Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘firenze’

Read Full Post »

leopoldaA Firenze c’è la Leopolda quindi è vietato manifestare. Lo scrive la Questura del capoluogo fiorentino che ieri ha negato il diritto di svolgere il corteo a favore del No al referendum organizzato da alcuni comitati cittadini e annunciato il 25 ottobre. Il questore Alberto Intini, arrivato in città lo scorso aprile, vietando il corteo scrive chiaramente: “Questa città è interessata dallo svolgimento di altre manifestazioni” tra cui “la convention politica Leopolda” alla quale “è previsto un notevole afflusso di pubblico e di massimi esponenti del governo”. Quindi: ai cittadini il corteo è vietato. Questione di ordine pubblico. Vietato pure il presidio in piazza San Marco, da dove sarebbe dovuto partire il corteo che avrebbe portato i manifestanti davanti alla stazione Leopolda dove si svolge la tre giorni governativa a favore del Sì. (altro…)

Read Full Post »

Nardella

Apprezzo molto la maniera con cui Nardella, da me scoperto in tempi non sospetti, si consegni ogni giorno alla leggenda. Di fronte al disastro Lungarno, che lo ha visto puntualmente reattivo come un frassino morto sotto la tempesta, Nardy ha tuonato (va be’): “Publiacqua deve spiegazioni a me e ai cittadini”. Detto che casomai dovrebbe essere il sindaco (cioè lui, anche se non sembra) a dare spiegazioni ai cittadini, il mitico Nardy potrebbe essere accontentato facilmente. Chi c’era (o c’è) dietro e dentro la partecipata comunale Publiacqua, sotto accusa per il guasto alle due tubature dell’acquedotto? E’ presto detto: un covo di renzinissimi della prima ora. (altro…)

Read Full Post »

Le blatte e le zecche agli Uffizi. Il terremoto, un paio di settimane fa. Adesso la voragine lungo l’Arno, che evoca inondazioni e terra che si apre. Non c’è pace per Firenze da quando il suo più illustre concittadino è diventato sindaco d’Italia a Palazzo Chigi. Diventa sempre più funesto il futuro di una delle città delle più belle d’Italia. Profezie celebri e il precedente biblico delle piaghe d’Egitto non lascerebbero scampo alla povera Firenze. Quale sarà il prossimo, tremendo segno? (altro…)

Read Full Post »

renziSPESE OCCULTE.

Tutto nascosto   Le ricevute rimangono nei cassetti del sindaco di Firenze. Mentre a Roma Marino le ha pubblicate prima di essere cacciato.

Il sindaco ha utilizzato soldi pubblici per delle cene ma soprattutto, stando a quanto anche i giornali ci hanno mostrato con delle prove, Marino ha mentito ai cittadini.Ecco,quandounsindaco mente ai propri cittadini compie l’atto più grave”. È categorico il sindaco renziano di Firenze Dario Nardella quando la sera del 9 ottobre si presenta davanti alle telecamere di Otto e Mezzo su La7 per sostenere la richiesta di dimissioni avanzata dal Pd al sindaco di Roma Ignazio Marino sulla base delle incongruenze individuate dalla stampa sulle sue spese di rappresentanza, per un totale di circa 20 mila euro. (altro…)

Read Full Post »

stoicoTommaso Grassi La maratona a Palazzo Vecchio del capogruppo di Sel in Consiglio comunale a Firenze

Un giorno e una notte. In tutto 25 ore. Tanto è durata l’occupazione di Palazzo Vecchio del capogruppo comunale di Sel, Tommaso Grassi, per rivendicare il diritto ad avere libero accesso alla documentazione relativa alle spese di rappresentanza sostenute da Matteo Renzi quando era sindaco di Firenze e del suo successore,Dario Nardella. Dopo aver chiesto per quattro volte gli scontrini e per quattro volte vederseli negare, Grassi sabato mattina ha deciso di occupare perché,dice,“stanno prendendo in giro me e i cittadini”.   (altro…)

Read Full Post »

NardellaCompatti I dem e il capogruppo forzista bocciano l’idea di una relazione sui conti. “Non diamo spiegazioni”.

Il Partito democratico vota contro la trasparenza di Palazzo Vecchio. Dopo aver ricevuto tre bocciature alle tre richieste di accesso agli atti relativi alle spese di rappresentanza dell’ex sindaco Matteo Renzi, ieri l’opposizione ha presentato un emendamento per chiedere una relazione dell’organo di revisione del Comune (appena nominato dalla prefettura) che “esprima un parere contabile sulle spese di rappresentanza e l’uso del fondo economale del precedente sindaco”. Per “rendere la m a s s i m a t r a s p a r e n z a dell’amministrazione nella gestione e nella produzione dei documenti relativi alle spese sostenute da parte degli organi eletti”. (altro…)

Read Full Post »

FIRENZE, IL FEUDO.

Fatti con i piedi La Corte dei conti ha riscontrato “gravi anomalie” e invita il successore, il fido Nardella, a “ripristinare gli equilibri”.

E quattro. Il Comune di Firenze è costretto ancora una volta a ricevere i rilievi della Corte dei conti. Per il quarto anno consecutivo. L’intera gestione firmata Matteo Renzi. Ma questa volta ai giudici contabili non sono bastate le rassicurazioni di Palazzo Vecchio e non è stato sufficiente neanche l’intervento riparatore della giunta di Dario Nardella, che si è visto costretto a rimediare alla pesante eredità ricevuta. Per i giudici contabili rimangono“gravi irregolarità” che generano “oltre all’inosservanza dei principi contabili di attendibilità, veridicità e integrità del bilancio, anche violazioni in merito alla gestione dei flussi di cassa e alla loro verificabilità”.Per questo la Corte,il 31 luglio come già il 22 maggio, ha recapitato a Palazzo Vecchio un’ordinanza con cui invita l’ente “ad adottare entro 60 giorni i provvedimenti idonei a rimuovere le irregolarità e a ripristinare gli equilibri di bilancio”.  (altro…)

Read Full Post »

tav_firenze

“C’è fibrillazione. Attesa. Telefonate. Incontri, strette di mano, dichiarazioni. No, la partita non è affatto chiusa. E dopo la grande tornata di poltrone nelle società partecipate è ormai chiaro: la Tav sotto Firenze si ha da fare. Fa niente se c’è un’inchiesta della magistratura fiorentina che a settembre ha scatenato il terremoto in Italferr e nelle aziende partecipate che hanno in capo l’appalto per il Grande Buco Sotto Firenze. Il tunnel attraverserà ad ogni costo la bomboniera d’Italia: passerà sotto gli Uffizi, le cattedrali, le piazzette degli innamorati, le vie un tempo calcate da Dante e Michelangelo, per permettere ai treni dell’Alta velocità di bypassare Santa Maria Novella e recuperare una manciata di preziosissimi minuti nella tratta degli affari – l’unica redditizia per la Tav – tra Roma e Milano. Fa niente se persino il Davide è a rischio microfratture. Il tunnel s’adda fare. (altro…)

Read Full Post »

Scatole cinesiDALLE GUIDE AFFIDATE A CARRAI AI LAVORI ALLA DOTMEDIA DEL FEDELISSIMO SPANÒ.

Cinque milioni di euro in tre anni. Un flusso continuo e in costante crescita di denaro che dal Comune finisce nelle casse di una società controllata e da qui arriva anche ad aziende private di amici e soci riconducibili all’entourage del sindaco e alla sua stessa famiglia. Tra cui la CrossMedia controllata da Marco Carrai, l’amico che ha pagato l’affitto al premier.
Accade dal 2011 nella Firenze di Matteo Renzi. La controllata si chiama Museo dei Ragazzi, le aziende private sono numerose in particolare CrossMedia e Dotmedia. (altro…)

Read Full Post »

Roberto Benigni sul palco in piazza Santa Croce a Firenze.

Roberto Benigni sul palco in piazza Santa Croce a Firenze.

L’attore torna in piazza Croce con lo spettacolo Tutto Dante,
tra letture dantesche e satira politica.

Benigni torna in piazza, a Firenze, con il suo spettacolo Tutto Dante che rimarrà in scena fino al 6 agosto. L’attore riprenderà e concluderà la lettura dell’Inferno del divin poeta iniziata nel 2006. La prima parte della serata è stata dedicata all’attualità: Benigni ha passando in rassegna i nomi dei politici che gravitano intorno ai principali fatti di cronaca; la seconda parte, invece, è incentrata sulla lettura del XXIII canto, quello che parla degli ipocriti. Una serata che Benigni ha voluto dedicare a due amici scomparsi: «Vincenzo Cerami e Carlo Monni». L’attore ha voluto ricordare lo sceneggiatore scomparso 3 giorni fa, e l’attore fiorentino, Monni, che con lui fu «In Berlinguer ti voglio bene» morto circa un mese fa. «A loro dedico questa sera», ha detto tra gli applausi. (altro…)

Read Full Post »

Il nostro è un paese da barzelletta, come facciamo a prenderci sul serio?
Vi ricordate la polemica per l’uscita di Battiato sulle “troie“? La reazione ipocrita del belpaese che arrivò al decreto per le sue dimissioni firmato dal presidente Crocetta?
Per fortuna che il tempo è galantuomo.
Notizia di ieri, l’inchiesta sulle escort in regione Sicilia, pagate coi fondi per i disoccupati.
Che non venivano pagati per andare con le escort, ovviamente.
Un (presunto) giro di prostituzione per i colletti bianchi siciliani.

Come quello che starebbe emergendo a Firenze. La città del candidato premier, segretario e quanto altro.

Sempre in tema (di barzellette, intendiamoci), ci aspettavamo un cambiamento vero in regione Lombardia, con la gestione di Maroni.
Invece il segretario nonché governatore ha nominato come commissario per l’Aler (l’istituto che si occupa di edilizia regionale) il geometra di Berlusconi e l’ex prefetto di Milano. (altro…)

Read Full Post »

No alla mafia

A FIRENZE LA MANIFESTAZIONE DI LIBERA IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE COSCHE. DON CIOTTI: “IL SILENZIO AMMAZZA DUE VOLTE”.

Firenze

“Non uccidiamoli ancora, non uccidiamoli una seconda volta”. Ammutoliscono in 150mila a Firenze quando Luigi Ciotti lancia il suo monito. La voce è possente, l’esempio di questo prete che da 18 anni organizza la memoria collettiva delle vittime di mafia, è potentissimo. È la più grande giornata della memoria organizzata da Libera. “Siamo in centocinquantamila”, urla con un groppo in gola Stefania Grasso dal palco, lei è la figlia di Cecé Grasso, onesto commerciante di auto ucciso come un cane dalla ‘ndrangheta alla quale non volle pagare il pizzo e vendere la sua dignità.  (altro…)

Read Full Post »

Domani a Firenze e Asti i primi test
di lingua per stranieri.

L’esame è riservato ai cittadini non comunitari in Italia, da almeno cinque anni con un regolare permesso, con un lavoro e con una casa in affitto o di proprietà a norma e consisterà in una prova di lettura, comprensione orale e scritta e produzione di un testo.

Notte prima degli esami, questa, per i 170 immigrati a Firenze e i 10 ad Asti che domani si sottoporranno al primo test di italiano per stranieri reso obbligatorio per richiedere il permesso di soggiorno «lungo». Non sarà la maturità classica col suo carico di incubi, ma per chi vede in gioco la possibilità o meno di restare in Italia a tempo indeterminato, forse, significherà una notte insonne.

A farsi le domande classiche del candidato in ansia: sarà facile, difficile, che mi chiederanno? Di certo non pretenderanno i congiuntivi o una traduzione simultanea dal politichese, lì cadrebbero fior di italiani doc, ma la preoccupazione c’è, se non altro perché è un’assoluta novità, qualcosa che qui non s’è mai fatta. Tutto parte da una direttiva dell’Unione europea che prevedeva la possibilità – non l’obbligo – di esigere una sorta di «prova d’integrazione» da parte degli immigrati che chiedessero il permesso di soggiorno a tempo indeterminato. L’Italia ha deciso di avvalersene e il decreto del Ministero dell’Interno del 4 giugno 2010 ha disciplinato il tutto in generale. Due circolari successive sono entrate nel particolare e hanno incaricato le Prefetture di occuparsi della parte organizzativa e i CTP (Centri Territoriali Permanenti) di quella «esecutiva», di preparazione del test. Ma chi ha stabilito livello e «bontà» dell’italiano richiesto, l’Accademia della Crusca? Quella no, ma comunque enti certificatori riconosciuti dal Ministero degli Esteri e dell’Istruzione: l’università degli stranieri di Siena e di Perugia, quella di Roma Tre e la Società Dante Alighieri. (altro…)

Read Full Post »

Il grande musicista ha appena realizzato un cartoon in 3D e un’applicazione per trasformare l’i-Pad in tastiera.

Consacrato da Time tra i personaggi più influenti del globo il solista ama il mondo delle tecnologie high tech. Ha appena realizzato un cartoon in 3D e un’applicazione per trasformare l’i-Pad in tastiera I suoi concerti in tutto il mondo hanno dato vita a quello che negli States è stato definito come il “Lang Lang effect”.

