Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fase due’

Fra i temi più discussi del decreto liberalizzazioni vi sono la privatizzazione dell'acqua ed i diritti dei lavoratori.

Un colpo all’articolo 18, una spintarella alla privatizzazione dell’acqua. Di contro anche nuove regole più restrittive sulle concessioni delle spiagge. E poi nuove norme su benzina, energia, ordini professionali, farmacie, notai, burocrazia, consumatori. Unici settori esclusi, per adesso, quelli delle banche, delle assicurazioni e del gas. Sono molte le carte, per ora soprattutto bozze, presentate sulla scrivania di Monti, che attendono di confluire nel prossimo decreto sulle cosiddette liberalizzazioni.

“Sono solo bozze” sembra essere diventata anche l’espressione preferita di molti ministri, interpellati dalle categorie colpite dal decreto. Lo ha detto un portavoce del governo ai petrolieri, infuriati per l’ipotesi della separazione fra produzione e distribuzione dei carburanti. È stato Antonio Catricalà in risposta ai sindacati, e al ministro del Welfare Elsa Fornero, che lo interpellavano sulle modifiche proposte all’articolo 18.

Proprio l’attacco all’articolo 18 da parte del governo è uno dei punti più discussi. Se l’ipotesi venisse confermata all’interno del decreto, si tratterebbe di una sorta di rivoluzione. Ad oggi l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori impedisce alle aziende sopra i 15 dipendenti il licenziamento senza giusta causa. La norma in questione estenderebbe la facoltà di licenziare senza giusta causa anche ad aziende con fino a 50 dipendenti, se queste sono il frutto di una fusione fra due o più aziende che ne hanno meno di 15. (altro…)

Read Full Post »

Da diksa53a.blogspot.com

Read Full Post »

Oggi si riunisce il Consiglio dei ministri. All’ordine del giorno c’è l’avvio della «fase due», quella che dopo i tagli dovrebbe affrontare il nodo della crescita. Grande è l’attesa. Ma ancora si sa poco. Pare che il ministro Passera presenterà un piano di 50 opere pubbliche da salvare. Bene, ma ancora poca cosa. Per questa annunciata «fase due» l’attuale governo ha suscitato molte attese. Siamo in recessione e l’avvio di una politica di crescita è necessaria, perché i tagli non solo fanno male, ma hanno aggravato le spinte recessive. E la «fase uno» di questo governo è stata finora miope e negativa.  (altro…)

Read Full Post »