Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘FILIPPO SANTELLI’

Una lettera di Boeri al dicastero: “Regole poco chiare” Ci vorranno due mesi perché la misura sia operativa.

Nessuna delle 750 mila donne perderà il diritto al contributo di 800 euro Ma una volta aperto il portale potrebbe essere intasato dalle domande
ROMA – Un ritardo che tutti volevano evitare. Un ritardo per cui ora Inps e governo si rimpallano le responsabilità. A quasi tre mesi dall’entrata vigore non è ancora possibile fare domanda per il bonus “Mamma domani”, il contributo di 800 euro che la legge di Bilancio ha destinato alle prime spese legate alla nascita di un bebè, dagli esami pre-parto alla carrozzina.

(altro…)

Read Full Post »

L’operazione da 600 milioni doveva scattare il primo gennaio Ma per ora nulla di fatto. E intanto si accumulano le domande.

ROMA – «Lei faccia conto che il bonus non ci sia». L’operatore del call center Inps non usa giri di parole. Chi ha chiamato è una ragazza all’ottavo mese di gravidanza. Ha sentito che grazie all’ultima legge di Bilancio ha diritto a un contributo di 800 euro, chiamato “Mamma domani”. Un bonus, spiegava il ministro per la Famiglia, Enrico Costa, per le «prime spese» legate al lieto evento: gli esami pre parto, i farmaci, il passeggino, la culla, i vestitini. Tutto a partire dal 1° gennaio 2017. Solo che ad oggi, del modulo per fare domanda, non c’è neanche l’ombra.

(altro…)

Read Full Post »

La segretaria Cisl accusa: “Salari e meritocrazia nei contratti, testo unico troppo invasivo Puniamo l’assenteismo, ma bisogna ricordarsi di chi da sette anni non vede aumenti”.

ROMA – «I furbetti vanno puniti e il merito premiato, non c’è dubbio. Ma il ministro sbaglia se pensa di fissare per legge gli obiettivi su cui valutare i dipendenti pubblici ». Annamaria Furlan, 56 anni, segretario nazionale della Cisl, giudica «un passo in avanti» la riforma della Pa. Ma è scettica sull’ultima novità presentata dal ministro Madia e che potrebbe essere inserita in settimana nella revisione del Testo unico sul Pubblico impiego. Legare il salario accessorio dei dipendenti pubblici a nuovi criteri generali, che misurino i servizi effettivamente erogati ai cittadini.

(altro…)

Read Full Post »

poverta

I dati.

Nel 2007 erano 1,8 milioni poi la crisi ha fatto esplodere il disagio Le più colpite sono le nuove generazioni. La lotta contro la povertà oggi conta su una spesa pari allo 0,1% del Pil contro lo 0,4 della media Ue.

ROMA – Dalle famiglie più numerose a quelle con un solo figlio. Dal Mezzogiorno verso le grandi città del Centro e del Nord. Dagli adulti ai più giovani, penalizzati dalla carenza di lavoro. Si è allargata a macchia d’olio la povertà in Italia, durante questa crisi senza fine. Se nel 2007, prima della grande recessione, erano 1,8 milioni le persone sotto la soglia di indigenza assoluta calcolata dall’Istat, nel 2015 quel numero è più che raddoppiato: 1 milione e 582 mila famiglie, pari a 4 milioni e 598 mila cittadini, il 7,6% della popolazione.

(altro…)

Read Full Post »

L'indagine

In Islanda manifestazioni di piazza contro il governo Putin contrattacca: “E’ solo una montatura della Cia”.

ROMA – Le prime indagini dei governi, dall’Australia all’Europa, con l’Agenzia delle Entrate pronta ad acquisire i nomi dei cittadini italiani coinvolti. L’Islanda che scende in piazza contro il premier Gunnlaugsson. Putin che grida al complotto occidentale. Una raffica di smentite (Montezemolo), minacce di querela (Leo Messi), imbarazzati “no comment” (David Cameron). È un’onda d’urto che si allarga e aumenta di intensità quella dei Panama Papers, il giorno dopo la diffusione degli 11,5 milioni di file dello studio legale Mossack Fonseca.

(altro…)

Read Full Post »

lavoro

Sono 2,5 milioni: crescita continua anche dopo l’entrata in vigore del Jobs Act.

LO STUDIO
ROMA – L’Italia non ha mai avuto così tanti lavoratori a tempo determinato. Quelli con la data di scadenza, un anno se va bene, qualche volt un mese. A dispetto del Jobs Act, con il nuovo contratto a tutele crescenti. E a dispetto della generosa decontribuzione attiva da gennaio che dovrebbe incentivare le imprese ad assumere in pianta stabile. Perché è vero, come rivendica il premier Matteo Renzi e conferma l’Inps, che le assunzioni a titolo definitivo dall’inizio del 2015 sono aumentate.
(altro…)

Read Full Post »

In duemila

Assegno da 166 mila euro a Santa Lucia di Piave: basta tasse.

ALLA faccia della mini-Imu. La bolletta con cui giovedì, un giorno prima della scadenza, Riccardo Szumski si è presentato allo sportello della banca recitava 166 mila e 412 euro. Villona con piscina? Dimora storica? Niente di tutto questo. Si tratta solo della somma che avrebbero dovuto versare in totale le 2 mila famiglie proprietarie di prima casa di Santa Lucia di Piave, centro di 9 mila abitanti nella Marca Trevigiana. E che il sindaco Szumski, lista civica sostenuta dalle forze di centro-destra, ha deciso di saldare con i fondi del Comune: «Un segnale – spiega – perché è ora di finirla di massacrare i cittadini». (altro…)

Read Full Post »