Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fisco’

Annunci

Read Full Post »

Dal primo documento congiunto di Entrate e Caf emerge che per l’asilo nido, per esempio, le famiglie possono detrarre il 19% di una cifra massima pari a 632 euro. Esclusi dagli sgravi “libri scolastici, strumenti musicali, materiale di cancelleria, viaggi ferroviari”. Elio Lannutti, presidente Adusbef: “Agevolazioni misere rispetto al resto dell’Unione”. Vantaggi molto più consistenti per ristrutturazioni immobiliari e erogazioni alla politica.

(altro…)

Read Full Post »

L’Agenzia delle Entrate ha approvato il provvedimento che istituisce l’agevolazione introdotta dall’ultima legge di Bilancio per incentivare lo spostamento di capitali in Italia.

Al via la flat tax per attirare i miliardari residenti all’estero. Italiani o stranieri. L’Agenzia delle Entrate ha approvato il provvedimento che istituisce l’agevolazione introdotta dall’ultima legge di Bilancio per incentivare lo spostamento di capitali in Italia. A chi intende trasferire la residenza fiscale nella Penisola viene infatti offerta un’imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero con un forfait di 100mila euro per ciascun periodo d’imposta per cui viene esercitata, al fine di attrarre ed incentivare il trasferimento della residenza degli High net worth individual, ossia delle persone con un alto patrimonio. (altro…)

Read Full Post »

i-numeriROMA – Rottamare le cause tributarie pendenti per abbattere un arretrato che pesa come un macigno. I processi pendenti sono infatti 468.839, per un valore di 32 miliardi di euro nel 2016. La proposta viene lanciata dal viceministro dell’Economia Luigi Casero, nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario tributario in Cassazione, in risposta alla richiesta di «provvedimenti emergenziali » da parte del primo presidente di Cassazione, Giovanni Canzio.

«Nell’ottica dell’abbattimento dell’arretrato — ha affermato Casero — stiamo pensando alla definizione delle liti pendenti basata sui principi della rottamazione delle cartelle esattoriali che possa consentire di abbattere il contenzioso pendente in tutti i gradi di giudizio». Il viceministro fa riferimento a un progetto di riforma che al momento è all’esame del Senato, e che però è ancora in corso di definizione. (altro…)

Read Full Post »

LA CAMERA APPROVA IL DECRETO FISCALE CHE PREVEDE LA FINE DI EQUITALIA
ROMA – Tre contribuenti indebitati per 10 mila euro con il Fisco. Nessuno dei tre paga nei termini, né quando viene sollecitato a farlo. Il debito finisce in una cartella esattoriale. Che ora i tre possono rottamare, sfruttando la chance offerta dal decreto fiscale, approvato ieri in prima lettura alla Camera (272 voti a favore, 137 contrari, 2 astenuti). Così fanno. E alla fine risparmiano sanzioni e interessi, versando tutti la stessa cifra: 11.600 euro, a cui sommare l’aggio di Equitalia. Ma chi ci guadagna di più? Lo smemorato, il furbo o l’evasore totale?

(altro…)

Read Full Post »

i-casi

Il retroscena.

Le agenzie di riscossione temono il crollo delle entrate a partire dal 2018. “Segnaleremo i capitali opachi alla Banca d’Italia”.

ROMA – Dall’Agenzia delle Entrate e da Equitalia prima è arrivato un vociare perplesso e scontento. Poi il malessere, visti i provvedimenti annunciati e in seguito entrati nella legge di bilancio, è diventato un vero e proprio atto di accusa: «Il governo ha varato l’ennesimo condono fiscale, una sanatoria che avrà effetti devastanti sul gettito atteso per i prossimi anni e che aprirà la porta a decine di contenziosi tra autorità e contribuenti, in quanto vìola i principi costituzionali di eguaglianza di fronte alle leggi».

(altro…)

Read Full Post »

BattagliaNON ALLINEATA Il sottosegretario all’Economia Zanetti chiede la cacciata del capo dell’Agenzia delle Entrate voluta un anno fa da Renzi. Dopo ore di silenzio, difesa obbligata del Tesoro. È solo l’inizio.

To c c h e r à a M a t t e o Renzi sbrogliare il pasticcio, se di questo si tratta: lo scontro tra un pezzo del governo e il vertice del Fisco è divampato ieri allo scoperto. Per oltre sei ore Rossella Orlandi rimane in attesa di un chiarimento alle parole del sottosegretario all’Economia (e segretario di Scelta Civica) Enrico Zanetti, che in mattinata l’accompagna alla porta a mezzo stampa: “Se continua a esternare il suo malessere-spiega a Repubblica-e a dire che l’Agenzia muore, le dimissioni diventano inevitabili. Sono convinto che la mia posizione sia assolutamente condivisa da Palazzo Chigi”. A quel punto, dagli uffici di via Cristoforo Colombo parte la raffica di chiamate al dicastero di Pier Carlo Padoan e per diverse ore si resta in attesa di una smentita. Alla fine, una telefonata col ministro sblocca tutto. Per ora.   (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »