Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘i 10 saggi’

La candidatura di Giorgio Napolitano, 87 anni, alla presidenza della Repubblica certifica il comatoso delirio di onnipotenza in cui si trovano i partiti. Di fronte alla decomposizione economica e sociale del Paese una classe politica di nominati è capace solo di replicare lo status quo. In molti gridano al golpe. E non è difficile capire perchè.

I cittadini chiedevano il cambiamento: volevano nelle istituzioni uomini e idee nuove perché quelle vecchie avevano portato l’Italia alla deriva. Invece, dopo il Colle, ci sarà un governo con tutti dentro:seguendo il programma dei 10 saggi. Nessun taglio al finanziamento pubblico ai partiti, riforme contro giudici, stampa e intercettazioni. Niente colpi d’ala nell’economia. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

saggi_napolitano

Nella relazione del comitato, la limitazione delle intercettazioni e il controllo politico sul Csm.
Quagliariello (Pdl)  festeggia: “Siamo legittimati”. E il finanziamento pubblico “non è eliminabile”.

Il finanziamento pubblico ai partiti non è “eliminabile”, mentre le intercettazioni telefoniche devono essere uno strumento di “ricerca della prova” e non del “reato”, tesi cara al fronte berlusconiano. E spunta anche una proposta di riforma del Csm che mira a dare più peso ai componenti scelti dalla politica, rispetto ai magistrati, nelle decisioni disciplinari che riguardano le toghe. Sono alcune delle proposte dei dieci “saggi” nominati dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Che, chiamati a sfornare idee “condivise” per sbloccare lo stallo di un paese impantanato nella crisi politica ed economica, hanno pensato bene di occuparsi di intercettazioni telefoniche e Csm, ma non per esempio di corruzione, una vera zavorra alla crescita economica. (altro…)

Read Full Post »

Nel maggio del 2006 l’Unità decise di celebrare l’ascesa di Giorgio Napolitano al Quirinale con il titolo “Buongiorno Presidente”, che a me parve molto bello e augurale, anche perché all’epoca ero io a dirigere il giornale. Col senno di poi, forse avrei dovuto moderare l’entusiasmo. Del resto, poche settimane prima, nella notte dei famosi ventiquattromila voti di scarto fra l’Unione di Prodi e la destra, ne avevo combinata un’altra, sparando a tutta prima pagina: “Berlusconi Addio”, e si è visto poi come è finita. (altro…)

Read Full Post »

I 10 saggi

Read Full Post »

I saggi

Read Full Post »

Ci sono due prerogative in virtù delle quali potrei fare parte dei “dieci saggi” nominati dal Capo dello Stato. Sono, infatti, come ciascuno dei dieci, un maschio ultracinquantenne. Non sono una femmina e non sono un giovane. Ma lungi dal rassicurarmi, questo riconoscermi nel segmento sociale chiamato a reggere le sorti delle istituzioni mi inquieta non poco. Perché conferma la natura ancora sostanzialmente patriarcale della nostra società. Sebbene contrastata da un voto che ha spedito in Parlamento moltissime donne e molti giovani, questa natura mostra una tenacia insopprimibile. Può darsi che a questa tenacia corrisponda un contenuto di necessità: che, cioè, nessuno meglio di un consesso di maschi anziani sia in grado di prendere decisioni utili al Paese. (altro…)

Read Full Post »

CON VIOLANTE E QUAGLIARIELLO IL COLLE SFORNA L’OPERAZIONE PD-PDL CHE BERSANI NON VOLEVA.

Il loro biglietto di presentazione potrebbe essere questo: “Ci chiamiamo Violante e Quagliariello e non risolviamo problemi”. Pulp Fiction da inciucio del Sabato Santo. Luciano Violante, dalemiano di strettissima osservanza del Pd, e Gaetano Quagliariello, berlusconiano poi montiano del Pdl di nuovo berlusconiano, sono due dei quattro saggi politici indicati da Giorgio Napolitano. Dal gennaio del 2012 la coppia Violante&Quagliariello si è vista o sentita tutti i giorni per ben sette mesi, quando la strana maggioranza del Monti, ABC (Alfa-no, Bersani, Casini), non aveva più timore di mostrarsi in pubblico. Dal Colle era arrivato, in quell’inverno di Palazzo ormai lontano, e allora ancora ignaro del boom pentastellato, un appello a fare la legge elettorale per sostituire l’orrido porcellum.  (altro…)

Read Full Post »