Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘elezioni’

Lo schema prevede che Ala presenti le liste nel proporzionale con il Pd portando alla coalizione un pacchetto di voti soprattutto in Campania, Puglia e Toscana, dove i verdiniani sperano di raccogliere un po’ di preferenze. La “contropartita” dell’accordo sarebbe un seggio nell’uninominale a Prato e alcuni nei collegi esteri. Il senatore al Fatto.it: “La storia dirà che hanno fatto le riforme grazie a noi. Io un giocatore protagonista, da Pallone d’Oro”. Critici i promotori della Lista Insieme.

Dopo aver sostenuto il governo Renzi tradendo il proprio padrino politico, Denis Verdini sta lavorando per costruire un’alleanza con il Pd in vista delle elezioni del prossimo 4 marzo. La notizia è stata anticipata sabato al Corriere Fiorentino e a quanto risulta al ilfattoquotidiano.it la prossima settimana sarà decisiva per stabilire modi e tempi dell’intesa. I dem non parlano, gli uomini di Beatrice Lorenzin aprono, mentre sono critici i promotori della Lista Insieme. Gli uomini di Ala, questo è certo, sembrano crederci davvero. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

CON largo anticipo rispetto ad altre vigilie, si comincia già adesso a chiedersi per chi diavolo si potrà votare senza poi perdere il sonno per il rimorso. In genere questo presagio (sbagliare voto; oppure sprecarlo) cominciava a manifestarsi a poche settimane dalle elezioni. Ora è già vivo, precocissimo, mesi prima della fatidica domenica, grazie al gramo spettacolo parlamentare e allo sgangherato contrappunto che ne fa la piazza di fronte. E chi rifugge dall’astensionismo come da una malattia si domanda come diavolo fare, questa volta, per non ammalarsi, per non disertare un’occasione che fu per tanti, in gioventù, festosa e doverosa al tempo stesso.

(altro…)

Read Full Post »

L’ex Cavaliere, vero vincitore a questa tornata elettorale, annuncia quella che fino a poco tempo fa sembrava l’impresa impossibile: fare un’alleanza “sulla base di un programma condiviso”. Ma a chi si rivolge veramente? I suoi probabili alleati stanno già litigando: Il Carroccio dice “mai con Alfano”, Area popolare ribatte “il nostro contributo è stato decisivo”. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Astensione al 40% (a Genova arrivata al 50%).
Il centro destra che torna unito e riesce a tornare alla carica persino a Como, dopo i disastri del lungo Lago e delle paratie.
E non solo il centro destra in cui risorge Berlusconi: a Lucca Casa Pound arriva quasi al 9%.
A Trapani al ballottaggio arriva un candidato sotto inchiesta per corruzione.
A Catanzaro entrambi i candidati al ballottaggio sono sotto inchiesta. (altro…)

Read Full Post »

Il capo dello Stato costretto a un nuovo appello alle Camere per una riforma che “armonizzi” il sistema di voto come chiesto fin dall’inizio di dicembre. Tra le forze politiche, come al solito, la colpa è di nessuno. E dopo svariati rinvii e sedute quasi inutili in commissione a Montecitorio, la novità è un nuovo termine di tempo: “A fine maggio la discussione in assemblea”.

Ha osservato, ascoltato, confidato e poi aspettato, aspettato, aspettato, aspettato. Ma dopo quasi 5 mesi la fiducia del presidente della Repubblica si è trasformata nella consapevolezza di non essere ascoltato dal Parlamento. Sono passati 136 giorni da quando il capo dello Stato, dopo aver dato il mandato al nuovo presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha sottolineato la necessità di un nuovo sistema elettorale. Ne sono passati anche di più dalla serata del referendum costituzionale, nel corso della quale tutti i partiti giuravano che serviva una nuova legge fingendo di voler andare alle elezioni politiche il prima possibile. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »