Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Federico Rampini’

Viaggio in Ohio, dove il dietrofront ambientale degli Usa è già realtà “Così le energie fossili saranno di nuovo la prima fonte d’America”

Nella “terra nera” delle miniere Usa “Addio rinnovabili”.

RITORNO AL PASSATO.

BELLAIRE (OHIO) – «Cinquant’anni fa questa era la terra del King Coal, il re carbone. Oggi non siamo più dominanti ma siamo pur sempre della famiglia reale». Così riassume la rinascita del capitalismo a carbone Ed Spiker, manager di Westmoreland Resources. Mi rivela in anticipo un sorpasso clamoroso: «L’anno prossimo, secondo i dati ufficiali del governo, il carbone tornerà ad essere la prima fonte di alimentazione delle centrali elettriche americane, il 38% della corrente la produrremo noi, contro il 36% del gas naturale ».

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Attacchi personali risse pubbliche e offese: ne ha per tutti, dagli avversari politici allo sport.

I suoi predecessori, anche quelli eletti con margini ridotti, cercavano di presentarsi come “ i presidenti di tutti”. Ma lui non tenta mai una riconciliazione Fedele alla strategia che lo ha portato alla Casa Bianca.

NEW YORK – Al ruolo di Commander-in-Chief lui ha aggiunto quello, senza precedenti, di Litigatore Capo. La rissa pubblica con cui si è inimicato i giocatori di football è solo l’ultimo esempio di una lista di categorie di Donald Trump ha offeso platealmente. D’altronde, uno che riesce a twittare parole furiose perfino contro papa Francesco (sul Muro, e sul proprio tasso di cristianità) deve avere un talento innato in questo campo. Mike Allen sul sito Axios ha coniato per lui anche un’altra “job description” (mansionario): The Great Divider.

(altro…)

Read Full Post »

Il presidente Usa invia una portaerei e valuta “opzioni” contro la Corea del Nord Lo spettro di un conflitto lambisce una delle zone più nuclearizzate del pianeta.

PRIMA arrivano i tweet. Poi si muove la U.S. Navy. Dopo la Siria, Donald Trump alza la pressione sulla Corea del Nord. A 64 anni dalla fine della guerra di Corea, lo spettro di un nuovo conflitto lambisce una delle zone più armate e nuclearizzate del pianeta. Reduce dal blitz missilistico contro Assad, il presidente americano al suo risveglio martedì mattina rilancia via Twitter la minaccia contro la “monarchia rossa” di Pyongyang: «La Corea del Nord cerca guai. Se la Cina decide di aiutarci sarà ottimo. Altrimenti risolveremo il problema senza di loro».

(altro…)

Read Full Post »

Dopo ogni attentato ci si interroga sulle misure di sicurezza da adottare. Ma dall’11 settembre al suv Londra, i terroristi hanno continuato a colpire.

Muri e check-in: così cambia la nostra vita.

NEW YORK- Muraglie nei centri cittadini, barriere contro auto o camion assassini: così fermeremo il prossimo Khalid Masood? Salveremo vite umane, con una nuova escalation di restrizioni e controlli? È uno scenario verosimile dopo Londra. Per fermare i terroristi che usano l’auto come arma di distruzione di massa, avanzano proposte di isolare ermeticamente i centri cittadini, impedire gli accessi vicino ai luoghi di potere, più di quanto non lo siano già.

(altro…)

Read Full Post »

La misura anti terrorismo applicata da Stati Uniti e Regno Unito Canada e Francia ci pensano. Interessate dieci nazioni musulmane.

NEW YORK – Nuovo allarme terrorismo aereo, e un nuovo disagio serio per chi viaggia. La decisione arriva improvvisa, dall’Amministrazione Trump, poi si adegua in parte il Regno Unito; altri Paesi occidentali potrebbero seguire l’esempio. Vietati i computer portatili (laptop) e i tablet sui voli da otto Paesi del Medio Oriente e Nordafrica, diretti agli Stati Uniti. Che fare nelle 17 interminabili ore di un volo Abu Dhabi- Los Angeles? La Emirates la butta sul marketing, coglie il pretesto per esaltare ai passeggeri la qualità del proprio “entertainment” a bordo: non solo film e musica, anche degli speciali tablet in dotazione ai sedili di business, con accesso a Internet.

(altro…)

Read Full Post »

una-settimana

“ Tassa del 20% sulle importazioni”. Poi lo stop a Nato, Onu e Ue Il primo obiettivo del presidente: difendere confini e imprese.

NEW YORK – Al settimo giorno, riposerà? La Creazione di Donald Trump procede a ritmi travolgenti. In una settimana ha disegnato un Mondo Nuovo. Costruirà il Muro e lo farà pagare ai messicani: 20% di dazio sulle loro esportazioni. Ha cancellato dai suoi orizzonti l’Europa unita, ha indebolito la Nato, ha preso le distanze dal ruolo tradizionale in Medio Oriente. Protezionismo e reindustrializzazione. Niente lotta al cambiamento climatico. Basta con tutto ciò che è sovranazionale, incluse le convenzioni sui diritti umani o la tortura. Nuovo approccio su etica, democrazia, ruolo dei media. Ecco il Mondo di Trump in sei mosse.

(altro…)

Read Full Post »

trump

Il nuovo presidente prepara una svolta radicale rispetto a Obama e agli ultimi quarant’anni di diplomazia Usa. Rapporti stretti con Putin per arginare Pechino, ormai considerata un partner sleale. E con l’invito del Cremlino ai colloqui di pace riparte la trattativa sulla Siria.

L’asse con Mosca e gli anti-euro così rovescia le strategie americane.

NEW YORK – Rivoluzione copernicana. Il mondo di Trump è un capovolgimento di prospettive e strategie, una rotazione a 180 gradi rispetto a Barack Obama. La Russia al posto della Cina come partner indispensabile. Gli anti-europei come interlocutori privilegiati sul Vecchio continente. Patto di ferro con Israele. Pugno duro su Iran e Cuba. Il vero ostacolo da superare per questo ribaltamento è all’interno del partito repubblicano dove la destra classica non è certo filo- russa.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »