Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘efficienza energetica’

GreenpeaceÈ tempo di saluti per la Rainbow Warrior. La nostra nave saluta l’Italia, dopo un’ultima tappa a Brindisi, una città stretta nella morsa di due centrali a carbone estremamente inquinanti.

Anche in quest’ultima visita, abbiamo voluto ribadire il nostro no alle fonti fossili e il sostegno alle comunità locali, organizzando una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il consigliere comunale Riccardo Rossi e il primario di Radioterapia dell’Ospedale Perrino Maurizio Portaluri.

Il futuro è nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica: chiediamo alle istituzioni nazionali e locali una strategia valida per decarbonizzare completamente l’economia entro il 2050 e mettere fine alle politiche energetiche distruttive.

Con la partenza della nostra “guerriera”, che ha viaggiato per il nostro mare e ha denunciato i pericoli che lo minacciano, non smettiamo di sostenere con forza che questo non è un Paese per fossili. E non siamo i soli a pensarlo: continua a crescere infatti la nostra petizione, che ha superato le 55mila firme e non accenna a fermarsi. Perché chi si fossilizza è perduto.

Da greenpeace.org

(altro…)

Read Full Post »

Efficienza energeticaIl Decreto Legge 91/2014, in corso di approvazione al Senato,  include la parte energetica, il c.s. “taglia-bollette”, il cui scopo è quello di ridurre del 10% il costo della bolletta per le PMI. Esso prevede vari interventi, tra cui quelli sulle fonti rinnovabili, di cui si è parlato molto e spesso.

Ma c’è anche l’art. 24 che prevede un grave, assurdo ed illogico aumento dei costi energetici per gli auto-produttori.

L’intervento peraltro avviene a meno di 6 mesi dalla tanto attesa definizione del quadro regolatorio per tali sistemi che la legge aveva stabilito nel 2008.

Ma chi sono gli auto-produttori? Sono coloro che, a causa della gravità del problema del costo energia, si sono attrezzati per produrre energia in proprio, nel tentativo di ridurre la bolletta tramite la tecnologia della cogenerazione (una BAT secondo la UE!) e  investendo per migliorare le performance ambientali dell’azienda.  Si tratta di una tassa sbagliata ed illogica, con la quale si chiede di pagare oneri relativi all’uso della rete ad aziende che si sono attrezzate per non usarla e produrre in proprio. (altro…)

Read Full Post »

 

ue-climaGli ambientalisti: «Scelta miope. Urge accordo chiaro e ambizioso in vista del vertice di New York».

Il tanto atteso Consiglio europeo che doveva decidere sul pacchetto clima-energia dell’Ue per il 2030 ha scelto di rinviare a «non oltre ottobre 2014».  Legambiente l’ha subito definita «una scelta miope che rischia di compromettere il processo verso il nuovo accordo globale sul clima da sottoscrivere a Parigi nel dicembre 2015. Serve con urgenza – come sottolineato nella dichiarazione congiunta dello scorso 3 marzo di 13 paesi tra cui Italia, Germania, Francia e Regno Unito – un accordo che consenta all’Europa di dotarsi di obiettivi chiari e ambiziosi in vista del Vertice di New York del prossimo 23 settembre, promosso da Ban Ki-Moon per rilanciare l’azione globale sul clima». (altro…)

Read Full Post »

In Italia non è stata adottata alcuna strategia in campo energetico/ambientale, malgrado le soluzioni siano praticabili e le potenzialità enormi

In Italia non è stata adottata alcuna strategia in campo energetico/ambientale, malgrado le soluzioni siano praticabili e le potenzialità enormi

EFFICIENZA ENERGETICA.

In Italia non è stata adottata alcuna strategia in campo energetico/ambientale, malgrado le soluzioni siano praticabili e le potenzialità enormi. La Germania rappresenta un ottimo esempio di un Paese che ha puntato su questo settore e ha avuto risultati eccezionali.

In Italia abbiamo avuto un movimento ambientalista, poi abbiamo avuto i Verdi in parlamento, qualcuno di loro è anche riuscito ad essere ministro ma tutto ciò non è servito a dare un impulso decente al settore lavorativo ambientale che invece ha potenzialità enormi. D’altra parte le istituzioni, i governanti, il sindacato non hanno la più pallida idea e probabilmente anche nessuna seria intenzione di costruire una reale alternativa occupazionale e il tutto stride ancora di più quando vengono sfornati continui dati sull’aumento della disoccupazione. Le soluzioni sarebbero praticabili oggi stesso ma si preferisce piangere e continuare a fare le stesse cose di sempre anche se ormai non funzionano più. (altro…)

Read Full Post »

Dai pannelli solari su tetti ed ex-discarica all’efficienza energetica negli edifici pubblici, da uno sportello energia per i cittadini al gruppo d’acquisto comunale per il fotovoltaico, dalla raccolta porta a porta dei rifiuti al compostaggio domestico, dalle eco-feste ai distributori latte crudo, dai detersivi alla spina al car-pooling, dal piedibus al noleggio biciclette, dalla casa dell’acqua ai pannolini lavabili. Essere virtuosi si può.

Il comune vincitore assoluto del Premio Comuni a 5 stelle, giunto quest’anno alla sua quinta edizione, è Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. Lo ha annunciato il Presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi Gianluca Fioretti, al termine della valutazione degli oltre 100 progetti presentati dai 32 comuni iscritti al bando 2011. (altro…)

Read Full Post »