parole sostengono l’importanza di proteggere i civili ma i politici di tutto il mondo hanno miseramente fallito nel compito di tutelare coloro che più avevano più bisogno d’aiuto». (altro…)

Read Full Post »

In un’intervista a Federico Fubini di ‘Repubblica’, l’economista renziano Yoram Gutgeld anticipa la fase due: «Per ora non potevamo, ma l’anno prossimo vogliamo affrontare una legge di rappresentanza sindacale che permetta alle aziende di facilitare i negoziati di secondo livello. È fondamentale che un’azienda in crescita possa offrire di più ai suoi lavoratori». E – chiede Fubini – che una in crisi possa offrire di meno? «Anche, se serve a evitare i licenziamenti», risponde Gutgeld.

Et voila: questo accade, quando si gioca solo in difesa, quindi si prendono gol. Appena ne ha segnato uno, la squadra avversaria vuole farne subito un altro. Sicché, ottenuto il licenziamento facile, si parte verso lo svuotamento dei contratti nazionali: agli imprenditori più furbetti o avidi – non pochi, purtroppo, in Italia – non costerà fatica dirottare liquidità in qualche altra azienda o semplicemente altrove, piangere miseria e ottenere stipendi più bassi. (altro…)

Read Full Post »

Sei arrivato in ritardo oggi, arriverai in ritardo anche domani?
Potresti essere licenziato.
Sarebbe un provvedimento disciplinare eccessivo, che una volta costringeva l’azienda al reintegro.
Da oggi no.
Giusto per dirne una, delle tante. Hai scritto qualcosa su facebook? Hai partecipato ad un’assemblea? Hai rotto le scatole al capo? Hai pure alzato la voce quando ha chiesto l’ennesimo straordinario all’ultimo momento …
Tutti possibili licenziamenti discriminatori che verranno camuffati da licenziamenti economici. Qualche mensilità e ti sei liberato del rompiscatole.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »