Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ior’

Via alla riforma economica della Santa Sede, budget per i dicasteri e più controlli Dopo sedici mesi Von Freyberg lascia, l’Istituto per le opere di religione a De Franssu.

CITTÀ DEL VATICANO .
Le finanze vaticane cambiano pelle. La riforma voluta da papa Francesco fin dall’inizio del suo pontificato chiedendo al gruppo dei nove cardinali che lo coadiuvano (il C9) di iniziare i propri lavori dai dicasteri economici per troppo tempo fonte di scandali, delinea una nuova mappa delle
funzioni e insieme del potere entro le mura leonine. La Segreteria per l’Economia, guidata dall’australiano prefetto-cardinale , assume nei fatti la quasi totalità dei poteri, incamerando funzioni che storicamente erano dell’Apsa, e anche in parte dello Ior, il quale torna con questa riforma alle sue origini, un ente di servizio alle opere religiose della Chiesa e non piattaforma per investimenti anche speculativi. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Papa FrancescoSTRANO RINVIO SUL BILANCIO.

Lo Ior torna ad essere opaco. Gli osservatori hanno cominciato ad accorgersene al ritorno di papa Francesco dal suo viaggio in Terrasanta. “Nello Ior sono stati chiusi 1600 conti, di persone che non avevano diritto”, aveva dichiarato il pontefice nella conferenza stampa sull’aereo che da Tel Aviv lo riportava a Roma.

   Parola di papa. E invece, a precisa domanda, i portavoce dell’Istituto si rifiutano di avvalorare le sue dichiarazioni. Nonostante la pubblicazione di una lettera del presidente Von Freyberg, che l’anno scorso aveva indicato categoricamente il termine di fine novembre per la chiusura dei conti non in regola con i requisiti dello statuto Ior: “Con la presente le notifichiamo il recesso da parte dell’Istituto dal rapporto con lei intercorrente, nonché da ogni servizio ad esso connesso, a far data dal 30 novembre 2013 con conseguente chiusura di ogni posizione”.  (altro…)

Read Full Post »

Papa FrancescoALL’ULTIMO MOMENTO BERGOGLIO NON VA AL GEMELLI LA CURIA: ”RITMI ASSILLANTI, SOLO UNA LIEVE INDISPOSIZIONE” LA LISTA DEI MANCATI APPUNTAMENTI SI FA SEMPRE PIÙ LUNGA.

L’aggettivo che racconta bene lo stupore viene pronunciato nella calura pomeridiana da Maurizio Guizzardi, direttore del Policlinico Gemelli di Roma: “Siamo sconcertati per l’annullamento all’ultimo minuto della visita del Papa al Gemelli, delusi soprattutto per i tanti pazienti che lo attendevano”.

Era tutto pronto: gli striscioni, il percorso tra i vari reparti, le mamme col pancione e gli anziani da accarezzare. Tre ore piene con visita dei malati, benedizioni, messa e saluto alle autorità. Un vigoroso abbraccio di Francesco all’ospedale dove i papi vanno a curarsi, un’occasione speciale per celebrare i 50 anni di attività, con tanto di consegna delle reliquie di San Giovanni XXIIII e soprattutto di San Giovanni Paolo II, perché qui i medici salvarono la vita a papa Wojtyla dopo l’attentato in piazza San Pietro. Ieri, dalle 15.30 alle 18.45, Bergoglio doveva ripercorrere quella storia, e invece i dirigenti dell’ospedale si sono trovati davanti la faccia stizzita di monsignor Guido Marini, il cerimoniere pontificio che con la sua squadra stava ritoccando gli ultimi dettagli: “Perché il papa non viene? Ah, se non lo sapete voi…” ha sospirato Marini.  (altro…)

Read Full Post »

Il cielo sul Papa

L’ISTITUTO VATICANO CHIUDE MOLTI CONTI, MA I SOLDI LI SPOSTANO IN SVIZZERA: ESTERO SU ESTERO.

Un investigatore sotto garanzia di anonimato la definisce così: “una delle più grandi operazioni di ripulitura del denaro nero”. Centinaia di milioni di euro depositati sui conti dell’Istituto Opere Religiose Ior, stanno uscendo in queste ore verso paesi esteri, anche a bassa fiscalità e con scarsa trasparenza come la Svizzera, senza che il Vaticano comunichi all’Italia i nomi dei correntisti (potenziali evasori se non peggio) né la destinazione. Lo Ior sta ripulendo la sua clientela intimando a 1250 correntisti di lasciare la banca vaticana con una lettera di recesso unilaterale. (altro…)

Read Full Post »

Papa FrancescoVon Freiberg apre i computer, presto relazione a Bergoglio.

CITTÀ DEL VATICANO
Lavorano lì i venti “inquisitori” della società americana di consulenza finanziaria Promontory incaricati di scandagliare, uno per uno, i conti attivi all’interno della stessa banca. Una “operazione trasparenza” dalla quale dipende il futuro di tutto lo Ior: aperto o chiuso, la scelta verterà su quanto Von Freyberg riuscirà a essere convincente soprattutto agli occhi del Papa, che da lontano osserva e attende. I venti “inquisitori” sono ragazzi giovani. Appena un intruso entra nella loro grande stanza spengono i computer. Nessuno, a parte loro, deve vedere. La privacy dei correntisti è garantita, ma la pulizia — dicono — sarà spietata. (altro…)

Read Full Post »

IOR

LA BANCA DEL FUCINO CHIESE SPIEGAZIONI ALL’ISTITUTO VATICANO PER BONIFICI DA 100 MILA EURO. LA RISPOSTA: PROVENTI PERSONALI.

L’operazione fallita dei 20 milioni di euro da far rientrare in Italia non era la prima che veniva messa a segno da monsignor Nunzio Scarano e dallo 007 Giovanni Maria Zito. Nell’informativa rivelata ieri dal Fatto, in cui emergono anche i rapporti del prelato col capo della gendarmeria vaticana Dome-nico Giani e con il direttore della Direzione centrale anticrimine, Gaetano Chiusolo, c’è anche un altro episodio che spiega la politica applicata in questi anni dallo Ior per tutelare i propri correntisti. Scarano, nel maggio 2012, sposta 100 mila euro dalla banca vaticana alla filiale della banca del Fucino. Per farlo dispone due bonifici da 50 mila euro ognuno.  (altro…)

Read Full Post »

Vaticano

IL PRELATO INCONTRA IL CAPO DEI SERVIZI VATICANI E TELEFONA AL PREFETTO CHIUSOLO.

Monsignor Nunzio Scarano, finito in cella per corruzione quattro giorni fa,aveva contatti di altissimo profilo. E li usava per farsi restituire i 400 mila euro pagati al suo complice dei servizi segreti, Giovanni Zito, con il quale aveva litigato. Nelle intercettazioni che Il Fatto ha visionato ci sono conversazioni con il capo della gendarmeria vaticana, Domenico Giani e persino con il direttore della Direzione centrale anticrimine italiana (Dca), il prefetto Gaetano Chiusolo. Tutti rapporti finiti nell’informativa del Nucleo di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza guidato dal generale Giuseppe Bottillo e depositata in Procura di Roma a febbraio.  (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »