Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Ilvo Diamanti’

La terra ha tremato in modo violento. Un’altra volta. E ci siamo trovati di nuovo dentro un incubo.

Ho percepito in diretta la lunga scossa di terremoto, che ha sconvolto alcune zone dell’Italia Centrale. In questo periodo, da molti anni, mi trasferisco a Urbania. Al confine con Urbino – e anch’essa città ducale. Così, nella notte fra martedì 23 e mercoledì 24 agosto ho sentito muri e pavimento muoversi, le lampade oscillare e molti oggetti battere e scivolare. Ho cercato subito sui siti una notizia, un’informazione. Ma avevo capito. Troppo facile immaginare cosa fosse successo. Il problema era “dove”. E con quali effetti. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

LA CESSIONE del Milan a un cartello di acquirenti cinesi, fra cui un fondo governativo, segna davvero un passaggio d’epoca, in Italia. Per quel che riguarda il calcio, ovviamente, ma anche la società, la politica.
E il rapporto fra società e politica. Perché il calcio, nel rapporto fra società e politica, conta molto. Da noi più che altrove. Ne ho scritto altre volte, su Repubblica. Ma, in questo caso, ripetersi forse non è un problema. Il calcio suscita interesse, passione e appartenenza. Circa 4 italiani su 10 si definiscono tifosi. Metà di essi si dice “militante”, un altro 30%: sostenitore “caldo”. Oltre il 50%, comunque, “odia” almeno un’altra squadra (come ho scritto in un articolo con Luigi Ceccarini su Limes 5/2016). Il calcio, infatti, è fattore di identità. Antagonista, oltre che protagonista.

(altro…)

Read Full Post »

VIVIAMO tempi feroci. Segnati dal sangue. Scanditi da eventi drammatici, che si susseguono. Senza soluzione di continuità. Ogni giorno, ogni volta che apriamo il sito di un quotidiano online, oppure guardiamo i notiziari in TV, cerchiamo subito la notizia del nuovo, ennesimo massacro. E, purtroppo la nostra attesa non viene mai delusa. Negli ultimi giorni: almeno 20 morti a Bagdad, vittime di un uomo che si è fatto esplodere presso un centro commerciale. Mentre a Kabul, in un attentato compiuto durante un grande corteo, sono morte 80 persone — e più di duecento sono rimaste ferite Da qualche giorno, peraltro, questi massacri lontani ci appaiono meno lontani. Perché, si sa, quel che avviene laggiù, nell’Oriente medio ed estremo, ci sorprende e ci spaventa di meno. In fondo, è lontano dagli occhi, anche se i media annullano tempi e distanze.

(altro…)

Read Full Post »

Problemi

L’analisi

I temi più caldi nei comuni al voto domenica A Torino e a Napoli la priorità è il lavoro per il 40 per cento a Roma attenzione ai servizi e allarme per la corruzione.

Manca una settimana ai ballottaggi. Ultimo atto di questa consultazione amministrativa, che tanta attenzione ha sollevato. Perché in Italia non c’è elezione che non abbia riflessi sul piano politico. Nazionale. Naturalmente, la dimensione “locale” conta. Incrociata con quella “personale”. D’altronde, 23 anni fa l’elezione diretta dei sindaci è stata istituita e istituzionalizzata, per legge, come risposta a Tangentopoli e alla crisi della Prima Repubblica. Sostituendo le persone – cioè i sindaci – ai partiti. Così l’elezione del sindaco può apparire – e in parte è – anzitutto un giudizio sulla persona.

(altro…)

Read Full Post »

Classe percepitaIncertezza sul futuro e fine della classe media Gli italiani si sentono su un ascensore in discesa.

L’indagine Demos-Coop

Per due persone su tre è inutile fare progetti a lungo termine.

Siamo diventati pessimisti. Nonostante i nostri governi, da oltre vent’anni, cerchino di tirarci su di morale. Prima Berlusconi: assimilava i pessimisti ai comunisti. Mentre oggi Renzi cerca di utilizzare le variazioni dell’economia e del mercato del lavoro, positive, per quanto lievi e contraddittorie, per sollevare il morale degli italiani e migliorare il clima d’opinione.

(altro…)

Read Full Post »

il trattato
Non tira una buona aria in Europa. Sul progetto e sul soggetto europeo. Sulla moneta unica cui vengono attribuiti, da ampi settori di cittadini, tutti i mali dell’economia. La precarietà del lavoro e la disoccupazione, i consumi e l’aumento dei prezzi. Ma il clima d’opinione appare scuro anche e ancor più sul trattato di Schengen, che ha favorito la libertà di movimento fra un Paese e l’altro. Senza fermarsi alle dogane. Senza dover qualificare – e giustificare – la nostra provenienza. Senza doversi dichiarare – e sentire – stranieri. Le frontiere, i confini, infatti, più di ogni altro riferimento, marcano la differenza e l’appartenenza nazionale.

(altro…)

Read Full Post »

fiduciaL’analisi

La crisi delle banche riflette le difficoltà delle piccole imprese nel Nordest e al Centro. Gli istituti di credito hanno lo stesso appeal di sindacati e partiti.

La fiducia nelle banche è in declino. Non è certo una sorpresa né una novità. Ma la novità è che il disincanto ha colpito le aree dove il rapporto con il credito era, tradizionalmente, più solido. Quasi di complicità. Fra società e banche locali. D’altronde, la crisi ha “investito” (sia detto senza ironia) soprattutto istituti di credito locali del Centro e del Nordest. La Banca Popolare dell’Etruria, la Banca delle Marche e, prima ancora, il Monte dei Paschi di Siena, da una parte. La Popolare di Vicenza e Veneto Banca, dall’altra. E se osserviamo le 16 banche “commissariate” dalla Banca d’Italia, oltre metà (10, per la precisione) hanno radici dal Trentino all’Emilia Romagna. Dal Veneto alla Toscana. Fino all’Abruzzo. Da Folgaria a Padova e a Loreto. Da Ferrara a Chieti (che rientrano nel recente decreto del governo).

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »