Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ius soli’

Il ministro dell’Interno Minniti: la cittadinanza è un principio che va oltre la maggioranza Nuovi italiani sempre più numerosi: sono 185mila, erano meno di 50mila sei anni fa.

ROMA – Approvare in tutta fretta la legge elettorale. Poi tentare il blitz sullo ius soli perfino prima di discutere la Stabilità. È questo il piano a cui stanno lavorando governo e Pd che passa, specie dopo la decisione di ieri sul Rosatellum bis, per una fiducia anche sulla legge che cambia le regole per ottenere la cittadinanza italiana.
Fino a ieri mattina quella della “doppia fiducia” (legge elettorale e ius soli) da autorizzare nel consiglio dei ministri è stata un’opzione presa in considerazione nei colloqui tra il premier Paolo Gentiloni e il segretario Dem Matteo Renzi.

(altro…)

Read Full Post »

Un due tre stella: tre storie utili a raccontare come qui da noi si facciano le cose solo per salvare le apparenze.
L’accordo Italia-Francia per il controllo del gruppo STX: l’Italia ha la maggioranza in prestito dalla Francia, ma decide tutto la Francia. E se non gradisce le nostre scelte, si prende pure quell’1%.
Il governo vara la commissione sulle banche (che dovrebbe pure indagare su MPS, sulle banche Venete, su Etruria): a presiederla, lo scettico Casini. Quello che giurava sull’innocenza di Cuffaro. (altro…)

Read Full Post »

Il leader del Campo Progressista rilancia dopo che il governo ha chiesto al Pd di accantonare la legge di cittadinanza. Ap: “Bravo Matteo”. Mdp all’assalto: “Quando si è trattato dei voucher sono andati avanti come un treno. Ora invece ascoltano Alfano”.

Il confronto tra le due ali del centrosinistra – se mai ci sarà – parte dai diritti. In particolare dai diritti degli stranieri in Italia e dallo Ius Soli. Ieri il segretario del Pd Matteo Renzi, a Capalbio Libri, aveva allargato le braccia: “Noi abbiamo accettato la richiesta del governo (di rinviare il voto in autunno, ndr) ma vedendo le ultime settimane sono ridotte le possibilità che passi in questa legislatura”. (altro…)

Read Full Post »

Il premier si arrende ad Alternativa Popolare. E infatti il ministro degli Esteri è soddisfatto mentre Forza Italia rivendica la resa come una vittoria. Gasparri: “Questa legge è sbagliata non sarà approvata mai, neanche in autunno”. Cei: “Vittoria dei prepotenti”.

Addio allo Ius soli. Almeno per il momento. Il premier Paolo Gentiloni è stato costretto a gettare la spugna. E il disegno di legge che riconosce la cittadinanza a chi è nato su suolo italiano da genitori stranieri finisce fuori dalle priorità del governo, che non ha chiesto la fiducia sul provvedimento contrariamente a quanto fatto  con le Banche Venete e i vaccini.  E ora rimanda tutto all’autunno. “Tenendo conto delle scadenze non rinviabili in calendario alSenato e delle difficoltà emerse in alcuni settori della maggioranza non ritengo ci siano le condizioni per approvare il ddl sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa estiva. Si tratta comunque di una legge giusta. L’impegno mio personale e del governo per approvarla in autunno rimane”, è l’annuncio del presidente del consiglio. (altro…)

Read Full Post »

Ieri, prima di uscire con Rosario Dawson per una sessione sadomaso, ho visto Otto e mezzo. C’era la Ravetto. Ecco: rivedere la Ravetto in prima serata a Otto e mezzo mi ha dato come la sensazione di salire a bordo della De Lorean e andare a ritroso nel tempo, come in Ritorno al futuro. Un tuffo nel passato. Un brutto passato, anche se pure questo presente mica scherza. Opposta alla Ravetto, aka Lady Blackberry, c’era la Moretti, aka Ladylike. Bella sfida. Un po’ come guardare Akrakas contro Lupa Roma in differita su TeleFava sapendo già il risultato perché te l’ha detto Nardella su Whatsapp. (altro…)

Read Full Post »

Diciannove mesi fa il sì della Camera Ora Pd e sinistra tentano il tutto per tutto contro Lega, 5Stelle e Forza Italia.

ROMA – Senza i 5Stelle difficile farcela. Ma sul blog di Grillo la linea è: “Ius soli, repetita iuvant”. Indica che la posizione del Movimento dal l 2013 è sempre la stessa, e cioè “meglio no”. Perché «una decisione che può cambiare nel tempo la geografia di un paese, non può essere lasciata a un gruppetto di parlamentari e di politici in campagna elettorale permanente». Per dare la cittadinanza italiana ai bambini figli di immigrati ma nati e cresciuti in Italia – secondo Grillo – ci vorrebbero casomai un referendum e anche una discussione e una concertazione con gli Stati della Ue. In pratica, se tra una settimana (come previsto) la legge sulla cittadinanza che archivia per sempre lo ius sanguinis – per cui si è italiani se figli di italiani – sarà votata nell’aula del Senato, i grillini voterano contro o si asterranno (che a Palazzo Madama equivale a pollice verso).

(altro…)

Read Full Post »

BerlusconiL’ex premier: “Pronti a votare col governo anche su altro” Fitto: quando abbiamo cambiato linea? L’ira di Salvini.
ROMA – Silvio Berlusconi evita giusto di annunciare la sua presenza alla Leopolda nel fine settimana a Firenze. Perché per il resto delinea una svolta renziana che travalica ogni previsione e che Forza Italia incassa come si può incassare un pugno nello stomaco.
Spiazzati, i deputati, tenuti a rapporto per un’ora anche loro, dopo i senatori. E ancor più lo saranno dopo la conferenza stampa fiume del leader a Montecitorio: sì alle unioni civili sul modello tedesco, sì allo ius soli per i bambini dopo un ciclo scolastico, sì ai due giudici costituzionali donne, per finire con l’apertura (confermata) al premio alla lista nella riforma elettorale proposto dal premier Renzi. E così, quando dopo l’assemblea coi suoi l’ex Cavaliere si chiude nello studio di Renato Brunetta per una veloce colazione e parla in totale relax — testimoni Giovanni Toti, Annagrazia Calabria, Mariastella Gelmini, Laura Ravetto e Stefania Prestigiacomo — l’ultima sortita non sorprende più nessuno: «Mi rendo conto che sia difficile da spiegare la nostra linea responsabile dall’opposizione, ma dobbiamo andare avanti e se Renzi ha bisogno di una maggioranza più ampia ci possiamo confrontare anche su altro, ovviamente se a noi va bene ».

(altro…)

Read Full Post »