Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘I fuggiaschi della guerra’

In fuga

Profughi e rifugiati l’altra apocalisse che l’Occidente vuole dimenticare.

Sono 51,2 milioni, la metà dei quali minori. Da Gaza all’Iraq al Sudan all’Ucraina.

L’Europa “pacifista” si divide tra chi vuole accoglierli e chi li vuole espellere ma appare ogni giorno più impotente.

IERI il sito di Repubblica si apriva con l’appello della benemerita Unicef in favore dei bambini di Gaza. In concorrenza coi bambini dell’Iraq, che hanno soppiantato gli appelli per i bambini della Siria, e a loro volta le bambine della Nigeria.

APPENA un mese fa si era comunicato il numero raggiunto dai profughi sulla faccia della terra: 51,2 milioni, il record, metà di loro minori. Abbiamo imparato le parole per nominarli: gli sfollati — quelli che hanno perduto le loro case e le loro città e sono dispersi nel loro paese — i profughi — quelli sparsi ai quattro angoli del mondo — e i rifugiati — quelli che chiedono e quelli che ottengono asilo, perché sfuggono a guerre e persecuzioni riconosciute da altri Paesi. Poi esistono delle sottocategorie, che spaccano i fuggiaschi in quattro. La dizione più suggestiva è quella: displaced persons — gli spostati! E anche qui: gli sfollati invidiano i profughi, i profughi invidiano i rifugiati, i rifugiati in Italia invidiano i rifugiati in Svezia… Alla fine del 2013, i diversi profughi erano diventati 6 milioni di più che alla fine dell’anno precedente. A distanza di pochi mesi, il record è surclassato. (altro…)

Read Full Post »