Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘finanza’

Care Goldman Sachs, JpMorgan, Merryl Lynch e Morgan Stanley, cari Citigroup, Black Rock, Cerberus, Blackstone e Old Mutual, ma anche cari Wall Street Journal e Financial Times, insomma cari signori della famosa finanza mondiale, anche se non ci credete, qui fuori siamo persone educate.

E siccome ci hanno insegnato che quando qualcuno vive nel terrore è cosa giusta provare a tranquillizzarlo, crediamo che adesso sia venuto il momento di accarezzare il capino proprio a voi: per quanto nababbi e un po’ arrogantelli a volte siate. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Falsari

Il nuovo capo delle Fiamme gialle scatena una “lotta senza quartiere” contro venditori e ambulanti abusivi. Un dirigente delle Entrate: “Non porterà un euro nelle casse dello Stato”.

I due pesi massimi nella lotta all’evasione fiscale del governo Renzi non riescono a mettersi d’accordo. Per il direttore dell’agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi “il male all’origine di tutti i problemi del sistema fiscale italiano” è l’Iva non versata ogni anno, che pare non si riesca proprio a recuperare. Per il Comandante della Guardia di Finanza fresco di nomina, Giorgio Toschi, i veri evasori sono invece i “vu cumpra”, contro i quali ha scatenato una vera e propria campagna d’estate. (altro…)

Read Full Post »

Pillinini

Read Full Post »

FinanazaDa Spaziante a Milanese, dall’Expo al Mose fino al caso Unipol:
ecco perché in tutti gli ultimi scandali sulle tangenti spuntano sempre gli ufficiali infedeli delle fiamme gialle.
Il racconto.

POPOLATI da quelli che una volta si chiamavano con la maiuscola Servitori dello Stato: pubblici ufficiali, magistrati e quasi sempre anche da finanzieri, nel senso non di gnomi della finanza, ma di ufficiali della Guardia di Finanza. L’uomo che fa onore a uno dei simboli del corpo rappresentante un grifone, metà aquila e metà leone (cioè saggezza e forza), è stato segnalato ieri dal “Sole-24Ore”: si chiama Renzo Nisi. È il colonnello che quattro anni fa fece la prima verifica al Consorzio Venezia Nuova, l’inizio della fine. Trasferito a Roma, non è stato lui mercoledì a portare via in manette Emilio Spaziante, suo mega-superiore, fino a pochi mesi fa comandante generale in seconda del corpo. Il generale ladro — secondo l’accusa — ha intascato 500 mila euro, prima tranche dei due milioni e mezzo promessi dal presidente del Mose Giovanni Mazzacurati per «influire in senso favorevole sulle verifiche fiscali e sui procedimenti penali aperti nei confronti del Consorzio Venezia
Nuova». (altro…)

Read Full Post »

Coop

Banchieri, ex ministri, manager, politici, imprenditori, poliziotti (quelli in servizio a Palazzo Chigi).
Ma non è tangentopoli, state tranquilli…

Da unoenessuno.blogspot.it

Read Full Post »

BankitaliaDALLE NUOVE REGOLE SUI CREDITI INESIGIBILI ALL’AIUTINO SUI DERIVATI E, ORA, ALLA RIVALUTAZIONE DELLE QUOTE DI VIA NAZIONALE. PER LA FINANZA I SOLDI CI SONO SEMPRE.

Fabrizio Saccomanni è “addolorato”. Dice che sulla questione delle quote Bankitalia sono state diffuse “falsità, cattive informazioni e distorsioni”. Si riferisce, con ogni probabilità, all’espressione “regalo alle banche” che Il Fatto Quotidiano ha usato fin dall’approvazione del decreto, lo scorso 30 novembre. Ci perdonerà il vizio giornalistico dell’espressione gergale o colorita, il ministro dell’Economia, che oggi abbandoniamo: il sostegno pubblico al sistema bancario non è un regalo, cioè un fatto episodico e connesso ad alcune circostanze, ma la politica economica stessa del suo governo e di ogni altro governo d’Europa.  (altro…)

Read Full Post »

Di tutto di più

FINMECCANICA, MONTEPASCHI, ENI-SAIPEM, MA NON SOLO TUTTI I GRANDI GRUPPI SONO STRETTI FRA IL DISASTRO DEI CONTI E LE INDAGINI DEI MAGISTRATI SUL MALAFFARE.

Ci vorrebbe troppa fantasia per attribuire il tetro spettacolo di questi mesi (il capitalismo italiano alla sbarra) all’accanimento giudiziario. E non solo perché le due liste – i blasoni industriali e finanziari coinvolti e le Procure che indagano – sono troppo lunghe per far credere a un complotto di toghe. Soprattutto è ormai evidente che arresti e rinvii a giudizio non sono causa delle difficoltà delle nostre maggiori aziende, ma il loro sintomo più sinistro.  (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »