Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘giannino’

“In un paese serio”: ha usato più o meno queste parole l’ex candidato del partito del FARE Oscar Giannino, in un tweet in cui si univa al coro che chiedeva la testa del capo dell’Agenzia delle Entrate, Orlandi.
Dimissioni chieste dal sottosegretario Zanetti a seguito della sua uscita: se va avanti così, l’agenzia muore.
Vietato criticare il capo o il governo, nell’Italia dell’ottimismo: zitta e pedala, ammoniva il sottosegretario.
E Giannino ha rincarato la dose spiegando come, in un paese serio chi dissente dal capo se ne debba andare. (altro…)

Read Full Post »

Avanti, dottò… Un po’ indietro, dottò… La mancia, dottò… grazie, dottò… Non c’è bisogno che ritorni Carosello per ricordare agli italiani quel delicato profumo di anni Sessanta in cui chi aveva la cravatta aveva anche un titolo, una laurea, un “pezzo di carta”, come lo chiamavano i nostri nonni. E però il mondo cambia. Un esempio? Eccolo: è sempre stato un errore tipico dei comunisti quello di credere alla propria propaganda. E ora, invece, ecco: anche fior di liberisti ci cascano con tutte le scarpe. E così abbiamo passato anni e anni a sentirci dire in tutte le lingue che ci vuole la laurea, senza laurea non sei nessuno. E poi anche: la laurea non basta, ci vuole il master. Il master? Sì, ma all’estero! Eccetera eccetera. Una specie di rilancio continuo nel poker di una sostanza melmosa e fragile chiamata “merito”. (altro…)

Read Full Post »

È proprio vero che ci sono due Italie; e non è la classica discriminante ideologica destra/sinistra a scavare il solco.
Oscar Giannino, che non è certo di sinistra, è una persona etica: accusato di avere bluffato sui suoi titoli di studio, ha rimesso al proprio partito Fare (del quale è fondatore e leader) ogni decisione in merito a sue eventuali dimissioni. Così come è ovvio nelle democrazie europee, mentire è considerato grave; così grave da poter compromettere una carriera politica.
Inevitabile pensare (e veniamo all’altra Italia) all’ininterrotto rosario di bugie che hanno segnato la storia di Berlusconi. Per lui le bugie sono state i gradini di una scala: lo hanno portato in alto. (altro…)

Read Full Post »