Ogni performance del pianista cinese dai capelli stile “Edward mani di forbice” fa il tutto esaurito nei teatri, ma ancor più – questa la sua forza -, in mega spazi da migliaia di posti. «Dove il pubblico più giovane può acquistare i biglietti a prezzi bassi e ascoltare i grandi brani del repertorio classico», dichiara da sempre orgoglioso l’artista. Si è verificato quando Lang Lang ha suonato a Milano e Torino a settembre in occasione del Festival MiTo: ben 17mila sono stati gli spettatori che hanno riempito il Palasharp di Milano e il PalaIsozaki di Torino.

Grande attesa ora per il ritorno in Italia con altri due attesi appuntamenti: il 19 ottobre al Teatro Comunale di Firenze con un recital solistico e il 23 ottobre (repliche 24 e 25) all’Auditorium Parco della Musica di Roma: suonerà con l’Orchestra di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano; in programma come pezzo forte il Primo Concerto per pianoforte di Chopin. Di Chopin quest’anno si celebra il bicentenario della nascita e Lang Lang oltre a essere uno degli interpreti per eccellenza è stato il direttore musicale e l’ artefice della colonna sonora di The Flying Machine, cartoon in 3D dedicato al compositore polacco (nelle sale da dicembre). (altro…)

Read Full Post »

Oggi si terrà in tutto il mondo il Park(ing) Day!

Come suggerito dal nome, per un giorno (day) un parcheggio pubblico (parking) verrà trasformato in un parco (park).

L’obiettivo è dimostrare l’esigenza di ulteriori spazi verdi cittadini, occupando per alcune ore un grigio parcheggio e rendendolo un posto più vivibile e, contemporaneamente, generare un dibattito critico per migliorare la qualità dell’ambiente urbano.

Su Marrai a Fura abbiamo spesso parlato di Guerrilla Gardening, Guerrilla Lighting, Carrotmob o manifestazioni come il déjeuner sur l’herbe. Tutte azioni dal basso, che coinvolgono direttamente la collettività e si contraddistinguono perché semplici, dirette e facilmente replicabili.

Il Park(ing) Day è sulla stessa lunghezza d’onda: è un evento annuale organizzato online (mondo virtuale) e realizzato concretamente offline (mondo reale), in numerose città e a livello mondiale.

L’idea è di Rebar, uno studio di arte e design di San Francisco, che nel 2005 ha ricreato in un parcheggio a tempo un piccolo parco, con tanto di erbetta, panchina e alberi, ritirando il tutto allo scadere del tempo consentito. (altro…)

Read Full Post »

Il soffitto della Cappella Sistina ad opera di Michelangelo è uno dei più grandi capolavori dell’umanità. Voi, ammirandone la maestosità, avete mai avvertito un capogiro o magari un senso di debolezza alle gambe? Ebbene se avete provato uno di questi sintomi allora forse siete stati colpiti dalla famigerata Sindrome di Stendhal. Il nome della sindrome si deve appunto al celebre scrittore francese che fu personalmente colpito dal fenomeno durante il suo Grand Tour del 1817.

Stendhal ne diede una prima descrizione: “Ero giunto a quel livello di emozione dove si incontrano le sensazioni celesti date dalle arti ed i sentimenti appassionati. Uscendo da Santa Croce (Firenze n.d.r.), ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere”. Ebbene pur se questa famigerata sindrome è stata sperimentata da un paziente d’eccezione, molti scienziati vorrebbero saperne di più e magari avere modo di assistere in diretta agli effetti di questa particolare sindrome.  Tale curiosità potrebbe essere presto soddisfatta poiché un gruppo di ricercatori ha deciso di compiere alcuni studi sui visitatori di Palazzo Medici Riccardi. Già nel 2007 la volta del palazzo affrescata da Luca Giordano fu ribaltata e riprodotta a terra per permettere ai visitatori di passeggiare sopra il dipinto e sperimentare un contatto fisico con l’opera. Questa volta i visitatori che parteciperanno all’evento Lo Specchio della Meraviglia di Luca Giordano, oltre ad ammirare l’incredibile proiezione sul terreno potranno seguire  un itinerario che stimola reazioni visive e sonore rese più penetranti dal percorso guidato nello spazio, ognuno avrà così la possibilità di entrare in contatto con il proprio vissuto profondo.

Liquida.

Read Full Post »